Www sa citas

[email protected] 905-MISALUD (905 6472583) Horario L-D de 5:30 AM a 8:00 PM. Establecimientos de Salud que brindan este servicio. Contáctenos. ... Ya existe un usuario de CITAS WEB logueado en este equipo, debe cerrar antes la sesión existente o cerrar el navegador e ingresar con su usuario. *Excepto para las citas de Inscripción al RFC. Consulta o cancelación de cita. Información adicional Te permite consultar la fecha y hora, así como el servicio solicitado y el estatus de la cita. También puedes cancelar tu cita, únicamente ingresa el número de cita y confirmación que aparecen en tu acuse o los datos que te ... Solicitud de citas del Servicio de Administración Tributaria Aviso importante Conoce y revisa toda la información considerada para presentar tu Declaración Anual 2018, a través del simulador . SAT - Servicio de Citas Aviso importante De acuerdo con las medidas sanitarias para la contención del virus COVID 19 y siguiendo los lineamientos propuestos por el Gobierno de México para proteger la salud de la población, en el SAT mejoramos constantemente nuestros servicios en línea para que realices tus trámites sin salir de casa. Frases de Nawal al-Sa'dawi Descubre citas e frases interesantes y verificadas · Nawal El Saadawi, es una escritora, feminista, médica, y activista política... - Servicio de Administración Tributaria, Av. Hidalgo 77 col. Guerrero, c.p. 06300, México D.F.-Atención telefónica 01 800 46 36 728. Desde Estados Unidos y Canadá 1 877 44 88 728 - Comentarios sobre este Sitio de Internet – Citas médicas . 6020920/Opción 1 . Llámanos. Hospitalización. Cuando requieras de una atención médica de mayor complejidad, te asesoramos y ayudamos a coordinar tu atención hospitalaria en nuestra Red que cuenta con las mejores clínicas y hospitales del país. Citas están bajo atención dividida aún más en muchos temas. Así que usted puede leer tranquilamente citas sobre el amor, la amistad, la vida, el odio, etc Por supuesto, existe la posibilidad de ver las citas de los autores y leer lo cita artistas legendarios, políticos y filósofos, como, por ejemplo, William Shakespeare, Oscar Wilde ...

La magia popolare e l'origine del mormonismo

2020.07.11 14:03 MacCohen La magia popolare e l'origine del mormonismo

I “money-diggers”
In “History of the Church” Joseph Smith menziona di essere stato un cercatore di tesori solo un paio di volte e sembra vergognarsene a posteriori per il modo in cui taglia corto la discussione e cerca di dissociarsene.
“Nell’anno 1823 la famiglia di mio padre subì un grande dolore per la morte di mio fratello maggiore Alvin. Nel mese di ottobre del 1825 fui assunto da un anziano signore di nome Josiah Stoal, che viveva nella Contea di Chenango, Stato di New York. Egli aveva sentito dire di una miniera d’argento che era stata aperta dagli Spagnoli ad Harmony, Contea di Susquehanna, Stato della Pennsylvania, e prima di assumermi presso di lui aveva scavato, allo scopo di scoprire, se possibile, la miniera. Dopo che andai ad abitare con lui egli mi prese, col resto dei suoi operai, per scavare alla ricerca della miniera d’argento, cosa alla quale continuai a lavorare per circa un mese, senza successo per la nostra impresa, e alla fine persuasi l’anziano signore a cessare di scavare per cercarla. Di qui è nata la diceria assai diffusa che io sia stato un cercatore di tesori [money-digger nell’originale]. Durante il tempo in cui fui impiegato in questo modo, fui messo a pensione presso un certo Signor Isaac Hale, di quel luogo; fu là che vidi per la prima volta mia moglie (sua figlia) Emma Hale. Il 18 gennaio 1827 ci sposammo, mentre ero ancora impiegato al servizio del Signor Stoal.” (Joseph Smith – Storia 1:56-57)
In un monologo che prende la forma di un botta e risposta aggiunge laconicamente: "Non era Joseph Smith un cercatore di tesori [money-digger nell’originale]?” Sì, ma non fu mai un lavoro molto profittevole per lui, visto che con esso ricavò solo quattordici dollari al mese. (History of the Church, vol. III, p. 29)
Letti senza contesto, a un italiano sembra di capire che Joseph fosse stato semplicemente pagato da un uomo che cercava tesori per dargli una mano a dissotterrarli; ma i cosiddetti money-diggers o treasure seekers erano una cosa ben diversa nella cultura statunitense dell’epoca e vedremo che la versione di Joseph Smith nasconde molti punti controversi. Negli Stati Uniti era infatti diffusa la credenza popolare che Spagnoli, pirati o gli antichi abitanti dei luoghi avessero nascosto i loro sterminati tesori nelle colline che costellavano il Nordamerica e che attraverso bastoni da rabdomante (chiamati di solito mineral rods) o pietre magiche (chiamate seer stones o, se erano forate, peep stones) alcune persone potessero trovarli (questi individui venivano chiamati per questo peepers o glass lookers), anche se alla fine lo spirito guardiano del tesoro riusciva ad allontanare le ricchezze facendole sprofondare ulteriormente nel terreno, fuori dalla portata dei cercatori di tesori.
Nel 1729 Benjamin Franklin e Joseph Breintnall scrivono all’American Weekly Mercury le 32 “Busy-Body Letters” (dallo pseudonimo con cui le firmavano) e nell’ottava parlano di questo tipo di attività:
“C’è fra di noi un gran numero di onesti artigiani e uomini industriosi che, alimentati da una vana speranza di diventare ricchi in un batter d’occhio, trascurano i loro affari fino quasi a rovinare loro stessi e le famiglie e sopportano volontariamente grandi fatiche nell’infruttuosa ricerca di immaginari tesori nascosti. Vagano di giorno fra boschi e campagne per scoprire i marchi e i segni: a mezzanotte si danno alla speranzosa attività con pale e picconi; pieni di aspettative, lavorano con veemenza tremando allo stesso tempo in ogni giuntura per paura di certi demoni maliziosi che si dice infestino e sorveglino tali posti. Alla fine viene scavato un enorme buco e si buttano fuori magari anche diverse carrettate; ma ahimè, non si trova nessun barile o contenitore di ferro; nessun baule da marinaio zeppo di dobloni spagnoli o pesanti pezzi da otto! Allora giungono alla conclusione che con qualche errore nella procedura, qualche incauta parola pronunciata o, trascurata qualche regola dell’arte, lo spirito guardiano abbia avuto il potere di affondarlo più profondamente nella terra e metterlo fuori dalla loro portata. Eppure, quando un uomo è stregato in questo modo, è così lungi dall’essere scoraggiato da insuccessi che è invece portato a raddoppiare i suoi sforzi e proverà ancora e ancora in cento diversi posti, nella speranza di avere infine un qualche colpo di fortuna che possa immediatamente ricompensarlo a sufficienza per tutte le sue spese in tempo e lavoro.”
Gerard T. Hurley, nel suo saggio “Buried Treasure Tales in America” (Western Folklore, luglio 1951, p. 203), descrive così la versione più esperta di questi uomini:
“Il cercatore di tesori professionista sa molte cose. Realizza, per esempio, che un sonnambulo può condurre a un tesoro, che i tesori sprofondano nella terra quando qualcosa non va, che i tesori sfuggenti [slippery nell’originale] possono essere legati con un filo bianco di seta e salvati, e che vari momenti del giorno e del mese sono di miglior auspicio di altri per la ricerca. Capisce il complicato scopo di bastoni da rabdomante [divining rods nell’originale] e di altri rituali per la localizzazione di siti di tesori. Sa che il modo più sicuro per perdere un tesoro è di parlare mentre si scava e vi può dire che lo scopo di molti spiriti della terra e spettri è di spaventarvi tanto da farvi violare la regola del silenzio. Sa anche che parlare è permesso in un solo caso -quando uno legge dalla Bibbia, l’innario o il sesto e settimo libro di Mosè, un opuscolo di superstizione, magia nera e altri fini. Che il dio e il rito cristiano siano usati per recuperare il tesoro appare logico per via del fatto che l’origine di molti tesori implica spargimento di sangue e crimini, come è spiegato da un pescatore del South Carolina: “Tesoro sepolto da sprezzante, rancoroso e avido assassinio, furto e omicidio.” Una ricchezza di tale origine può essere ben vista come beni del diavolo. Gli spiriti guardiani del tesoro erano anche loro certamente creature maligne. L’area sotto il suolo -dove era solitamente situato il tesoro- è da tempo considerata il dominio del diavolo. Non è perciò sorprendente che le forze del bene venissero invocate in soccorso nel recupero delle ricchezze sepolte. Alcuni cercatori di tesori per la verità ricorrono all’aiuto del diavolo per localizzare tesori. In un caso, quando un pio cristiano aveva provato a scavare per un tesoro trovato con l’aiuto del diavolo, emersero dalla buca demoni e uccelli dai grandi occhi per schernire tutti i bravi uomini. Nella maggior parte dei racconti, tuttavia, l’evocazione è fatta nel nome del dio cristiano e le precauzioni che si prendono possono essere collegate senza gran difficoltà a riti e credenze cristiani. Oltre a leggere le scritture e l’innario e usare un libro attribuito a Mosè, il più grande di tutti gli evocatori, colui che sorveglia lo spirito osserva altre pratiche. Non andrà a caccia di tesori con nessuno che abbia versato sangue. Può contenersi sessualmente per quattro giorni prima di partire alla ricerca. Ripulisce le tasche dal tabacco.”
Queste stesse credenze di tesori che vengono sepolti e poi scivolano via quando si cerca di recuperarli appaiono anche nel Libro di Mormon, dicendoci qualcosa sulla cultura del suo autore:
“Ed ecco, una maledizione colpirà il paese, dice il Signore degli Eserciti, per colpa del popolo che vi vive, sì, a causa della loro malvagità e delle loro abominazioni. E avverrà, dice il Signore degli Eserciti, sì, il nostro grande e vero Dio, che chiunque nasconderà dei tesori nella terra non li ritroverà più, a causa della grande maledizione del paese, salvo che sia un uomo giusto e lo nasconda per il Signore. Poiché io voglio, dice il Signore, ch’essi nascondano i loro tesori per me; e maledetti sian quelli che non nascondono i loro tesori per me; poiché nessuno nasconde il suo tesoro per me salvo i giusti, e colui che non nasconde il suo tesoro per me è maledetto, e anche il tesoro, e nessuno potrà recuperarlo, a causa della maledizione del paese. […] Oh, se mi fossi pentito e non avessi ucciso i profeti e non li avessi lapidati e scacciati. Sì, in quel giorno direte: Oh, se ci fossimo ricordati del Signore nostro Dio nel giorno in cui ci dette le nostre ricchezze, allora non sarebbero divenute fugaci e non le avremmo perdute; poiché, ecco, le nostre ricchezze se ne sono andate. Ecco, lasciamo qui un attrezzo e l’indomani è sparito; ed ecco, le nostre spade ci sono tolte il giorno in cui le cerchiamo per combattere. Sì, abbiamo nascosto i nostri tesori e ci sono scivolati via a causa della maledizione sul paese. Oh, se ci fossimo pentiti nel giorno in cui ci giunse la parola del Signore; poiché ecco, il paese è maledetto ed ogni cosa è divenuta viscida [slippery nell’originale] e non possiamo trattenerla.” (Helaman 13:17-19, 33-36, profezia di Samuele il Lamanita)
“E quei ladroni di Gadianton che erano fra i Lamaniti infestavano il paese, tanto che i suoi abitanti cominciarono a nascondere i loro tesori sotto terra; ed essi diventarono imprendibili perché il Signore aveva maledetto il paese, cosicché non poterono più custodirli, né ricuperarli. E avvenne che c’erano sortilegi, e stregonerie e magie; e il potere del maligno veniva esercitato su tutta la faccia del paese, fino all’adempimento di tutte le parole di Abinadi ed anche di Samuele il Lamanita.” (Mormon 1:18-19)
Anche gli Smith credevano a queste superstizioni e le praticavano assiduamente, tanto che la matriarca Lucy Mack Smith scrive nella biografia del figlio, per prevenire le accuse di indolenza rivolte spesso ai cercatori di tesori: “Ora cambierò il soggetto per il momento. Ma il mio lettore non immagini, dato che seguirò un altro tema per un po’, che cessammo il nostro lavoro e andammo a provare a ottenere la facoltà di abrac, tracciare cerchi magici o divinare a scapito di ogni attività. Non abbiamo mai permesso durante le nostre vite che un interesse importante inghiottisse ogni altra obbligazione. Ma, mentre lavoravamo con le nostre mani, ci sforzammo di ricordare la cura e il benessere delle nostre anime.” (Lucy Mack Smith, History, 1844-1845, libro 3, p. 10)
Abner Cole, che pubblicava il suo quotidiano a Palmyra, fa diversi riferimenti agli Smith e nel numero del Reflector del 1° febbraio 1831 dice, parlando dei cercatori di tesori della zona:
“Non è inopportuno a questo punto menzionare che la mania di cercar tesori iniziò a diffondersi rapidamente in molte parti di questo paese; uomini e donne senza distinzione di età o sesso divennero meravigliosamente dotti nelle scienze occulte, molti sognavano e altri ebbero visioni che rivelavano loro tesori ricchi e luccicanti nelle profondità della terra e, per facilitare queste vaste operazioni minerarie (il denaro si cercava di solito, se non sempre, nelle tenebre della notte), furono inventate varie tecniche e strumenti e, sebbene lo spirito fosse sempre in grado di trattenere il suo prezioso carico, questi esseri sconvolti e illusi tornavano al lavoro la notte successiva senza dubitare lontanamente che il successo avrebbe infine seguito le loro fatiche.
Bastoni da rabdomante [mineral rods nell’originale] e sfere (com’erano chiamati dagli impostori che ne facevano uso) erano considerati guide infallibili per la fonte delle ricchezze. Pietre divinatorie [peep stones nell’originale] o ciottoli, presi indistintamente da un torrente o un campo, venivano messi in un cappello o un altro posto separato dalla luce; maghi o streghe (poiché queste esibizioni non erano limitate a un solo sesso) vi aderivano gli occhi e, quasi scuotendo via i loro bulbi oculari dalle orbite, dichiaravano di vedere tutte le meraviglie della natura inclusi ovviamente grandi depositi di argento e oro.”
L’umorista Seba Smith, nel suo racconto del 1840 “The Money Diggers: A Down East Story”, spiega il funzionamento di queste mineral rods:
“Ma che cos’è un bastone da rabdomante?” disse Bill. “Ma come, non lo sai? È un ramo verde biforcuto di amamelide, tagliato lungo un piede e mezzo o due piedi. E coloro che hanno il potere di adoperarlo impugnano le estremità del ramo in ciascuna mano e tengono l’altra estremità dove i rami si uniscono puntata verso il cielo. E quando sono vicini a dove ci sono minerali, oro o argento sepolti nel suolo, il bastone si piega in quella direzione; e quando arrivano sul punto esatto, il bastone si piegherà all’ingiù puntando verso il suolo.”
Il 20 marzo 1826 Joseph finirà nei guai quando dei parenti di Josiah Stoal (scritto anche Stowel e Stowell in altri documenti) lo denunciano per essere “una persona molesta e un impostore”. Già nel 1783 una legge di New York aveva definito persone moleste "tutti coloro che sostengono di avere abilità in fisiognomia, chiromanzia o simili scienze capziose o che sostengono di poter predire il futuro o scoprire dove possono essere nascosti beni perduti.” (“Laws of the State of New-York”, vol. I, p. 123)
Gli appunti del giudice Albert Neely (Fraser’s Magazine, febbraio 1873, vol. VII, p. 229-230) contengono una dichiarazione interessante di Joseph Smith (definito glass looker nella nota spese del processo) su una sua certa pietra data durante il processo:
“Il prigioniero è interrogato: dice che viene dalla cittadina di Palmyra e che era stato in casa di Josiah Stowel a Bainbridge per la maggior parte di quel tempo; era stato impiegato per poco tempo nella ricerca di miniere ma era stato impiegato da detto Stowel per lo più alla sua fattoria e ad andare a scuola. Che aveva una certa pietra che aveva scrutato occasionalmente per determinare dove ci fossero dei tesori nascosti nelle viscere della terra; che afferma di dire in tal modo dove ci fossero delle miniere d’oro a una certa profondità sottoterra e che aveva scrutato diverse volte per il signor Stowel e lo aveva informato su dove avrebbe potuto trovare questi tesori e che il signor Stowel era stato occupato a scavare per trovarli. Che a Palmyra rivendicava di poter dire guardando la sua pietra dove fossero sepolte in Pennsylvania monete coniate e che, mentre era a Palmyra, aveva stabilito frequentemente in quel modo dove fossero situati beni perduti di vario genere; che per tre anni aveva avuto occasionalmente l’abitudine di guardare attraverso questa pietra per trovare beni perduti, ma che ultimamente aveva praticamente lasciato perdere in quanto danneggiava la sua salute, specialmente i suoi occhi, facendoglieli dolere; che non sollecitava affari di questo tipo e che aveva invece sempre rifiutato di avere qualcosa a che fare con queste attività.”
Abbiamo anche la testimonianza di un collega:
“Jonathan Thompson dice che al prigioniero fu richiesto di cercare un baule di soldi; guardò e sostenne di sapere dove fosse e che il prigioniero, Thompson e dei lavoratori andarono alla sua ricerca; che Smith arrivò sul luogo per primo; era notte; che Smith guardò nel cappello mentre era lì e, quando fu molto buio, disse com’era disposto il forziere. Dopo aver scavato per diversi piedi colpirono qualcosa che fece un rumore simile ad una tavola o a un’asse. Il prigioniero non guardò di nuovo, sostenendo che era preoccupato in merito alle circostanze in cui era stato sepolto il baule e di cui si era appena ricordato. Che l’ultima volta che aveva guardato aveva visto distintamente i due Indiani che avevano sepolto lo scrigno, che fra i due era seguito un litigio e che uno di questi Indiani era stato ucciso dall’altro e gettato nella fossa di fianco al forziere per fargli, immaginava, la guardia. Thompson dice che crede nelle abilità professate dal prigioniero; che l’asse che aveva colpito con la sua pala era probabilmente il forziere ma che a causa di un incantesimo il cofano continuava ad allontanarsi da sotto di loro mentre scavavano; che ciononostante persistettero continuamente a rimuovere terreno mentre tuttavia il forziere si manteneva pressappoco equidistante da loro.”
Martin Harris conferma questi eventi in un’intervista del 1859 allo spiritualista Joel Tiffany: “In quel vicinato c’era una compagnia che scavava per trovare denaro che era stato nascosto presumibilmente dagli antichi. In questa compagnia c’erano l’anziano signor Stowel -credo che il suo nome fosse Josiah- e anche l’anziano signor Beman, poi Samuel Lawrence, George Proper, Joseph Smith figlio, suo padre e suo fratello Hiram. Scavavano alla ricerca di denaro a Palmyra, Manchester e anche in Pennsylvania e altri luoghi. Quando Joseph trovò questa pietra, c’era una compagnia che scavava a Harmony, in Pennsylvania, e avevano ingaggiato Joseph per guardare nella pietra per loro; e così fece per un po’, ma poi disse loro che l’incantesimo era così forte che non poteva vedere e rinunciarono.” Harris spiega anche nel paragrafo precedente, in cui parla delle tavole d’oro, che “queste tavole vennero trovate nel punto settentrionale di una collina due miglia a nord del villaggio di Manchester. Joseph aveva una pietra che era stata estratta dal pozzo di Mason Chase a 24 piedi sotto la superficie. In questa pietra poteva vedere molte cose, è mia conoscenza certa. Fu attraverso questa pietra che scoprì per la prima volta quelle tavole.”
Gli affidavit di Hurlbut
Dopo essere stato scomunicato nel 1833, Doctor Philastus Hurlbut decide di andare a Palmyra e Manchester per raccogliere degli affidavit (dichiarazioni giurate davanti a un giudice o notaio alla presenza di testimoni) di vicini, compaesani e conoscenti degli Smith, che mettono in luce le loro attività di cercatori di tesori. Di seguito ne sono citati alcuni, che spesso e volentieri erano anch’essi cercatori di tesori ma tenevano a che non si sapesse visto che criticavano gli Smith per fare lo stesso.
Willard Chase era un altro cercatore di tesori e per salvare la faccia nasconde che anche sua sorella Sally era molto famosa per usare una pietra divinatoria verde. Racconta che nel 1822 aveva assunto Joseph Smith e il fratello Alvin per scavare un pozzo (per suo fratello Mason) e che trovò una pietra dall’aspetto particolare, quella che poi userà per cercare i tesori e dettare il Libro di Mormon.
“Joseph la mise nel suo cappello e poi mise la sua faccia nell’apertura del cappello. Smith ha detto che aveva tirato fuori lui la pietra dal pozzo, ma questo è falso: c’ero soltanto io in quel pozzo. La mattina seguente venne da me desiderando ottenere la pietra, dicendo che poteva vederci dentro; gli dissi che non volevo separarmene perché era particolare, ma che potevo prestargliela. Dopo aver ottenuto la pietra cominciò a rendere pubbliche quali meraviglie poteva scoprire guardandoci dentro e creò un tale tumulto fra la parte credulona della comunità che gli ordinai di restituirmela.”
Joseph riuscì comunque a farsi prestare di nuovo la pietra, ma stavolta non gliela restituì. Chase aggiunge poi che nel giugno del 1827 Joseph Smith padre gli aveva raccontato quanto segue sul ritrovamento del Libro di Mormon:
“Alcuni anni fa uno spirito era apparso in una visione a suo figlio Joseph e lo aveva informato che esistevano in un certo posto degli annali su tavole d’oro e che egli era la persona che doveva ottenerli facendolo nel modo seguente: il 22 settembre [n.b. equinozio d’autunno] avrebbe dovuto recarsi nel luogo in cui era deposto questo manoscritto vestito in abiti neri e conducendo un cavallo nero con un frustino, e richiedendo il libro in un certo nome e, dopo averlo ottenuto, avrebbe dovuto andarsene via direttamente senza posarlo a terra né guardando dietro di sé. Pertanto fornirono Joseph di un completo nero e presero in prestito un cavallo nero. Si recò nel luogo di deposito e chiese il libro, che era in una scatola di pietra non sigillata e così vicina alla superficie che poteva vederne un’estremità e, sollevatala, estrasse il libro d’oro. Ma, temendo che qualcuno avrebbe potuto scoprire dove l’avesse preso, lo posò a terra per rimettere a posto il coperchio di pietra così come lo aveva trovato; giratosi, fu sorpreso che non ci fosse nessun libro in vista. Riaprì di nuovo la scatola e ci vide dentro il libro e provò a tirarlo fuori, ma venne ostacolato. Vide nel contenitore una cosa simile a un rospo, che assunse rapidamente le sembianze di un uomo e lo colpì sul lato della testa. Non scoraggiato da una sciocchezza, si piegò di nuovo per cercare di recuperare il libro quando lo spirito lo colpì nuovamente scagliandolo lontano tre o quattro pertiche [una pertica misurava circa 5 metri] e facendogli molto male. Dopo essersi ripreso dallo spavento, chiese perché non potesse recuperare le tavole, al che lo spirito rispose perché non aveva seguito i suoi ordini. Chiese poi come avrebbe potuto averle e gli fu risposto così: vieni fra un anno da oggi, porta con te il tuo fratello maggiore e le avrai.”
Alvin però morì due mesi dopo e, al secondo incontro, lo spirito gli disse di tornare l’anno successivo con un certo uomo, che avrebbe riconosciuto dopo averlo visto. Joseph decise che costui era Samuel T. Lawrence, suo compagno nella caccia a tesori nascosti, e lo portò sulla collina di Cumora. Lì “Gli mostrò dove fosse il tesoro. Lawrence gli chiese se avesse trovato qualcosa assieme alle tavole d’oro; gli disse di no; gli chiese quindi di guardare nella sua pietra per vedere se non ci fosse nulla con esse. Guardò e disse che non c’era nulla; gli disse di guardare di nuovo e di controllare se non ci fosse un grande paio di occhiali assieme alle tavole; guardò e vide un paio di occhiali, gli stessi con i quali Joseph disse di aver tradotto il Libro di Mormon.”
Joseph poi raccontò a Chase che, accompagnato in carrozza dalla moglie Emma ai piedi della collina, aveva recuperato le tavole e le aveva nascoste in un tronco. Qualche giorno dopo, andando a recuperarle per timore che qualcuno le avesse trovate, aveva steso due uomini che lo avevano aggredito mentre le portava a casa avvolte nella sua giacca. “Fece l’osservazione che non avrebbe ottenuto il libro se non fosse stato per quella pietra (che riconobbe essere di mia proprietà).” Poi “Dato che i suoi vicini erano disgustati dalle sue sciocche storie, decise di tornare in Pennsylvania per evitare quella che lui chiamava persecuzione.” Joseph fa la conoscenza del facoltoso fattore Martin Harris, a cui chiede 50 dollari, e “Nella primavera del 1829 Harris andò in Pennsylvania e, al suo ritorno a Palmyra, riportò che la moglie del profeta avrebbe dato alla luce nel mese di giugno un maschietto che sarebbe stato in grado a due anni di tradurre la Bibbia d’oro. Poi disse che avremmo visto Joseph Smith camminare per le strade di Palmyra con sottobraccio una Bibbia d’oro indossando un pettorale aureo e con una spada d’oro sul fianco. Questo tuttavia si rivelò del tutto falso.”
Peter Ingersoll: “Un giorno stavo arando vicino alla casa di Joseph Smith padre verso mezzogiorno e mi chiese di camminare con lui non lontano da casa sua per vedere se un bastone da rabdomante [mineral rod nell’originale] potesse funzionare nelle mie mani, dicendomi anche che era sicuro che sarebbe stato il caso. Dato che i miei buoi stavano mangiando e che io stesso ero libero, accettai l’invito. Quando arrivammo vicino a dove diceva ci fosse il denaro, tagliò un cespuglietto di amamelide e mi spiegò come tenerlo. Si allontanò poi qualche pertica e mi istruì di dire al bastone “vai verso i soldi”, cosa che feci a voce alta. Mi rimproverò severamente di averlo detto forte, dicendo che doveva essere sussurrato. Era un’attività nuova per me. Mentre il vecchio stava a qualche pertica mettendosi in varie pose, gli dissi che il bastone non funzionava. Sembrò molto sorpreso e disse che gli sembrava di averlo visto muoversi nelle mie mani. Era il momento per me di tornare al lavoro. Al mio ritorno raccolsi una piccola pietra lanciandomela noncurante fra una mano e l’altra. Mi disse, sembrando molto serio, cosa pensi di fare con quella pietra? Gli risposi lanciarla agli uccelli. Il vecchio disse no, ha molto valore e quindi gliela diedi. Mi disse se solo sapessi quali ricchezze ci sono dietro casa mia e, indicando un luogo vicino, esclamò laggiù c’è un forziere pieno d’oro e un altro d’argento. Poi mise la pietra che gli avevo dato nel suo cappello, sporgendosi in avanti e piegandosi, facendo varie manovre abbastanza simili a quelle di un’esca per piccioni. Alla fine abbassò il cappello e disse con una voce flebile, del tutto esausto, se sapessi ciò che ho visto, crederesti. […] Poi suo figlio Alvin si diede allo stesso spettacolo, che era ugualmente grottesco.”
Poi cita un altro paio di episodi:
“Un’altra volta Joseph padre mi disse che il miglior momento per cercar tesori era nella calura estiva, quando il caldo faceva risalire i bauli di soldi vicino alla superficie del suolo. Vedi, mi disse, le grosse pietre sul suolo? Le chiamiamo rocce, e ne hanno proprio l’espetto, ma in realtà la maggior parte di esse sono bauli pieni di soldi fatti risalire dal calore del sole. Un’altra volta invece mi disse che gli antichi abitanti di questo paese usavano cammelli invece di cavalli. A prova di ciò disse che in una certa collina nella fattoria del signor Cuyler c’era una grotta contenente un’immensa quantità di oro e argento, panoplie e anche una sella per cammelli appesa a un piolo in un fianco della caverna. Gli chiesi di che tipo di legno fosse il piolo. Non sapeva dirlo, ma disse che era simile a pietra o ferro.”
William Stafford (anche lui proprietario di una pietra divinatoria e cerca di minimizzare la sua partecipazione alla caccia ai tesori): “Gran parte del loro tempo era dedicato a scavare alla ricerca di denaro, specialmente di notte, quando dicevano che il denaro poteva essere ottenuto più facilmente. Li ho sentiti raccontare favole meravigliose in merito alle scoperte che avevano fatto durante le loro bizzarre attività di cercatori di tesori. Dicevano per esempio che in un certo posto, su una certa collina nella fattoria di un certo uomo erano deposte chiavi, botti e barili di monete d’argento e d’oro, lingotti d’oro, icone auree, pentole di rame piene d’oro e d’argento, candelabri d’oro, spade e così via. Dicevano anche che quasi tutte le colline in questa zona di New York erano state innalzate da mano umana e che dentro di loro c’erano grandi caverne che Joseph figlio poteva vedere mettendo una pietra di aspetto particolare nel suo cappello in modo da escludere completamente la luce. All’epoca sostenevano che potesse vedere ogni cosa dentro e sotto la terra, che poteva vedere nelle suddette caverne grossi lingotti d’oro e tavole d’argento e che poteva anche scoprire gli spiriti nelle cui cure erano i tesori, vestiti con abiti antichi. In alcuni momenti questi tesori potevano essere ottenuti molto facilmente; in altri era difficile ottenerli. La facilità a potervisi avvicinare dipendeva in gran parte dalla fase della luna. Credo che il novilunio e il Venerdì santo fossero considerati i momenti più propizi per ottenere quei tesori. Considero immaginarie queste storie.”
“Una notte venne da me Joseph Smith padre dicendomi che Joseph figlio stava guardando nel suo cristallo e aveva visto a non molte pertiche da casa sua due o tre pentole piene d’oro e argento a qualche piede sotto la superficie del terreno e che solo il vecchio Joseph e io stesso avremmo potuto recuperarle. Acconsentii pertanto ad andare e ci recammo la sera presto al luogo del deposito. Joseph padre tracciò dapprima un cerchio del diametro di dodici o quattordici piedi e disse che quel cerchio conteneva il tesoro. Conficcò poi nel suolo una serie di bastoncini di amamelide intorno a detto cerchio allo scopo di allontanare gli spiriti malvagi. All’interno del cerchio ne tracciò un altro di circa otto o dieci piedi di diametro. Camminò intorno all’estremità di questo cerchio per tre volte sussurrando fra sé qualcosa che non riuscivo a capire. In seguito piantò una verga di ferro al centro dei cerchi e ci venne imposto un totale silenzio, altrimenti avremmo risvegliato lo spirito maligno che aveva la custodia di questi tesori. Dopo aver scavato una fossa profonda circa cinque piedi attorno alla verga, il vecchio chiese il permesso di andarsene con segni e gesti e andò a casa a chiedere al giovane Joseph il motivo del nostro fallimento. Tornò poco dopo e disse che Joseph era rimasto tutto quel tempo in casa guardando nella sua pietra e sorvegliando i movimenti dello spirito maligno, che aveva visto lo spirito risalire fino al cerchio e che non appena aveva visto il cono che avevamo creato attorno alla verga aveva fatto sprofondare il denaro. Andammo quindi in casa e il vecchio disse che avevamo fatto un errore all’inizio dell’opera; non fosse stato per quello, disse, avremmo potuto recuperare il denaro.”
“Il vecchio Joseph e uno dei ragazzi venne da me un giorno e disse che Joseph figlio aveva scoperto dei tesori davvero notevoli e di valore che potevano essere recuperati in un solo modo. Il metodo era il seguente: si doveva portare una pecora nera nel luogo in cui erano nascosti i tesori e, dopo averle tagliato la gola, la si doveva trascinare in cerchio mentre sanguinava. Fatto questo, la collera dello spirito maligno si sarebbe placata: si sarebbe perciò potuto recuperare il tesoro e la mia parte sarebbe stata un quarto. Gli lasciai prendere una pecora grande e grassa per appagare la mia curiosità. In seguito mi informarono che la pecora venne uccisa secondo comandamento ma che, essendoci stato un errore nel processo, non sortì l’effetto desiderato.”
Joseph Capron: “La famiglia Smith aveva moltissima considerazione per Joseph figlio a motivo di qualche potere sovrannaturale che diceva di possedere. Sosteneva che questo potere gli veniva per mezzo di una pietra con caratteristiche peculiari. La pietra veniva messa in un cappello in modo da escludere completamente la luce eccetto quella emanata dalla pietra stessa. Diceva che la luce di questa pietra gli permetteva di vedere ogni cosa che desiderava. Pertanto scopriva fantasmi, spiriti infernali, montagne di oro e argento e molti altri tesori inestimabili deposti nel suolo. Diceva spesso ai suoi vicini delle sue incredibili scoperte e li esortava a imbarcarsi nell’attività di cercatori di tesori. A chiunque avesse seguito i suoi consigli sarebbero toccati lusso e ricchezza. Si riunì presto una banda: alcuni di loro erano spinti da curiosità, altri erano esaltati nelle loro aspettative di guadagno immediato. Racconterò un episodio in modo che un non iniziato sappia come la compagnia scavava alla ricerca di tesori. Il sapiente Joseph scoprì a nordovest di casa mia un baule pieno di orologi d’oro ma, essendo possesso di uno spirito malvagio, ci volevano abilità e uno stratagemma per recuperarli. Pertanto si diede ordine di infilarci intorno un carico di grossi pali nel suolo in forma circolare per molte pertiche. Questo doveva essere fatto direttamente sopra il punto in cui il tesoro era sotterrato. Si mandò un messaggero a Palmyra per recuperare una spada lucidata; dopodiché Samuel F. Lawrence, spada sguainata in mano, marciò intorno per fare la guardia da un qualsiasi assalto che sua maestà satanica avrebbe voluto fare. Nel frattempo il resto della compagnia era alacremente occupato a scavare per trovare gli orologi. Lavorarono, come al solito, fino a essere esausti ma, nonostante il coraggioso difensore Lawrence e il loro bastione di pali, il diavolo l’ebbe vinta e si portò via gli orologi.”
La famiglia di Eldred G. Smith (pronipote di Hyrum Smith nonché ultimo patriarca presiedente), morto nel 2013 alla veneranda età di 106 anni, ha tre fogli di carta con disegnati sopra simboli magici e custoditi in una borsetta in cotone che si appendeva al collo, usati presumibilmente dai suoi antenati durante le ricerche di tesori.
A questo punto è possibile vedere che la storia di Joseph Smith che trova le tavole d'oro con la pietra divinatoria e lo spirito di Moroni che gli impedisce di recuperarle perché non ha seguito le istruzioni rientra nel filone delle favole raccontate dai money diggers. La pietra divinatoria di Joseph, che è un ovale marrone con strisce più scure, sarà protagonista della storia ancora per un po'.
[Prosegue nei commenti]
submitted by MacCohen to Exmormoni [link] [comments]


2020.06.08 18:47 AtlasAstronomer Despre Dl. CarutaCuBani, si cum sa castigi "1-2 mii de EUR lejer instant"

Daca nu il stiti pe Dl. CarutaCuBani (Caruta cu Bani), el este un domn de 30 ani, independent financiar, care ofera un curs extraordinar de investitii imobiliare la doar 890 RON, cu un blog si canal YouTube atasat, amandoua destul de populare, in care ii invata pe romani cum sa faca bani.
Legat de cursul sau, il voi cita pe domn: "Acei 890 RON sunt un nimic. Doar dintr-un capitol al acestui curs castigi 1-2 mii de EUR lejer instant".
Mi-a spus asta chiar el astazi intr-o prea scurta conversatie: https://i.imgur.com/ZT1L4br.png
https://www.youtube.com/watch?v=2C6qLSi-PKM
As fi dorit sa continui conversatia si sa invat sa castig si eu "1-2 mii de EUR lejer instant", dar din pacate, Dl. CarutaCuBani, ca un adevarat Guru Financiar, mi-a sters comentariile (sau in orice caz, nu mai sunt vizibile).

Va multumesc ca ati citit.
Daca doriti, un upvote ar fi de folos, ca sa ajutam Domnul in cauza sa apara cat mai sus pe Google in cautari, si sa ajutam impreuna cat mai multi romani sa castige si ei 1-2mii de EUR lejer instant.
submitted by AtlasAstronomer to Romania [link] [comments]


2020.05.25 02:16 roro-xpostbot u/Outhouse_Decorator: COVID-19 Info Page - Updates

Salut din nou /Romania!
A trecut ceva timp de la post-ul initial ( https://old.reddit.com/Romania/comments/fw4etcovid19_info_page/ ) , ceea ce inseamna ca multe articole si rezultate au fost publicate intre timp. Am adaugat majoritatea acestora in tabelul din Info page ( http://moitessier-group.mcgill.ca/covid19/covid.php ) dar m-am gandit ca poate ar fi util sa fac un scurt rezumat al celor mai importate stiri:

Medicamente

  1. Trei medicamente au primit din partea Food and Drug Administration (FDA) autorizatie pentru a fi oferite pacientilor cu COVID-19: hydroxychloroquine/chloroquine, remdesivir si un medicament pentru a seda pacientii ce necesita ventilatie mecanica
  2. Intr-un articol publicat acum 2 zile in publicatia The Lancet ( https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(20)31180-6/fulltext31180-6/fulltext) ) , un studiu pe 96000 de pacienti arata ca tratamentul cu hydroxychloroquine/chloroquine nu aduce absolut niciun beneficiu pacientilor cu COVID-19. Mai mult, efecte secundare extrem de periculoase (in special aritmii) au fost observate la majoritatea pacientilor.
  3. Intr-un articol publicat acum 2 zile in publicatia The New England Journal of Medicine ( https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa2007764 ) rezultatele arata ca remdesivir e superior fata de placebo cand vine vorba de de a petrece mai putine zile in spital (11 fata de 15). In plus, mortalitatea masurata la 14 zile dupa administrarea tratamentului (sau a unui placebo) arata ca pacientii ce au primit remdesivir mor in medie cu 4% mai putin. Foarte important: remdesivir e util DOAR daca e administrat la pacientii cu varianta usoara/medie de COVID-19. Pacientii cu stadii avansate de COVID-19 nu beneficiaza de rezultatele aratate de remdesivir in pacientii cu boala usoara/medie. Principalul motiv este reprezentat de impactul virusului asupra organismului si a replicarii foarte rapide a virusului in acest stadiu.
  4. Multe alte medicamente: ivermectin, lopinaviritonavir, baricitinib, famotidine, favipiravir - se afla in diferite stadii ale studiilor clinice. Rezultate preliminare sunt asteptate in urmatoarele 2-3 luni.

Vaccinuri

Sunt peste 100 de vaccinuri in dezvoltare. Cele mai importante sunt cum urmeaza:
  1. mRNA-1273 dezvoltat de Moderna Therapeutics: faza I a studiilor clinice arata ca anticorpi au fost generati in toti pacientii (45 pacienti sanatosi intre 18-55 ani) carora le a fost administrat vaccinul. Mai mult, rezultatele arata ca vaccinul este tolerat excelent de pacienti, cu efecte secundare minore. Motive de ingrijorare: mai multi cercetatori, in frunte cu John Rose (Yale University) si Anna Durbin (Johns Hopkins University) sunt sceptici cu privire la rezultatele prezentate de Moderna, in special pentru ca rezultatele nu au fost publicate intr-un jurnal peer-reviewed iar metodele nu au fost publicate nicaieri.
  2. ChAdOx1 nCoV-19 dezvoltat de Universitatea Oxford in parteneriat cu AstraZeneca: rezultatele studiilor clinice initiale arata ca vaccinul a protejat 6 maimute de SARS-CoV-2. Faza I a studiilor clinice a fost finalizata pentru peste 1000 de pacienti, cu rezultatele preliminare aflate in curs de publicare. Fazele II si III sunt in prezent in proces de recrutare de participanti.
  3. INO-4800 dezvoltat de Inovio Pharmaceuticals: faza I a studiilor clinice este in desfasurare. 40 de pacienti au primit prima doza iar rezultatele preliminare sunt asteptate in iunie. O data ce rezultatele sunt procesate si (daca sunt) incurajatoare fazele II/III vor incepe in aceasta vara.
Legat de vaccinuri: consensul este ca un vaccin va fi disponibil abia in urmatoarele 12-18 luni (in cel mai optimist caz):
Dr. Emily Erbelding, an infectious disease expert at NIAID -- which is part of the National Institutes of Health -- said the typical vaccine takes between eight and 10 years to develop. While she is careful not to contradict her boss's timeline -- although she did say "18 months would be about as fast as I think we can go" -- she acknowledged that the accelerated pace will involve "not looking at all the data." - https://www.cnn.com/2020/03/31/us/coronavirus-vaccine-timetable-concerns-experts-invs/index.html
Principalul motiv este legat de necesitatea de a urmari raspunsul imun pe o perioada indelungata, pentru a fi siguri ca nu exista efecte adverse. Cel mai probabil un medicament va ajunge pe piata mai repede decat un vaccin, dar deocamdata, pentru a cita un clasic in viata, "urmaresc cu ingrijorare" situatia :)
Pentru a fi la curent cu ce se intampla in cercetare, recomand cu caldura : https://www.nature.com/articles/d41586-020-00502-w ( Nature wades through the literature on the new coronavirus — and summarizes key papers as they appear. )
In incheiere, va doresc tuturor o saptamana placuta si fara evenimente neprevazute!
submitted by roro-xpostbot to omania [link] [comments]


2020.05.24 19:24 Outhouse_Decorator COVID-19 Info Page - Updates

Salut din nou /Romania!
A trecut ceva timp de la post-ul initial ( https://old.reddit.com/Romania/comments/fw4etcovid19_info_page/ ) , ceea ce inseamna ca multe articole si rezultate au fost publicate intre timp. Am adaugat majoritatea acestora in tabelul din Info page ( http://moitessier-group.mcgill.ca/covid19/covid.php ) dar m-am gandit ca poate ar fi util sa fac un scurt rezumat al celor mai importate stiri:

Medicamente

  1. Trei medicamente au primit din partea Food and Drug Administration (FDA) autorizatie pentru a fi oferite pacientilor cu COVID-19: hydroxychloroquine/chloroquine, remdesivir si un medicament pentru a seda pacientii ce necesita ventilatie mecanica
  2. Intr-un articol publicat acum 2 zile in publicatia The Lancet ( https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(20)31180-6/fulltext31180-6/fulltext) ) , un studiu pe 96000 de pacienti arata ca tratamentul cu hydroxychloroquine/chloroquine nu aduce absolut niciun beneficiu pacientilor cu COVID-19. Mai mult, efecte secundare extrem de periculoase (in special aritmii) au fost observate la majoritatea pacientilor.
  3. Intr-un articol publicat acum 2 zile in publicatia The New England Journal of Medicine ( https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa2007764 ) rezultatele arata ca remdesivir e superior fata de placebo cand vine vorba de de a petrece mai putine zile in spital (11 fata de 15). In plus, mortalitatea masurata la 14 zile dupa administrarea tratamentului (sau a unui placebo) arata ca pacientii ce au primit remdesivir mor in medie cu 4.8 puncte procentuale mai putin. Foarte important: remdesivir e util DOAR daca e administrat la pacientii cu varianta usoara/medie de COVID-19. Pacientii cu stadii avansate de COVID-19 nu beneficiaza de rezultatele aratate de remdesivir in pacientii cu boala usoara/medie. Principalul motiv este reprezentat de impactul virusului asupra organismului si a replicarii foarte rapide a virusului in acest stadiu.
  4. Multe alte medicamente: ivermectin, lopinaviritonavir, baricitinib, famotidine, favipiravir - se afla in diferite stadii ale studiilor clinice. Rezultate preliminare sunt asteptate in urmatoarele 2-3 luni.

Vaccinuri

Sunt peste 100 de vaccinuri in dezvoltare. Cele mai importante sunt cum urmeaza:
  1. mRNA-1273 dezvoltat de Moderna Therapeutics: faza I a studiilor clinice arata ca anticorpi au fost generati in toti pacientii (45 pacienti sanatosi intre 18-55 ani) carora le a fost administrat vaccinul. Mai mult, rezultatele arata ca vaccinul este tolerat excelent de pacienti, cu efecte secundare minore. Motive de ingrijorare: mai multi cercetatori, in frunte cu John Rose (Yale University) si Anna Durbin (Johns Hopkins University) sunt sceptici cu privire la rezultatele prezentate de Moderna, in special pentru ca rezultatele nu au fost publicate intr-un jurnal peer-reviewed iar metodele nu au fost publicate nicaieri.
  2. ChAdOx1 nCoV-19 dezvoltat de Universitatea Oxford in parteneriat cu AstraZeneca: rezultatele studiilor clinice initiale arata ca vaccinul a protejat 6 maimute de SARS-CoV-2. Faza I a studiilor clinice a fost finalizata pentru peste 1000 de pacienti, cu rezultatele preliminare aflate in curs de publicare. Fazele II si III sunt in prezent in proces de recrutare de participanti.
  3. INO-4800 dezvoltat de Inovio Pharmaceuticals: faza I a studiilor clinice este in desfasurare. 40 de pacienti au primit prima doza iar rezultatele preliminare sunt asteptate in iunie. O data ce rezultatele sunt procesate si (daca sunt) incurajatoare fazele II/III vor incepe in aceasta vara.
Legat de vaccinuri: consensul este ca un vaccin va fi disponibil abia in urmatoarele 12-18 luni (in cel mai optimist caz):
Dr. Emily Erbelding, an infectious disease expert at NIAID -- which is part of the National Institutes of Health -- said the typical vaccine takes between eight and 10 years to develop. While she is careful not to contradict her boss's timeline -- although she did say "18 months would be about as fast as I think we can go" -- she acknowledged that the accelerated pace will involve "not looking at all the data." - https://www.cnn.com/2020/03/31/us/coronavirus-vaccine-timetable-concerns-experts-invs/index.html
Principalul motiv este legat de necesitatea de a urmari raspunsul imun pe o perioada indelungata, pentru a fi siguri ca nu exista efecte adverse. Cel mai probabil un medicament va ajunge pe piata mai repede decat un vaccin, dar deocamdata, pentru a cita un clasic in viata, "urmaresc cu ingrijorare" situatia :)
Pentru a fi la curent cu ce se intampla in cercetare, recomand cu caldura : https://www.nature.com/articles/d41586-020-00502-w ( Nature wades through the literature on the new coronavirus — and summarizes key papers as they appear. )
In incheiere, va doresc tuturor o saptamana placuta si fara evenimente neprevazute!
submitted by Outhouse_Decorator to Romania [link] [comments]


2020.01.20 17:11 MacCohen Le fonti del Libro di Mormon

Crescendo in chiesa ho sempre sentito e letto che il libro di Mormon era un esempio di letteratura ebraica e che sarebbe stato impossibile per Joseph Smith scriverlo. Con lo studio e il tempo sono però giunto alla conclusione che queste rivendicazioni avrebbero potuto essere vere solo se lui non avesse letto la Bibbia (da cui trae tutta la sua influenza ebraica) e che anzi il Libro di Mormon dimostra in molti modi come sia nato in una cultura ed un’epoca riconducibili agli Stati Uniti della prima metà del 1800.
Mark Twain ebbe l’occasione di leggere il Libro di Mormon durante un viaggio attraverso lo Utah nel 1861 e scrisse nel suo stile caustico che “Il libro non sembra altro che una prolissa cronaca immaginaria sulla falsariga del Vecchio Testamento, seguita da un tedioso plagio del Nuovo. L’autore si è dato una gran pena per infondere al suo linguaggio gli echi remoti e il ritmo inconfondibile della traduzione di Re Giacomo, e il risultato è un ibrido: una prosa per metà moderna e spigliata, e per metà scarna, arcaica e solenne. La prima è più spontanea, ma il contrasto con la seconda, faticosa e innaturale, le dà un che di grottesco. Ogni volta che Smith trovava il proprio stile troppo attuale – più o meno ogni due frasi – ci ficcava dentro un paio di locuzioni biblicheggianti come “Or avvenne che” o “In capo di alquanto tempo”, e sistemava tutto. Senza gli “Or avvenne che”, il suo intercalare preferito, questa Bibbia sarebbe rimasta un comunissimo pamphlet.” (In cerca di guai, 1872)
Oltre a far notare il linguaggio ispirato alla Bibbia del re Giacomo, che riprende uno stile letterario popolare negli Stati Uniti dal 1770 al 1830 (cfr. First Book of Napoleon e The Late War Between the United States and Great Britain, che presentano diverse espressioni identiche a quelle contenute nel Libro di Mormon che non ci sono nella Bibbia), Mark Twain rimarca che anche la trama ha elementi comuni alla Bibbia.
Fra le somiglianze c'è qualche episodio che mi ha sempre dato da pensare:
Ether 8 Marco 6
11 Ed ora, Omer era amico di Achish; pertanto, quando Giared ebbe mandato a chiamare Achish, la figlia di Giared danzò dinanzi a lui, cosicché gli piacque, tanto che egli la volle in moglie. E avvenne che egli disse a Giared: Dammela in moglie. 12 E Giared gli disse: Te la darò se mi porterai la testa di mio padre, il re. 22 La figliuola della stessa Erodiada essendo entrata, ballò e piacque ad Erode ed ai commensali. E il re disse alla fanciulla: Chiedimi quello che vuoi e te lo darò. 23 E le giurò: Ti darò quel che mi chiederai; fino alla metà del mio regno. 24 Costei, uscita, domandò a sua madre: «Che chiederò?» E quella le disse: «La testa di Giovanni Battista».
Alma 18 Giovanni 1
13 E uno dei servi del re gli disse: Rabbana, che interpretato significa potente o grande re; pensando che i re debbano essere potenti; e gli disse così: Rabbana, il re desidera che tu rimanga 38 E Gesù, voltatosi, e osservando che lo seguivano, domandò loro: Che cercate? Ed essi gli dissero: Rabbì (che, interpretato, vuol dire: Maestro), ove dimori?
Nonostante il Libro di Mormon dica di essere stato scritto dal VI secolo a.C., è costellato di passaggi biblici scritti dopo la conquista babilonese del regno di Giuda, che quindi non erano nelle tavole di Labano: il solo Nefi per esempio cita frequentemente nei suoi due libri il Deutero-Isaia (i capitoli di Isaia a partire dal 40 sono scritti dall’esilio babilonese in poi), Malachia (scritto dopo il ritorno dall’esilio), i quattro Vangeli, Atti, Apocalisse, metà delle lettere paoline (Romani, 1 e 2 Corinzi, Galati, Efesini, 1 Timoteo), Ebrei e 2 Pietro. I successori di Nefi citeranno oltre a questi anche Filippesi, Colossesi, 1 Tessalonicesi, Giacomo, 1 Pietro e 1 Giovanni prima che questi fossero scritti.
Il Libro di Mormon contiene versetti di Marco 16:9-20, un testo non presente nei manoscritti più antichi del Nuovo Testamento ma citato in 2 Nefi 31:14, 3 Nefi 11:33-34, Mormon 9:22-24 ed Ether 4:18. Poi 3 Nefi 13 riprende Matteo 6, ma al versetto 13 conclude la preghiera del Padre Nostro con la frase “Poiché tuo è il regno, e il potere, e la gloria, per sempre. Amen.” Questa si trova nella Bibbia del re Giacomo ma è in realtà un’aggiunta tarda e infatti non la troverete nella vostra Bibbia. Ci sono altri casi in cui il libro di Mormon cita testi spuri dalla re Giacomo, ma voglio restare conciso.
Le citazioni bibliche sono copiate tali e quali dalla Bibbia del re Giacomo, anche quando alcune di queste verranno poi modificate da Smith stesso nella sua Versione Ispirata (per esempio 3 Nefi 13:12, 25-27 e 14:6 sono identici a Matteo 6:13, 25-27 e 7:6 ma nella Versione Ispirata sono diversi). Una traduzione scorretta della Bibbia del re Giacomo porta Smith a parer mio a parlare dell’arco d’acciaio spezzato da Nefi (1 Nefi 16:18), tratta da Salmi 18:34 “He teacheth my hands to war, so that a bow of steel is broken by mine arms”. La traduzione più aggiornata di Luzzi lo rende in “ammaestra le mie mani alla battaglia e le mie braccia tendono un arco di rame” perché il termine originale nehushah in ebraico significa rame o bronzo, ma non acciaio.
I nomi ebraici sono copiati dalla Bibbia (abbiamo addirittura un Timoteo in 3 Nefi 19:4, che però è greco) e Smith arriva a imitare i nomi teoforici ebraici per darsi credibilità (Geremia, Isaia, Elia, Malachia o Zaccaria, composti col suffisso -iah, che indica Geova, ispirano Moroniha, Nefiha, Mathonia, Ammoniha, Cumeniha nel Libro di Mormon). I nomi non biblici invece sono inventati di sana pianta e non seguono l'onomastica ebraica o di qualche popolo precolombiano. I Giarediti, nonostante vivessero molti secoli prima della cultura ebraica, avevano stranamente anche nomi ebraici (Efraim è una collina in Ether 7:9, mentre personaggi chiamati Levi e Aaronne sono presenti nella genealogia di Ether 1:15, 20). La stessa collina di Cumora è secondo me ispirata al nome di Gomorra, che in inglese si pronuncia in modo molto simile.
Il Libro di Mormon è anche pieno di discorsi simili a quelli dei predicatori del secondo grande risveglio. Alexander Campbell, uno dei fondatori del restaurazionismo a cui era legato personalmente Sidney Rigdon, disse dopo aver letto il Libro di Mormon: “Questo profeta Smith, attraverso i suoi occhiali di pietra, ha scritto sulle tavole di Nefi, nel suo Libro di Mormon, ogni errore e quasi tutte le verità discusse nello Stato di New York negli ultimi dieci anni. Egli decide riguardo tutte le grandi controversie -battesimo di bambini, ordinazione, la trinità, rigenerazione, pentimento, giustificazione, la caduta dell’uomo, l’espiazione, transustanziazione, digiuno, penitenza, governo della chiesa, esperienza religiosa, la vocazione al ministero, la resurrezione generale, la punizione eterna, chi può battezzare e perfino la questione della massoneria, del governo repubblicano e i diritti dell’uomo. Ci sono riferimenti ripetuti a tutti questi argomenti. Quanto è benevolo ed intelligente questo apostolo americano, più dei santi dodici, anche aiutati da Paolo! Ha profetizzato su tutti questi argomenti e sull’apostasia e decide, in modo infallibile, con la propria autorità, ogni questione. Com’è facile profetizzare sul passato o sul tempo presente!” (An Analysis of the Book of Mormon, 1832, p. 13) Campbell fa anche notare alle pagine 9-10 dello stesso testo che nel Libro di Mormon ci sono discorsi religiosi antimassonici riguardo alle società segrete (come i ladroni di Gadianton), anch'essi molto comuni all'epoca per via del complottismo di alcune figure religiose e il caso nato dopo la misteriosa scomparsa di William Morgan, nonostante diversi membri della famiglia Smith fossero massoni. Lo stesso Martin Harris riteneva che il Libro di Mormon fosse "la Bibbia antimassonica e che tutti coloro che non ci credono saranno dannati" (Geauga Gazette, 15 marzo 1831)
Lo storico mormone Richard Bushman in un AMA su Reddit del 2015 scrive che “[…] leggendo Alma nel Libro di Mormon, ho iniziato a cercare su Google lunghe frasi dai sermoni e queste apparivano in sermoni nello stesso identico contesto dottrinale. Tutti i discorsi su Gesù nel Libro di Mormon, la sua gloria diremmo, hanno un certo non so che del XIX secolo. Secondo me dovremmo diventare gli esperti di questo materiale e capire cosa ci dice sulla traduzione e la natura del testo." Anche lo scrittore mormone Blake Ostler sostiene che "molte dottrine del Libro di Mormon si spiegano meglio in un contesto teologico del XIX secolo."
Lo stesso re Beniamino che si fa costruire una torre per predicare al popolo che si è disposto in tende rivolte verso di lui (Mosia 2:6-7), riprende i camp meetings del secondo grande risveglio, dove i viaggiatori disponevano l'ingresso delle loro tende davanti alla piattaforma da cui il predicatore parlava.
Che i nativi americani fossero discendenti degli ebrei era un’opinione condivisa da molti nordamericani nel XIX secolo: era in voga il mito dei Moundbuilders (costruttori di tumuli), per cui si sosteneva che i nativi americani non fossero abbastanza avanzati da aver potuto erigere i notevoli tumuli che costellano gli Stati uniti come quelli di Cahokia (Illinois) o Serpent Mound (Ohio), ma che doveva essere stato qualche popolo originario del Vecchio Mondo, magari discendenti delle tribù perdute di Israele, poi caduto nella barbarie o sterminato dagli antenati dei nativi americani. Per fortuna l'archeologia ha smentito da tempo questa leggenda degradante e razzista nei confronti dei nativi. Il concetto è importante anche per View of the Hebrews, un libro del 1823 che secondo il Settanta e assistente storico della Chiesa B. H. Roberts avrebbe potuto ispirare Joseph Smith nella stesura del Libro di Mormon. View of the Hebrews inizia parlando dell’assedio di Gerusalemme da parte di Tito, poi racconta di un gruppo di ebrei che fugge e arriva in America; qui si separano in due fazioni, una civilizzata e repubblicana e una barbarica dedita alla caccia che finirà per distruggere il primo. Si racconta anche di un nativo americano che dice che i suoi antenati avevano sepolto un loro antico libro perché non erano più in grado di leggerlo. View of the Hebrews ha la finalità di spiegare che i nativi americani sono discendenti degli ebrei e che invece di essere sterminati dagli Statunitensi dovrebbero essere convertiti per compiere il raduno di Israele, invocato con molte citazioni tratte da Isaia. (Studies of the Book of Mormon, redatto negli anni ’20 ma pubblicato solo nel 1985)
Il Libro di Mormon e in seguito Joseph Smith in numerose occasioni fanno riferimento alla lingua, alla conoscenza oppure all’astronomia egiziana (Nefi 1:2, Mormon 9:32). La spedizione archeologica sotto Napoleone in Egitto (1799-1801) diede inizio all’egittomania sia in Europa che negli Stati Uniti e Smith dimostrerà molto interesse anche quando comprerà le mummie con i papiri che daranno origine al Libro di Abrahamo e in vari testi in cui sosterrà di conoscere l’egiziano.
Altri eventi del Libro di Mormon vengono dalle esperienze personali di Smith e famiglia, per esempio il sogno di Lehi è ispirato a uno praticamente identico fatto da Joseph Smith Sr:
“Credevo di star viaggiando in un campo aperto e desolato che appariva molto brullo. […] La mia guida, che era al mio fianco come l’altra volta, disse: “Questo è il mondo desolato, ma prosegui.” […] Camminando per un altro breve tratto, giunsi a un sentiero stretto. Imboccai questo sentiero e, dopo averlo percorso per un po’, vidi un bel corso d’acqua che scorreva da est a ovest. Non potevo vedere né la fonte né la fine; ma ovunque arrivassero i miei occhi potevo vedere una fune che correva lungo la sua riva, posta a un’altezza che un uomo poteva raggiungere, e oltre c’era una vallata bassa ma molto piacevole nella quale sorgeva un albero come non ne avevo mai visti prima. Era estremamente bello, tanto che lo contemplai con stupore e meraviglia. I suoi bei rami si allargavano un po’ come un ombrello e reggeva certi frutti molto simili a un riccio di castagno e bianchi come la neve o anche più, se possibile. […] Mi avvicinai e cominciai a mangiarne e lo trovai delizioso oltre ogni descrizione. Mentre mangiavo dissi nel mio cuore: “Non posso mangiarne da solo, devo portare mia moglie e i figli perché possano prenderne parte con me.” Pertanto andai e portai la mia famiglia […] Nel mentre, vidi un edificio spazioso che si ergeva dalla parte opposta della valle nella quale eravamo e sembrava raggiungere il cielo stesso. Era pieno di porte e finestre ed esse erano tutte piene di persone vestite molto lussuosamente. Quando quelle persone ci videro in basso nella pianura, ci puntarono con dita di scherno e ci trattarono in ogni modo irrispettoso e disprezzante. Ma noi ci infischiammo completamente dei loro oltraggi. Poi mi volsi verso la mia guida e gli chiesi il significato del frutto che era tanto delizioso. Egli mi disse che era il puro amore di Dio, riversato nei cuori di tutti coloro che lo amano e osservano i suoi comandamenti. […] chiesi alla mia guida quale fosse il significato dell’edificio spazioso che avevo visto. Rispose “È Babilonia, è Babilonia, e deve cadere. Le persone alle porte e alle finestre sono i suoi abitanti, che scherniscono e disprezzano i Santi di Dio a causa della loro umiltà.” (Lucy Mack Smith, History, 1845, pp. 53-55).
I tesori che sprofondano nella terra e non si riescono più a recuperare, come in Helaman 13:35 e Mormon 1:18, sono la stessa scusa usata da Smith quando cercava tesori nascosti con le sue pietre divinatorie (come testimoniano negli affidavit di Hurlbut molte persone che lo frequentavano). Allo stesso modo, Moroni che protegge le tavole d'oro e che Smith trova con le pietre divinatorie riprende le storie dei cercatori di tesori dell'epoca.
I discorsi di eccezionalismo americano (1 Nefi 2, 13, 22; 2 Nefi 1, 10, Ether 2, 13 e così via) che parlano di come gli USA siano una terra speciale e scelta da Dio su cui non ci saranno re sono significativi, visto che Joseph Smith era nato una generazione dopo la guerra d’indipendenza americana: fa un po’ come Cuore, che era stato scritto per infondere l’amor di patria e la morale nella nuova generazione dell’unità d’Italia. Solomon Mack, nonno materno di Joseph, era un veterano della guerra d'indipendenza. Amici statunitensi, incensando il loro Paese e la sua origine divina, mi fecero realizzare quante somiglianze ci sono fra la versione idealizzata di George Washington (che dichiarò nel 1775 “Abbiamo imbracciato le armi in difesa della nostra libertà, delle nostre proprietà, delle nostre mogli e dei nostri bambini: siamo determinati a conservarle o a morire”, cfr. con Alma 46:12) e il capitano Moroni, che combattono contro gli uomini del re per la propria libertà e i diritti religiosi, idee che appaiono anche in lunghi discorsi politici sia in Nefi che in Alma e che gli Americani più patriottici amano ricordare e citare occasionalmente.
Nel libro sono presenti anche vari vaticinia ex eventu, descrizioni “profetiche” dettagliate di Giovanni Battista (1 Nefi 10:7), Maria (Alma 7:10), apostoli (1 Nefi 11:34), Cristoforo Colombo (1 Nefi 13:12), i Tre Testimoni (Ether 5:4) e anche Joseph Smith stesso (2 Nefi 3:15) incredibilmente specifiche quando si parla di eventi fino a Smith, ma parecchio vaghe quando si parla di avvenimenti successivi.
Si sostiene spesso che Joseph Smith fosse troppo ignorante per aver potuto dettare il Libro di Mormon, ma come si può vedere si era portato avanti grazie alla Bibbia, alla cultura dell’epoca e a esperienze personali che vennero inserite in svariate occasioni nel libro. La prima edizione del Libro di Mormon è poi ricchissima di errori grammaticali. David Whitmer, uno dei Tre Testimoni, dice che “Joseph Smith metteva la pietra divinatoria in un cappello e metteva la faccia nel cappello […] Appariva un pezzo di qualcosa che somigliava a pergamena e su quello appariva la scritta. Appariva un carattere alla volta e sotto questo c'era l'interpretazione in inglese. Il fratello Joseph leggeva l'inglese a Oliver Cowdery, che era il suo scrivano principale, e quando era trascritto e ripetuto al fratello Joseph per vedere se fosse corretto, allora scompariva ed appariva un altro carattere con la sua interpretazione” (An Address to All Believers in Christ, 1887, p. 12). Eppure, nonostante tutta questa precisione, erano presenti discrepanze, contraddizioni, errori gravi nella coniugazione di verbi, un uso sbagliato del pronome thou nelle sue varie forme (poco familiare agli anglofoni oggi, ma anche a Smith), di much e many, di preposizioni e anche una scelta di lessico impropria: errori provenienti da ciò che Smith stesso dettava e non da sbagli di Cowdery, come racconta David Whitmer. Molti di questi errori vengono in seguito corretti, ma mostrano un vocabolario e una costruzione testuale che mi sembrano provenienti proprio da Smith e dal suo stile più che da un dio infallibile.
Insomma, se il Libro di Mormon sembra molto moderno su certe tematiche non è perché è stato scritto “per i nostri giorni”, ma più semplicemente ai nostri giorni.
submitted by MacCohen to Exmormoni [link] [comments]


2019.10.16 12:13 HDfueltech Frase HD Fueltech. Hoy del empresario y magnate de los negocios del sector informático y de la industria del entretenimiento estadounidense, Steve Jobs

Frase HD Fueltech. Hoy del empresario y magnate de los negocios del sector informático y de la industria del entretenimiento estadounidense, Steve Jobs

https://preview.redd.it/0ukncoqhovs31.png?width=1080&format=png&auto=webp&s=3e175d8f60a7b17b34856c0404594a4f0052e69f
Amigos de Global Suplidores SAS, tengan un #FelizMiércoles.
Hoy se celebra el Día Mundial del Jefe. El día del jefe (Bosses Day o National Boss Day, en inglés) es una fiesta secular celebrada el 16 de octubre en los Estados Unidos. Tradicionalmente, ha sido un día para que los empleados agradezcan a su jefe por ser amable y justo durante el año.
Hoy también se celebra, el Día Mundial de la Alimentación. Cada 16 de octubre desde el año 1979 se conmemora el Día Mundial de la Alimentación, Una celebración promovida por la Organización de las Naciones Unidas para la Agricultura y la Alimentación (FAO), con el claro objetivo de disminuir el hambre en el mundo, propósito que también busca la Agenda 2030 con su meta de hambre cero.
Compartimos hoy una frase del empresario y magnate de los negocios del sector informático y de la industria del entretenimiento estadounidense, Steve Jobs.
«La innovación es lo que distingue a un líder de los demás.» – Steve Jobs.
#HDfueltech #Citas #Frases #SteveJobs #DiaMundialdelaAlimentacion #DiaMundialdelJefe #Colombia #Latinoamérica
https://www.instagram.com/hdfueltech
submitted by HDfueltech to Citaseimagenes [link] [comments]


2019.09.19 13:33 HDfueltech Frases HD Fueltech, hoy de la actriz Mae West

Frases HD Fueltech, hoy de la actriz Mae West

https://preview.redd.it/2c9ojl05ejn31.png?width=1080&format=png&auto=webp&s=9a4c2007105fb3e147732f761a3adb7078c0e1cd
#FelizJueves amigos de Global Suplidores SAS.
Hoy da inicio en #Bogotá Feria internacional de arte de Bogotá, organizada por la Cámara de Comercio de Bogotá. Busca fomentar las industrias culturales y creativas para incentivar el desarrollo económico de la ciudad, mediante un modelo de promoción y circulación para las artes plásticas y visuales.
Y hoy se conmemora el 104 aniversario del nacimiento del actor, cantante y comediante mexicano, Germán Valdés "Tin Tan". Y hoy Google celebra el legado de Tin Tan con un Doodle muy especial.
«Solo vives una vez, pero si lo haces bien, una vez es suficiente.» – Mae West, actriz.
#HDfueltech #Frases #Escritos #Citas #TinTan #MaeWest #FeriaInternacionalDeArteDeBogotá #Colombia #México #Latinoamérica
https://www.facebook.com/hdfueltech/
submitted by HDfueltech to Citaseimagenes [link] [comments]


2019.09.17 11:58 schizoidman1 TIL da je Viktor Igo napisao tekst o nehumanom odnosu Turaka prema Srbima i u skupštini apelovao da Francuska, a ujedno i Evropa intervenišu (i još par zanimljivih činjenica o piscu).

Francuski pisac, koji je bio veoma politički aktivan, Viktor Igo, (autor "Jadnika" i "Bogorodične crkve u Parizu"), jedan je od prvih ljudi u političkoj sferi koji su ukazali na tragične događaje Srbije koja se borila za nezavisnost od Turaka, on je 1876. godine objavio jedan tekst - "Za Srbiju" (Srbija je 1878. godine dobila nezavisnost).
''Postaje neophodno da se pažnja evropskih vlada skrene na jedan naoko tako sićušan događaj da ga te vlade, izgleda, ni ne zapažaju. Evo tog događaja: ubijaju jedan narod. Gde? U Evropi. Postoje li za to i svedoci? Postoji jedan, a to je čitav svet. Vide li to i vlade? Ne."
...
"Da se u ovom istom trenutku, tu, sasvim blizu nas, pred našim očima, ubija, pali, pljačka, istrebljuje, da se kolju očevi i majke, prodaju devojčice i dečaci, da se deca koja su još suviše mala da bi bila prodana seku sabljom na dvoje; da se zajedno s kućama spaljuju porodice; da je broj stanovnika u nekoj varoši, za nekoliko časova smanjen od devet hiljada na hiljadu trista"
...
"Da je sve to jezivo, da bi bio dovoljan jedan mig evropskih vlada da se to spreči, i da su divljaci koji čine ta nedela strašni, dok su civilizovani ljudi koji ih puštaju da to čine užasni."
...
"A zatim, zašto se taj narod pobunio? Zašto jedno ljudsko stado neće da bude nečiji posed kao neko stado životinja? Zašto? Zašto?"
Viktor Igo: Za Srbiju (Victor Hugo: Pour la Serbie).
In the 19th century, Karadorde Petrovic, leader of Serbian Revolution, sent a letter to Napoleon expressing his admiration, while in the French parliament, Victor Hugo made a speech asking France to assist Serbia and to protect the Serbian population from Ottoman crimes.
Takođe, Viktor Igo je još tokom devetnaestog veka razmatrao ideju da se osnuje ono što mi danas nazivamo Evropskom unijom i da treba da postoji jedinstvena evropska valuta zbog lakše trgovine, što ga čini jednim od prvih mislioca o toj ideji. Mislio je da ovakvim pristupom neće olako dolaziti do nemira među državama Evrope.
''Bez Evropske republike, bez kontinetalnog saveza, nema politike bezbednosti. Zverstva izvršena u Srbiji nesumnjivo pokazuju da Evropi treba jedinstvo: jedna vlada, jedan opšti bratski sud, demokracija u miru sa samim sobom, kao sedište svih zbratimljenih naroda Pariz, drugim recima opšta sloboda na cijem prestolu blista svetlost.''
Igo je imao veliki uticaj na naše pisce i pesnike, poput Zmaja, Laze Lazarevića i Janka Veselinovića. U njihovim romanima i pripovetkama likovi su čitali njegova dela (u Lazinoj pripovetki "Švabica" lik Janka cita Igoa). Zmaj je često prevodio njegove pesme na srpski jezik, a u nekim svojim je direktno uzeo inspiraciju od njega i rekao je sledece za Igoa:
"Kada mislim na njegovo delo u kome gori vatra entuzijazma, za sve ono što je uzvišeno, za sve ono što je dobro…osećam se kao mrav na pragu neke katedrale."
Knjizevnik Jovan Skerlić o Viktoru Igou, 1902. godine:
„Иго је био песник слободе и социјалне правде, војник демократије, и својим животом и борбама доказао је да то за њега нису биле само празне речи. Он је подизао свој моћан глас за све оне што трпе, и као што се борио за слободу јединки и друштвених класа, он је био заштитник слабих и угњетених народа. Српски народ му поред осталог остаје дужан за онај пламени и срдачни апел 1876. године за права јуначке мале нације.“
Ali kako svaka akcija ima i reakciju, naša književnost je imala uticaj i na njega pa je "pozajmio" našu slovensku antitezu u svojoj pesmi "Mesečina".
Ko to kraj harema uzburkava more?
Ni crni kormoran koga njiše voda,
Ni kamenje zida, ni milenje broda
Cija duga vesla s valima se bore.
To su teške vrece, gde se jecaj gubi.
Isto tako pominje Beograd i Zemun u svojoj pesmi "Gnevni Dunav".
Еј! Београде турски и Земуне
Хришћански! Докле да се тако ради
Господе, вазда и ратови буне!
Ни век да прође - сни да се испуне,
Нису ли свађом обновљени јади
Viktor Igo je umro u Parizu, 22. maja 1885. godine. Veliki broj svetskih umetnika je bilo pozvano na sahranu, kaže se da je "cela" Evropa prisustvovala sahrani. Njegova sahrana (kao i njegov 79. rodjendan) bila je jedna od najvećih sahrana u istoriji, dva miliona ljudi je prisustvovalo sahrani, sahranjen je pored Aleksandra Dime i Emila Zole.
Srpska vlada je poslala venac u Pariz, u znak zahvalnosti za svu propagandu koju je obavio Igo za vreme srpsko-turskog rata.
Srpska narodna zastava se nalazila na Jeliseljskim poljima. Inženjeru T. Petkoviću iz Sremske Mitrovice, je na pamet pala ideja da na pariskom trgu Konkord pusti iz kaveza golubove, jer je znao da je Igo jako voleo ove životinje. Među ljudima koji su se nalazili u povorci bili su i: Stevan Jakšić, Žarko Milutinović, profesori Velike škole, Dragutin Petrović, učenik Josifa Pančića, Tihomir Jovanović vojni sudski kapetan, Milovan Milovanović, tadašnji ministar Spoljnih poslova, pisac Sima Matavulj i drugi.
Prilikom podizanja spomenika slavnom piscu, u njegovom rodnom gradu Bezansonu, u svetskom odboru našao se nas pesnik, Jovan Jovanović Zmaj (Tesla je objavio par Zmajevih dela u jednom njujorškom časopisu, pa se smatra da su Zmaja pozvali na ovaj dogadjaj zbog odjeka koji je stvorio taj casopis).
submitted by schizoidman1 to serbia [link] [comments]


2019.06.06 09:33 annadpk Why Prabowo-Sandi Lost: Caught by the Javanese Tsunami Part 2

Why Prabowo-Sandi Lost: Caught by the Javanese Tsunami Part 1

PLAYING WITH STEREOTYPES

The second reason why Javanese backed Jokowi, was Prabowo and Gerindra looking down and stereotyping people in Central Java. Prabowo uses the politics of fear, and he has been doing this since 2014, and it has worked pretty well .In 2019 Election Prabowo upped his game by stereotyping the Central Javanese, some of it was unintentional like the Boyolali incident, others wasintentional like saying farmers in Central Java committed suicide. Moreover, many Javanese started to see attacks against Jokowi personal attributes and religion as attacks against them, because they realized they played on stereotypes many other Indonesians have of Javanese. Why would Prabowo "insult" Javanese voters. There are two explanations
  1. They stereotyped voters in Central Java during the 2018 Governor's election, and they did reasonably well.
  2. Prabowo knew he would lose in Central Java, but it was to motivate voters in regions supporting him to not vote for Jokowi or PDI-P or you will end up like the Central Javanese.
From the 2018 Governor's campaign in Central Java, Gerindra-PKS coalition tried to place the blame on the poverty of Central Java on the PDI-P. Here is a good example
Dan bagaimana cara kerja mereka melanggengkan dominasi kekuasaan di Jawa Tengah di tengah masyarakat Jawa Tengah yang tetap miskin, (Waketum Gerindra, Ferry Juliantono )
The reality is PDI-P only had effective control over Central Java starting from 2013 when Ganjar Pranowo took over. After Ganjar took over in 2013, there has been big jump in the amount of foreign investment Central Java has been receiving. Under Jokowi, both East and Central Java economies didn't suffer very much from the drop in commodity prices. Compare to the last 4 years of the SBY period, growth in real per capita income dropped from 5.5% a year to 5% in East Java, while in Central Java it actually rose slightly from around 4.35% to 4.58%.
I am going to talk about Javanese stereotypes, because much of the hate toward Jokowi is rooted in him being a walking billboard of these stereotypes. Many upper middle class outer islander particularly in Sumatra have a negative attitude toward working class Javanese.
First, the Javanese were seen as backward, poor, bangsa tempe and servile. Literacy rate in Indonesia in the 1930s was about 8%, and among the Javanese much lower.
In 1930, some of the lowest adult literacy rates in all Indonesia were recorded in the sultanates of Jogyakarta and Surakarta, and one suspects the feudal social structure and poverty in those regions had militarted against the extension of education for any but the bangsawan (nobility)
In the colonial era, the highest rates were in Christian areas like Batakland, Manado, Ambon and followed by conservative Muslims areas like Aceh and West Sumatra. The Javanese were also poor The Javanese transmigrants were the poorest and most deprived of the lot -- landless peasants. THe Javanese were also seen as Bangsa Tempe
Kami menggoyangkan langit, menggemparkan darat, dan menggelorakan samudera agar tidak jadi bangsa yang hidup hanya dari 2,5 sen sehari. Bangsa yang kerja keras, bukan bangsa tempe, bukan bangsa kuli. Bangsa yang rela menderita demi pembelian cita-cita,
At the time the only people in Indonesia who eat tempe were the Javanese and Sundanese.
Given the Javanese were also a hierarchical society, those Javanese peasants were easily pushed around by higher status locals. The victims depicted in Joshua Oppenheimer's sequel to the Act of Killing, Look of Silence, was a Javanese farming family., while the perpetrators were Malays
Because of the hierarchical culture on Java, Javanese women and men were often better suited to be employed as household servants. Up until his second year he became President, Jokowi often acted deferentially toward Megawati. To older generation of non-Javanese he was the Javanese man servant in his Blangkon and servant uniform asking the lady of the house what type of refreshments should he serve the guests. Even his name "Jokowi" was given by a Westerner which reinforces the image of servility..
To many older outer islanders, Jokowi could only be two things. With his medok accent, his skinny frame and his preference for food of the Javanese peasantry, Jokowi is a reincarnation of the 1960s PKI supporting Javanese plantation worker who wanted to overthrow traditional Malay rulers. Or with his servility toward Megawati, he is stereotypical Javanese butler.
The second stereotype applies to working class abangan Javanese is they are childlike and gullible. First the preference for sweet food among the Central Javanese gives off the air they are childlike. In making the Boyolali comment, Prabowo assumed the people of Boyolali, weren't just poor, but unaware of the wider world around them. This childlike image is reinforced by the tendency of working class Javanese to give their children one name, often very simple, names like Suharto, Sumarti, Wiranto, Mulyono and Suparman, The image of the childlike abangan Javanese is really reinforced by their preference for visual imagery over words whether or oral or written. Jokowi symbolizes this childlike nature by allowing people to use his nickname "Jokowi", his popularity with children and his preference for visual imagery.
The third is Javanese are unislamic and Javanese Islam of the NU variety is improper
Prabowo's false statement of Central Javanese hanging reinforces the notion the Javanese aren't Muslim, because committing suicide is a sin in Islam,
First, the popular sentiment that Javanese are un islamic stems from the relative relaxed approach toward Islam found among the Javanese.. Eating dogs, frogs and snakes is popular in Central Java. Here is a story of a Javanese Muslim pig farmer. There is a tolerance about converting away from islam to other religions in Javanese society.
Secondly, Muslim Javanese often put interest of non-believers over Muslims, particularly if they are fellow Javanese. Javanese Christians make up the most of the missionaries operating in Muslims areas in Sumatra, and yet there are is little restriction on their activities relative to neighboring countries. In Singapore, a Christian can be arrested for trying to convert Muslims, in Indonesia they can't
Even NU has a habit of bashing Muslim countries over non-Muslim ones, when fellow Javanese are affected.
Ketua Umum Pengurus Besar Nahdlatul Ulama (PBNU) KH Said Aqil Siroj, turut menyikapi terjadinya penembakan terhadap Tenaga Kerja Indonesia (TKI) di Malaysia. Terjadi ironi dalam kejadian tersebut, dimana TKI di negara non-Muslim dinilainya mendapatkan perlakuan yang lebih baik dibandingkan negara berpenduduk mayoritas Islam
As for the opinion on NU style Islam or Islam Nusantara being improper. People like Rizieq Shabib have criticized Islam Nusantara, but even he is careful enough to say it in jest. What many want to say is NU is "deviant", which only people in organizations like HTI would say openly. What Malay in Malaysia say about Indonesian (Javanese) is what Conservative Sumtrans Muslim think about the Javanese in the deep recess of their consciousness, but don't dare say.
The forth stereotype is the Javanese close association with non-Muslims or even secretly being non-Muslim. These reasons are rooted in history and political considerations.
First, the diffusion of Islam among the Javanese was slow and ad hoc. In the 19th century, in the interior regions of Java, among the abagan peasants, religion was most likely a combination of hindu-buddhism, folk religion and Islam. It didn't help that Quran wasn't fully translated (Kitab tafsir) into Javanese until the last decade of 19th century. Many Muslim Sumatrans, particularly the Acehnese, view the Javanese tolerance of Christianity as a Javanese weakness and servility to the West.
Secondly, outside of Habibie, who's father wasn't Javanese, all of Indonesia's Javanese Presidents have been slandered for having non-Muslims family members or being accused of being non-Muslim themselves, whether real or not. Sukarno's mother was Balinese Hindu, and many believed she had remained Hindu and died a Hindu, Sukarno had to release a photo showing her Muslim funeral ceremony. Tien Suharto was often accused of being born a Catholic. Suharto himself was rumored to be the bastard offspring of a Chinese merchant .Even SBY wasn't immune, there was rumors flying that Ibu Ani was Christian, since her maiden name was Kristiani Herrawati and she went to Christian University of Indonesia. Jokowi's daughter in law was Christian, and luckily for Jokowi the national press, which is controlled largely by Chinese Indonesians, didn't mention her former religion or her conversion to Islam.
Thirdly, Jokowi and Suharto like the Sultans before them use non-Muslims advisors. The Sultan often kept Balinese political and Chinese economic advisors. A Balinese advisor would know the intricacies of the Sultan's relations with various noble houses, but because they weren't Muslim, wouldn't pose a threat. One of Suharto most trusted advisors was Benny Moerdani, and Luhut Panjaitan serves the same function for Jokowi.
Fourthly, the Javanese have complicated relationship with Chinese Indonesians. Relations with Chinese and the javanese were generally good until the late 18th century, when the Dutch and Sultanate of Yogyakarta and Surakarta started sub-contracted the collector of tolls to the Chinese, as non-Muslims they didn't pose a political threat, and the Chinese would act as scapegoats.
After independence, Javanese Presidents have preferred to leave Chinese businesses alone, or favored them over Muslim outer islanders. The reasons are two fold, as non-Muslim, Chinese Indonesians don't pose a political threat, and because the Javanese as an agricultural society don't have a large business class. In contrast, other predominately Muslim ethnic groups in Indonesia, like the Minang and Bugis do, and see the Chinese as competitors. This is the reason why Suharto had no problem giving monopolies to Sudono Salim, at the expense of pribumi businessmen.
If you look at relations with Singapore/China/Chinese Indonesians, Habibie had the most distant relationship. While Suharto's enacted discriminatory policies toward Chinese Indonesians, his close relations with Chinese Indonesian businessmen negated this in the eyes of many Indonesians. While Sukarno, Megawati and Gus Dur might have better policies toward China and Chinese Indonesian than Jokowi, their personal connections with the Chinese isn't as strong as Jokowi. Jokowi as a furniture exporter had a lot of business in Singapore, Taiwan and Hong Kong. He sent his two sons to Singapore to study for both secondary school and university.
Because the relaxed nature of Javanese Islam and Javanese are the work horses of Nusantara, they often work for non-Muslims. Most of the staff working in non-halal Chinese restaurants are Javanese. Javanese maids prefer working in Hong Kong, Taiwan and Singapore, while Muslim maids from other ethnic groups in Indonesia prefer to work in the Middle East or Malaysia.
Jokowi is attacked so viciously is 1) He comes from a working class Javanese abangan, a pagan people only recently "tamed" by Islam 2) He is a member of the PDI-P, which many conservatives believe is a reconstituted PKI. We know Jokowi's father was Muslim. But what about his grand father and great grandfather. Jokowi could claim they were Muslim, but how Muslim were Javanese peasants in the Central Java interior in the early 20th and late 19th century? The Javanese sultan never cared if ordinary Javanese under his rule didn't convert to Islam. Secondly, because the Sultans felt the pesantrens threatened their authority, and until the 20th century restricted clerical activity on their lands.
For the Acehnese, Minang and Malays, the abangan were just a step above the Christian Batak, a people they have a long history of conflict with. The same with Malays vs Dayak, The Batak would raid Acehnese and Minang settlements in head hunting expeditions, and the Acehnese and Minang would retilate by raiding Batak settlements for slaves. The Dayaks also launched headhunting raids into Malay settlements, . The Dayaks more often served as slaves and occupying menial jobs in Malay communities in Kalimantan.
The two other ethnic Javanese Presidents of humble birth, Suharto and SBY avoided this scrutiny by doing exactly that. Suharto did so by being the architect in purging hundred of thousands of mostly Javanese abangan for this membership in the PKI. Or in the case of SBY marrying into the family of the lead figure in the purges in Central Java, Sarwo Edhie Wibowo. Jokowi hasn't done anything that reassures his detractors of his loyality.

CULTURE CLASH: INDONESIAN CAMPAIGN VS JAVANESE CAMPAIGN

The third reason why Prabowo-Sandi lost heavily to Jokowi in Tanah Jawa, is Prabowo ran a Indonesian campaign, while Jokowi ran a Javanese campaign.
ECONOMIC MODEL
Traditionally the Javanese and Sundanese traded rice, a labor intensive crop, for land intensive crops of the outer islands. In the 18h century new lands were opened up on Java, and cash crops were planted, this expanded greatly in the 19th century under the cultivation system. When land ran out on Java,, the Europeans opened plantations in the outer islands (Sumatra). The British did the same in Malaya. Both the Dutch and British imported labor from Java, China and India for the plantations and mines. When Indonesia became independent, this economic system of extracting natural resources and trading them continued. Transmigration program exported Javanese and Balinese to serve as the manpower for newly opened lands.
Gerindra is comfortable with this economic model and its analogies. For Gerindra it all comes down to lack of strong and wise leadership. First they assume land and natural resources is Indonesia's most valuable resource, but resources need tp be better managed. Secondly, it has a confused economic message. It argues Java is reaping all growth and development, but calls Central Java poor. The accusations, Java is benefiting more happens every time there is a commodity crash. Thirdly, there is a assumption working class Indonesians will take up any job they want them to do.
In the first term, Jokowi has promoted tourism and creative industries (e-commerce, film). In his second Jokowi plans lay the ground work for improving Indonesia's manufacturing base, particularly in East and Central Java. The reason why Jokowi given a priority to these industries is there are labor intensive and the majority of Indonesia's population, particularly on Java, don't live in areas blessed with land and natural resources. You need as much foreign investment and expertise as possible, and that is why Jokowi has opened them up.
Even during the campaign stops in Central and East Java, Prabowo hammered at the natural resource theme. Its shows a lack of understanding Java's economic history . In the 1930s, Java was the second largest exporter of sugar in the world after Cuba, In Java and Cuba's case the reason for the decline was nationalization and mismanagement, but the real reason was competition from Brazil. Also starting from the 1970s, sugar cane farming moved from Java to the outer islands. Brazil wants to repeat what they did to Java in the 1950-60s with Palm Oil.
The Javanese have been sending people abroad to work for 150 years, whether within Indonesia or in other countries. Unlike other ethnic groups like Minang or Bugis, where most migrants are men, lower class Javanese women also migrate in search of work, in some cases in greater numbers than men. The priority for the Javanese is breaking this cycle of migration.
Javanese society has an agrarian working class mentality, not a trading mentality. They don't care whether they work for a foreign or local company, the most important thing is they get paid on time, which Prabowo doesn't have a habit of doing with his own companies. To your average working class youth in small town in East Java, what is the difference between working in Sumatra vs Taiwan? There are 270,000 Indonesians working in Taiwan, a good % of them are working in factories. How do you convince the Taiwanese factory owner to move his factory in Central Java? Prabowo-Sandi offers no credible solutions to getting the factory owner to move the factory.
NATIONAL CAMPAIGN VS REGIONAL CAMPAIGN
Prabowo ran a national campaign with the same 2014 message, of elites and foreigners stealing Indonesia's natural resources, and he is the only one who can stop them. The difference this time was the added veneer of Islam, His last campaign rally in Surakarta, it looked like it could have been taken place in West Sumatra or Banten. In contrast, Jokowi campaign rallies were tailored to the region. In Surakarta, PDI-P red dominated and you had dangdut singers performing, while in more conservative cities in East Java, supporters from NU dominated.
It was noticeable in advertising. The difference between Prabowo's music videos this year and in 2014. It was like Prabowo decided to change his sex and become a born again Muslim all at the same time. Nevertheless, Prabowo's video are like a typical music video, you have background and singers signing a catchy campaign tune. Jokowi's Goyang Jempol campaign video has a storyline mixed in with the song, which is typical of Javanese music videos produced by groups like Guyon Waton and Pendhoza. Goyang Jempol gives the impression you are in some 3rd tier town in Central or East Java, while in Prabowo's videos they could be anywhere in Indonesia. The characters are dressed how working class Indonesians would dress when going to the market . Lastly, they also mix in common Javanese words most Indonesians would understand.
ARCHETYPES
The final problem with Prabowo-Sandi's campaign in Tanah Jawa was they went in with Indonesian archetypes. Archetype is defined as a typical example of a person or thing. For our purposes archetype is representative voter persona. The problem with the Indonesian media is they refuse or too scared to acknowledge certain archetype exist. A typical Indonesian archetype might not necessarily resonate well with Javanese voters. The PDI-P and NU, being primarily Javanese organizations, know and target those archetypes. Even in mature democracies people can miss out on archetypes. In the book "Great Revolt" about Trump's 2015 election win, the authors into depth about archetypes. People talk about social media advertising as a conduit for creation of hoaxes. But the true value of social media advertising is marketing to archetypes.
Certain archetype exists in one society, but not in others. Many Sumatran ethnic groups don't have a large working class, people who work for a wage for non-relatives. In Javanese society because of its size and social conditions, there is a large Javanese working class. When you think of Indonesian maid, you don't think of a Acehnese or Minang woman named Siti Fatimah, but a Javanese woman named Sumiarti. When you think of a carpenter or word carver its usually a Javanese fellow name Mulyono or Balinese man named Nyoman, not Ahmad Nasution..
The Javanese are experts are creating archetypes. The wayang characters are all archetypes. Soekarno created a modern archetype in mythologizing his childhood maid, Sarinah.
Now, I will show you how the Indonesian media and Prabowo-Sandi approach a particular archetype, and why it fell flat in the Javanese context. During the election Prabowo-Sandi used the emak-emak archetype for Indonesian women. An emak-emak is defined as
Long before the recent sensation around the term, emak was understood by many Indonesian women (especially middle-aged women) to imply power, agency, toughness, mobility, freedom, resilience, independence, as well as stubbornness.
There have been a lot of memes about emak-emak. Prabowo's Sandi's side was done a campaign video with emak-emak. Sandi: Kita Tidak Boleh Remehkan The Power of Emak-Emak. The emak-emak video is a good example of how they approach archetypes.
Jokowi's camp was caught off guard, and wanted to use the term emak-emak, but Jokowi backtracked
Two weeks ago, the Indonesian Women’s Congress (KWI) denounced the use of the term emak-emak,(link is external) and declared a preference for Indonesian mothers to be called ibu bangsa (mothers of the nation). Reflecting how politicised this debate has now become, Jokowi soon after tweeted in support of ibu bangsa,(link is external)
First emak-email falls short in Javanese society for several reasons. First, it reminds people of Suharto era archetype of women largely as mothers.
Secondly, Javanese society has organizations that place women's role as equal or close to equal as men. PDI-P, Indonesia's largest political party, is organization dominated at the top by Javanese women. NU and PKB have strong women's branches. In East Java's the governor and the mayor of the largest city are women. In Jokowi's cabinet, the Finance and Foreign Affairs Minister are Javanese women tHE Sultan of Yogyakarta and his daughter IS trying to upend centuries of tradition. Among lower class women in Indonesia, Javanese women, because of labor surplus, have a long history of travelling to other regions in search of work
Thirdly, the Sandi-Prabowo camp doesn't have room for single women and fallen women. In the Indonesian context, fallen women includes divorced women, women who marry non-Muslim men, women who convert and women in the entertainment industry (dangdut singers, bargirls etc). A good example is Susi Pudjiastuti, even though she is Sundanese, she is from Pangandaran, a region with a lot of Javanese influence. It is next door to Central Java, and this region acted as launch pad for Mataram Sultanate invasion of West java. It is culturally similar to regions on Jalur Pantura, in the North Coast of Java. All these regions have a seedy underbelly.

RISING JAVANESE IDENTITY

Lastly, Prabowo-Sandi's loss in Tanah Jawa was due to a rising Javanese identity. There are three factor to this rising identity. The first is rising availability of cheap broadband in Central and East Java, this allows the Javanese to use their preferred medium and social network, videos and Youtube. This enables people to connect and expresses themselves outside the national media. The second, is the sentiment which Javanese culture and language has reached a critical juncture, and more must be done to safeguard it. The last is decentralization which contributed to the rise of modern regional politicians like Jokowi.
Since Jokowi became President in 2014, you see a rise in Javanese popular culture whether the rise in popularity of singers who sing in Javanese with Nella Kharisma and Via Vallen being the most popular. Last year the first full length Javanese film, Yowis Ben was released. While musicians who sing Javanese Dangdut or Campursari have been popular like Didi Kempot, their image was kitschy and old fashioned. However, what is more important is what is happening online, particularly on youtube. Bayu Skak, Yowis Ben's director and lead actor, got his start on youtube. Youtube has extended the reach of existing Javanese singers. People might not want to buy a cassette or CD, but won't mind listening to one song. Some of the new Javanese musicians like Guyon Waton, Pendhoza and NDXAKA primary distribution channel and revenue model is youtube. The importance of youtube, doesn't just extend to popular culture, but as channel for voices that aren't fully represented in the national media. Javanese Kyai, some known to the national media and others less well known, use youtube as a medium to release sermons and discussions. There are youtube channels of life in contemporary rural Java, farming, channels by maids working overseas.
Youtube channels are like reliefs in Borobudur,
The bas-reliefs in Borobudur depicted many scenes of daily life in 8th-century ancient Java, from the courtly palace life, hermit in the forest, to those of commoners in the village. It also depicted temple, marketplace, various flora and fauna, and also native vernacular architecture. People depicted here are the images of king, queen, princes, noblemen, courtier, soldier, servant, commoners, priest and hermit.
Javanese are introverted and like to communicate visually and through storytellimg, because you can express yourself without confronting people. Many of these youtube channels were started within the last five years. If you watch enough of these videos, you being to realize why Jokowi resonates with his fellow Javanese. A theme found in Javanese Dangdut songs, whether in lyrics or the videos, is work and struggle. Laoneis Band - Ayo Kerjo, Pendhoza - Aku Cah Kerjo, NDXAKA - Pamit Kerjo. Even music videos that aren't about work, the characters in the video are seen working like Guyon Waton Korban Janji and DARBOY GENK - BALUNGAN KERE. The theme of work play heavily in Jokowi's image and slogans. Kabinet-Kerja and the slogan Kerja, Kerja, Kerja
Loss of Culture
Idur Fitri is upon us, and people have arrived in their hometowns. Javanese families in Jakarta will take their kids to see the grandparents in Tenah Java. One refrain will be heard tens of thousand times across Central and East Java, will be grand parents scolding parents for not teaching their grand kids Javanese. There is this youtuber, Budi Sarwono, who did a series of videos in Suriname talking to Javanese there. Here is the top rated comment on one of the videos
The efforts to attract foreign investment in Javanese home provinces is to stop migration which often leads to culture and language loss. Even in East and Central Java teachers are worried about the declining use of Javanese among young people, and are trying to reverse the trend. Its also the reason why groups like Pendhoza and Guyon Waton are invited by schools to hold concerts. Javanese is the most widely spoke n language in the world without official status.
There is a long held view among many Westerners and many people in the outer islands, that Indonesia is a Javanese Empire. However, the Javanese didn't force anyone to learn Javanese, instead they learned Malay, If regions in Indonesia decided separate and form individual independent countries after independence, cultureally those in Sumatra and Kalimantan wouldn't look too different to what we have today. A Sundanese or Javanese state would be culturally very different from what we find in their respective regions today. Its why Sumatrans and Malaysia embrace Islam so strongly, because their "language" is protected. While Minang is different from Malay, its not fundamentally different the way Javanese is. In his 1966 work The Language of Indonesian Politics Benedict Anderson explains how different Javanese is to Malay
When discussion were held as to what language to use as a national language, the Javanese had much lower literacy rates than people in Sumatra. Most of the schools setup by the Dutch on Java were still teaching in Malay. Not only was Malay easier to learn than Javanese, it also had the advantage of a much larger pool of teachers spread out across the country. In the 1910s some Javanese tried to setup modern Javanese schools like Taman Siswa, and the Dutch setup Kartini schools which taught Javanese and Dutch. If there was more literate Javanese there would have been a greater push to make it the national language. I suspect the priority for Javanese leaders was to educate the millions of illiterate landless Javanese peasants, to speak Malay, so they could integrate more easily with Malay speaking communities in Sumatra and Borneo.

JOKOWI: THE JAVANESE MUSE AND STORYTELLER

The decisive factor in Prabowo-Sandi horrible loss in the Javanese homeland was they faced Joko Widodo, Indonesia's most potent base politician she has seen -- a base politician is a politician who draws the bulk of his support from group of people. Jokowi is the most Javanese of all of Indonesia's Presidents. Jokowi got 56% of the vote, 15% points comes from non- Javanese Muslim voters, 11% points from religious minorities and 30% points come from his fellow Javanese. Jokowi won over 70% of the Javanese vote.
Jokowi is the embodiment of Javanese hopes, struggles, frustrations and injustices. While Sukarno could inspire ordinary Javanese, he never had the same emotional connection Jokowi had with ordinary Javanese. Unlike Soekarno and Prabowo, Jokowi doesn't manipulate people's emotions, but channels them. In Yogyakarta on March 26, 2019, Jokowi made an angry speech
Sudah empat setengah tahun saya difitnah, dijelek-jelekkan, dihujat, dihina, saya diam, tetapi hari ini di Yogya, saya akan lawan, ingat, sekali lagi, saya akan lawan,
If you look at the angry crowds in East and Central Java jeering at FPI convoys, Jokowi was channeling that anger.
Unlike in 2014, in Jokowi spoke more Javanese, wore the Blangkon more often, and used more Javanese symbolism. But more importantly, from the start he was much more combative, like he was leading his people to war.
Selamat siang. Segala sifat keras hati, picik, dan angkara murka hanya bisa dikalahkan dengan sikap bijak, lembut, dan sabar.
For Javanese traditionalist (aka 80 year old Javanese grandmothers), Jokowi is the epitome of Javanese manners, good behavior and respect for elders. Older people in Dharmic cultures like the Sundanese and Balinese see Jokowi attitude toward Megawati and how he treats people older than him, regardless of class, as a virtue. Its why Jokowi polls extremely high among people 71 and over, 65% to 19% compared to Prabowo, and if you go back to 2014 it is the same. Even the Western press consider Prabowo mentally unstable and explosive, how do you think your average 75 year Javanese would feel?
Jokowi is a stereotypical Javanese. He is introverted, more comfortable with symbols and visual imagery than words. Sukarno and Prabowo communication style is stereotypical Malay, not Javanese, with their speeches being bombastic and fiery. The same could apply to Rizieq Shibab, who is more bite than bark. This is in sharp contrast to a Javanese-Arab like Abu Bakar Ba'asyir. Being bombastic and fiery is one Malay speaking style, another is putting word play above action, a good example is Fadli Zon and Anies Baswedan. WIth Prabowo and Anies you remember what they say, with Jokowi you don't, but you remember him from images, like this and this
As I said before, Jokowi presidency can be defined by the slogan "Kerja. kerja, kerja". Some people have criticized this slogan as Ketua Umum Pengurus Pusat (PP) Pemuda Muhammadiyah, Dahnil Azhar Simanjuntak said
Menurut saya ini tradisi buruk, kata-kata kerja, kerja, kerja itu cuma ungkapan untuk menganulir pikir, pikir, pikir. Karena nggak bisa mikir, maka pilihan katanya adalah kerja, kerja, kerja. Karena nggak bisa pidato, maka pilihan katanya adalah kerja, kerja, kerja untuk menutupi ketidakmampuan yang sesungguhnya,
What Simanjuntak wants to say "Is what does a working class abangan carpenter know about government, its not like making a coffee table for the Nonya" While the national media didn't criticize the slogan, but they didn't put much thought into it. As I said before, for working class Javanese, there is a strong connection. Unlike most other ethnic groups in Nusantara, the Javanese have a long history of working to the bone. Jalur Pantura which was built over one year, and which thousands of forced Javanese and Sundanese laborers died building it. Even with Jokowi, this work to death culture is reflected in the number of workers killed in accidents due to disregard for safety.
While Trump's medium is twitter, Jokowi's medium is photos and youtube. Jokowi communicates visually through symbols and storyboard (video), Ganjar Pranowo , the governor of Central Java, also has a video channel as well as that official channel. In a previous comment I described the significance of Jokowi's taking up the hobby of archery and the photo with his wife. His youtube channel is like a modern version of the relief panels in Borobudur. Imagine Jokowi is the lead stone mason in Borobudur, he is sculpting the grand story, like the life of the Buddha, through his youtube channel. Or he could telling the story of Arjuna was inspecting his kingdom before the battle with Rawasa in the Javanese Kekawin Arjunawijaya, His videos of him visiting finished tolls roads, dams, airports is like Arjuna on an inspection tour. While junior stone masons are working on reliefs panels of ordinary Javanese life, just as hundreds of ordinary Javanese are telling their life journey through youtube.
Why Prabowo-Sandi Lost: Caught by the Javanese Tsunami Part I
submitted by annadpk to indonesia [link] [comments]


2019.04.22 14:05 Cobalt_721 The Alchemist's Toolbox 27: Setsuna!

A Link to the Index: https://www.reddit.com/AlchemistCodeGL/comments/adzjua/the_alchemists_index/
Before we begin, I'd like to say another big thank you to whoever gave my Ravina review a Reddit Gold. That's a big honor as well.
Welcome to the 27th Alchemist's Toolbox review!
We're moving back over to Wadatsumi this time around, to take a look at one of the biggest stars of TAC. So without further ado, here's the next unit for review: Setsuna!
Setsuna is a wandering swordfighter originally hailing from Wadatsumi. Let's take a look at how her skill with a blade translates into being a unit.
Personal Investment:
I've got Setsuna at 20 limit breaks with her 1st job mastered (3rd job JE unlocked, no jobs enhanced) and her Master Ability unlocked. She's one of my go-to Wind units when I need high damage output.
Element:
Basic:
Setsuna is a Wind unit, which means she's strong against Thunder and weak against Fire. Compared to a Light or Dark unit with the same stats and jobs, she would be better defensively and worse offensively.
Competition:
  • Physical Damage-Dealer (Blademaster): Setsuna's most direct competitors are Blademasters/Samurai and Disgaea Almira, which gives us a competitor set consisting of Disgaea Almira, Edward Elric, Fayrene, Izayoi, and Parashu (NOTE: Shion's Noble Emissary job is similar, yet different enough that I can't reasonably count them as a competitor), though Edward Elric, Fayrene, Izayoi, and Parashu prefer different roles. Comparing to Disgaea Almira, Setsuna wins in everything except speed.
  • Burst Physical Damage-Dealer (Martial Artist): Setsuna's most direct competitors here are Cita, Edward Elric, Envy, Hayate, Kazahaya, Leoniaz, Lucian, and Yomi, with Cita, Edward Elric, Envy, and Hayate preferring different roles. Due to Martial Artist being a "Holy Brawler Lite", Setsuna loses to all remaining competitors. EDIT: I forgot Kazahaya got a Holy Brawler JE. Thank you u/SnackSnail for reminding me!
  • DisruptoAssassin Damage-Dealer Hybrid (Shadow Assassin/Shadow Assassin [Darkness]): Setsuna competes with Balt, Gyan, Ignis, Kazahaya, Ramses, Rigalt, and Shion for this role, with Balt, Gyan, Kazahaya, Ramses, and Rigalt preferring different roles. Comparing to the remaining competitors, Setsuna wins in damage but loses in speed against both of them, wins in bulk against Ignis regardless of if she has her JE or not, and beats Shion in bulk if running her JE, but loses in bulk if not.
Leader Skill:
+30% Slash damage and +20% HP for Wind units. A strong Leader Skill on the right team, but more niche than others.
Jobs:
Setsuna's 3 jobs are Blademaster, Martial Artist, and Shadow Assassin, with the Darkness JE for Shadow Assassin.
Blademaster is a physical damage-dealer job. It has various damage (one of which is a big AoE) and disruption options, and a self-buff. Its reactive is a weak counter that ignores PDef and has a chance to inflict Disable Healing, and its passives boost PAtk/evasion while lowering agility and boost Counter Damage respectively.
Martial Artist is a job that specializes in burst damage. It has various damage and disruption options, a self buff, and a self status-cure. Its reactive is a chance to counter, and its passives boost HP and Strike damage respectively.
Shadow Assassin is an assassin damage-dealedisruptor hybrid job. It has multiple damage (some of which ignore PDef) and disruption options, its reactive is a chance to boost CT after taking damage, and its passive boosts Move and Jump. The Darkness JE adds a buff removal skill and turns one of the disruption options into a teleport with AoE damage/disruption.
Stats:
Setsuna's stats support a unit with very high damage and solid bulk/speed. Martial Artist will not be listed due to its status as Holy Brawler Lite and its partial outclassing by Blademaster. All stats are at the usual Master Ability benchmark (level 80, all jobs mastered, main job enhanced, Master Ability unlocked). Table Key: RGB = Regal Garuda Blade, NP = No Passive, T = Toughness
Table 1: Base Shadow Assassin
Stat Blademaster Shadow Assassin
HP (NP) 1142 932
HP (T) 1286 1050
PAtk (NP) 588 579
PAtk (RGB) 840 826
Agility (NP) 130 152
Agility (RGB) 119 139
Dex 385 352
Table 2: Shadow Assassin [Darkness]
Stat Blademaster Shadow Assassin [Darkness]
HP (NP) 1333 1240
HP (T) 1497 1394
PAtk (NP) 593 597
PAtk (RGB) 845 850
Agility (NP) 130 153
Agility (RGB) 119 140
Dex 385 389
Example Builds:
Unit Planner: http://www.alchemistcodedb.com/planner
Wandering Blade
  • Main Job: Blademaster
  • Sub Job: Martial Artist (damage)/Shadow Assassin or Shadow Assassin [Darkness] (disruption, depends on which one you have)
  • Reactive: Stance of the Runner
  • Passive 1: Regal Garuda Blade
  • Passive 2: Toughness (survivability)/Stealth (mobility)
Setsuna's pure damage build, and the one that was her original claim to fame. Blademaster main is the choice for this build, while sub depends on if you want insane burst damage or the ability to do some disruption. Stance of the Runner is her best reactive, and Regal Garuda Blade is mandatory for damage output. The last passive is a choice between survivability and mobility. Basic strategy is to hit things stupidly hard, disrupting as necessary if running SA sub.
Travelling Assassin
  • Main Job: Shadow Assassin or Shadow Assassin [Darkness] (depends on which one you have)
  • Sub Job: Martial Artist (damage)/Shadow Assassin or Shadow Assassin [Darkness] (disruption, depends on what you have)
  • Reactive: Stance of the Runner
  • Passive 1: Regal Garuda Blade
  • Passive 2: Stealth (mobility)/Toughness (survivability)
Setsuna's damage/disruption hybrid build. Whether you use normal Shadow Assassin or the Darkness JE depends on what you have unlocked. Sub is a choice between damage and disruption, Stace of the Runner is still the best reactive, and Regal Garuda Blade is again mandatory for damage output. The last passive is again a choice between mobility and survivability. Basic strategy is to get where you need to go and either take out a priority target or disrupt as necessary.
My Preferred Build:
While I'm currently running Wandering Blade due to my lack of mastering Setsuna's Darkness JE, if you have the JE mastered then Travelling Assassin is strictly better unless you need Tiger Tremor's AoE. If you don't have the JE, then both builds are equally strong.
Gear Recommendations:
Armor and Accessories: Any Agility or HP boosting gear, Pyroxene of Rememberance (solid stat set, thank you u/PartisanBias for pointing that out!)
Blademaster: Ogre-Slaying Blade (best overall stats), Dark Memory Blade (farmable, high HP boost), Sakura Blade (farmable during event, nice substitute for OSB), White-Lily Katana (farmable during event, nice substitute for OSB)
Shadow Assassin/Shadow Assassin [Darkness]: Tiger Kris (best overall stats), Dirk of Projection (HP boost and disruption potential)
Memento Recommendations:
There currently aren't any Mementos that Setsuna can fully utilize, so for now just go with a PAtk, HP, or agility boost.
Futureproofness:
Setsuna gets 3 major updates: her Enlightenment, and 2 of her own Mementos.
  • Her Enlightenment upgrades Stealth to also give PAtk and evasion, and ups the HP boost on her Leader Skill as well as adding a general survivability boost for Wind units to it. For her 4th gate (not coming to Global for a very long time) she gets damage boosts against the Envy and Lust "types", and for her 5th gate (same as her 4th in terms of when it arrives) she gets an upgrade to Assassin Blade - Null that boosts its range and adds a self buff that halves jewels used for one turn.
  • Her 1st Memento boosts her damage output and gives her some Counter Resistance, and has a VCR that gives a big HP boost, boosts Max Jewels/Sleep Resistance/Death Sentence Resistance, and causes her to take 30% less damage for the 1st 3 attacks against her.
  • Her 2nd Memento (unfortunately a limited Memento unlike her 1st) boosts her speed and Crit, gives her auto jewel regen, and has a Vision Ability that is a self-heal and boosts Jewels Obtained for a few turns. Its VCR boosts Slash damage, Thunder Resistance, Stop Resistance, and Paralyze Resistance, and its Weapon Ability lowers the user's PAtk/MAtk by 50% each for a few turns while refilling the user's jewels by 35% (could be wrong on this, please correct me if so). Unfortunately it's limited to female Samurai/Blademasters (and Yomi's Job+) from Wadatsumi in terms of who can use the WA.
So Setsuna has some solid buffs in the future.
As a special note, Setsuna is scheduled to get a Job+ in JP next month, so depending on how that ends up I may do a special mini-update. EDIT: u/AJackFrostGuy has relayed the information that Setsuna’s Job+ got delayed in JP. So likely no update on Setsuna until the revisit, but thanks for the info so I can properly update this!
Overall Asessment:
Setsuna is a great unit. If you need stupidly high damage, she'll be an amazing addition to your toolbox.
And that's the review! As always, feedback is greatly appreciated!
Make sure to let me know which of the following units you want me to review next!
Annerose, Shayna, Strie, Yomi, Yuri (will likely temporarily remove Thunder if she's picked), Zain (will likely remove Light temporarily if he's picked)
submitted by Cobalt_721 to AlchemistCodeGL [link] [comments]


2019.02.05 17:58 curlyAndUnruly Listado de Servicios en Linea MÉXICO (La mayoría federales)

Bueno soy muy de andar pegando links por todos lados, pero aquí les dejo un compilado. Si ven alguno importante por favor comenten y lo agrego.


EDIT: wow mi primer silver, gracias amable redditor fifi !
EDIT 2: Oro también! gracias, espero que les sirva a todos la info!
EDIT 3: Agregados algunos aportes :D

submitted by curlyAndUnruly to mexico [link] [comments]


2019.01.20 14:38 HDfueltech Cita HD Fueltech del día. Hoy es del Psicólogo ruso Lev Vygotsky

Cita HD Fueltech del día. Hoy es del Psicólogo ruso Lev Vygotsky
Estimados amigos de Global Suplidores SAS y de nuestra marca HD Fueltech. Tengan una excelente semana y un #FelizLunes #21Ene
Le recordamos que estamos a su orden bien sea vía telefónica o a través de nuestras redes sociales, donde con gusto atenderemos a sus necesidades.
Hoy queremos compartir una cita del Psicólogo ruso, Lev Vygotsky. Esperamos que la misma permita un momento de reflexión e introspección que proporcione una pequeña pero positiva ayuda.
#HDfueltech #Citas #Quotes #LevVygotsky #Colombia #Venezuela
https://www.facebook.com/hdfueltech

https://preview.redd.it/jy542gsyykb21.png?width=1080&format=png&auto=webp&s=728eb70eeaad74dcc5af257bffda53763e00ba84
submitted by HDfueltech to Citaseimagenes [link] [comments]


2018.10.28 00:12 skyner13 ELI5 de Sifilis: Generalidades y la sifilis en Argentina

Bueno, primero que nada voy a poner los resultados de la encuesta que hice el otro dia para decidir el tema de este post. Sume los upvotes en los comentarios a sus temas respectivos en la encuesta, y si eran temas propuestos por ustedes los puse por separado (me limite a los mas votados, en el post habia un monton de ideas interesantes pero no da ponerlas por 10 votos).
Con eso fuera del camino, empezamos con sifilis. En la semana seguro haga otra encuesta para el finde que viene.

Sifilis: Epidemiologia y manifestacion clinica

La sifilis es una infeccion (normalmente de transmision sexual) causada por una bacteria llamada Treponema Pallidum, una bacteria super particular que tiene forma de tirabuzon. Aca hay una foto.

Epidemiologia:

En 2012 la OMS estimo que hubo 18 millones de casos prevalentes alrededor del mundo en adolescentes y adultos entre las edades de 15 y 49 años y 5.9 millones de nuevos casos dentro de ese grupo etario. En 2014 la media de casos era de 17.7 cada 100K mujeres y 17.2 casos cada 100K hombres.
Hablar de numeros en Argentina se complica un poquito mas porque el MSAL no tiene una manera muy comprensiva de exponer estos temas, sumado a que el Ministerio se enfoca mucho en la Sifilis Congenita, que es la forma mas severa de la patologia. De todas formas, puedo usar notas para darles numeros para que se den una idea.
El 18 de Mayo de 2018, La Nacion publica la nota ''Preocupacion por el notable aumento de los casos de sifiis en los ultimos años''. En ella se cita un aumento de los casos de Sifilis entre 2011 y 2017. En esos 6 años los casos de la patologia casi que se cuadriplicaron, pasando de 3875 casos en 2011 a 11.709 casos en 2017. Por que paso este aumento?
Aca es donde entra completamente mi opinion y la de los medicos con los que hable sobre el tema, no tengo ningun cuadro o pdf para probar que lo digo es cierto. En lo que coinciden muchos es que la percepcion de la sifilis como una enfermedad super tratable y para nada letal causo que la gente se la sacara de la mente. Si uno esta teniendo relaciones sexuales sin proteccion, normalmente piensa en 2 posibles situaciones malas: HIV o embarazo. Muchas veces cuando entrevistas a adolescentes o incluso gente joven notas que un porcentaje importante no la ve como algo peligroso, te das una inyeccion de penicilina y ya esta. Sumas esto al hecho de que la educacion sexual en el pais es abismal y tenes una receta para el desastre.
Esa es otra de las razones por las que hago este post, si bien la sifilis es tratable con penicilina, no significa que uno no deba cuidarse y conocer los sintomas que lo pueden llevar a tener sospechas. Pasemos a esos sintomas.

Manifestacion Clinica

La sifilis se devide en etapas y a su vez dentro de esas etapas tenemos estadios (Primaria, secundaria, terciaria). Vamos uno a uno:

Sifilis primaria:

Una vez que somos infectados por la bacteria, la primera manifestacion clinica es una lesion localizada en la piel llamada chancro. El tiempo entre la infeccion y la aparicion de un chancro es en promedio de 21 dias (puede variar desde 3 hasta 90).
La lesion comienza como una papula que es normalmente indolora (a veces puede doler) apareciendo en el lugar donde la bacteria entro. Un tiempito despues se transforma en el chancro caracteristico de entre 1 y 2 cm que esta elevado y con margenes claros. Normalmente cuando se hace el chancro tambien se puede encontrar una inflamacion de los ganglios linfaticos cercanos (eso a ustedes les sirve poco saberlo pero the more you know).
Los chancros se curan de forma espontanea dentro de los proximas 3 a 6 semanas incluso sin tratamiento. Es comun que los pacientes no hagan una consulta por la naturaleza indolora del chancro, lo que hace que la trasmision sea muchisimo mas probable dentro de esa ventana.
La infeccion por sifilis es localizada al principio pero sin tratamiento se puede transforma en una enfermedad sistemica, llegando a la Sifilis secundaria.

Sifilis Secundaria:

Dentro de las semanas o los meses (si, varia asi) luego de la aparicion del chancro, el 25% de los pacientes presenta una enfermedad sistemica que llamamos sifilis secundaria. Puede presentar una variedad de sintomas:
A partir de aca entramos en sintomas y signos que o son muy avanzados para el enfoque de este post o son indectables para el paciente (a menos que alguno de nosotros pueda examinar nuestras propias meninges).
Para resumir todo esto en algo que de verdad les sirva para el dia a dia:

Me encontre un chancro, que hago?

(Que conste que esta parte habla de lo ideal, desconozco pero es posible que en muchos hospitales por una cuestion de recursos se salten el laboratorio y te diagnostiquen basado en la clinica)
La prueba para sifilis debe hacerse en todos los pacientes que presenten sintomas de sifilis. Ademas de esto, deberia hacerse un rastreo en pacientes asintomaticos en un grupo de riesgo (Hombres que tienen sexo con hombres, mujeres y hombres que tienen relaciones sin proteccion, etc).
El CDC recomienda un examen de sangre cada tres meses para el grupo de HSH, por la alta incidencia de ETS en ese grupo.
En caso que tu test de positivo, se inicia tratamiento inmediatamente.

Tratamiento

El tratamiento de eleccion es la penicilina G. Dependiendo del estadio particular del paciente, la dosis y el tiempo de tratmiento varia. En pacientes alergicos a la penicilina, se usa un antibiotico alternativa y se lo monitorea muy de cerca para ver la evolucion.

Conclusion

Viendo todo esto parece que la sifilis es una boludes, unas inyecciones de PenG y listo no? Si, pero es un problema igual.
Como puse mas arriba, los casos de sifilis siguen creciendo, lo que significa a su vez que hay mas chances de que cualquiera de nosotros se contagie. A una persona adulta saludable es muy probable que la infeccion no le cause mucho problema, penicilina y estamos. El problema esta en pacientes que desarrollan Neurosifilis y en las embarazadas.
Sobre el segundo caso, la sifilis congenita es una enfermedad terrible que hace mierda al bebe cuando nace. Cuando una mujer esta embarazada le hacemos laboratorios para asegurarnos de que no este contagiada pero la presencia de la bacteria en la población sigue siendo un peligro.
La prevencion para sifilis es tan simple como usar preservativo. Y si saben que estan infectados, no sean garcas y diganle a su posible pareja. Es preferible no coger por una semana que contagiar a otra persona.
Solo porque sea curable no significa que haya que dejar de cuidarse.
Que tono deprimente para terminar no? El proximo voy a ver de que lo hago, me intereso lo de los mitos de la salud, si tienen ganas pongan algun consejo de abuela que de verdad creen que funciona, o cosas que hayan escuchado y no esten seguro de la veracidad. Gracias!
submitted by skyner13 to argentina [link] [comments]


2018.10.27 23:21 skyner13 ELI5 de Sifilis: Generalidades y la sifilis en Argentina

Bueno, primero que nada voy a poner los resultados de la encuesta que hice el otro dia para decidir el tema de este post. Sume los upvotes en los comentarios a sus temas respectivos en la encuesta, y si eran temas propuestos por ustedes los puse por separado (me limite a los mas votados, en el post habia un monton de ideas interesantes pero no da ponerlas por 10 votos).
Con eso fuera del camino, empezamos con sifilis. En la semana seguro haga otra encuesta para el finde que viene.

Sifilis: Epidemiologia y manifestacion clinica

La sifilis es una infeccion (normalmente de transmision sexual) causada por una bacteria llamada Treponema Pallidum, una bacteria super particular que tiene forma de tirabuzon. Aca hay una foto.

Epidemiologia:

En 2012 la OMS estimo que hubo 18 millones de casos prevalentes alrededor del mundo en adolescentes y adultos entre las edades de 15 y 49 años y 5.9 millones de nuevos casos dentro de ese grupo etario. En 2014 la media de casos era de 17.7 cada 100K mujeres y 17.2 casos cada 100K hombres.
Hablar de numeros en Argentina se complica un poquito mas porque el MSAL no tiene una manera muy comprensiva de exponer estos temas, sumado a que el Ministerio se enfoca mucho en la Sifilis Congenita, que es la forma mas severa de la patologia. De todas formas, puedo usar notas para darles numeros para que se den una idea.
El 18 de Mayo de 2018, La Nacion publica la nota ''Preocupacion por el notable aumento de los casos de sifiis en los ultimos años''. En ella se cita un aumento de los casos de Sifilis entre 2011 y 2017. En esos 6 años los casos de la patologia casi que se cuadriplicaron, pasando de 3875 casos en 2011 a 11.709 casos en 2017. Por que paso este aumento?
Aca es donde entra completamente mi opinion y la de los medicos con los que hable sobre el tema, no tengo ningun cuadro o pdf para probar que lo digo es cierto. En lo que coinciden muchos es que la percepcion de la sifilis como una enfermedad super tratable y para nada letal causo que la gente se la sacara de la mente. Si uno esta teniendo relaciones sexuales sin proteccion, normalmente piensa en 2 posibles situaciones malas: HIV o embarazo. Muchas veces cuando entrevistas a adolescentes o incluso gente joven notas que un porcentaje importante no la ve como algo peligroso, te das una inyeccion de penicilina y ya esta. Sumas esto al hecho de que la educacion sexual en el pais es abismal y tenes una receta para el desastre.
Esa es otra de las razones por las que hago este post, si bien la sifilis es tratable con penicilina, no significa que uno no deba cuidarse y conocer los sintomas que lo pueden llevar a tener sospechas. Pasemos a esos sintomas.

Manifestacion Clinica

La sifilis se devide en etapas y a su vez dentro de esas etapas tenemos estadios (Primaria, secundaria, terciaria). Vamos uno a uno:

Sifilis primaria:

Una vez que somos infectados por la bacteria, la primera manifestacion clinica es una lesion localizada en la piel llamada chancro. El tiempo entre la infeccion y la aparicion de un chancro es en promedio de 21 dias (puede variar desde 3 hasta 90).
La lesion comienza como una papula que es normalmente indolora (a veces puede doler) apareciendo en el lugar donde la bacteria entro. Un tiempito despues se transforma en el chancro caracteristico de entre 1 y 2 cm que esta elevado y con margenes claros. Normalmente cuando se hace el chancro tambien se puede encontrar una inflamacion de los ganglios linfaticos cercanos (eso a ustedes les sirve poco saberlo pero the more you know).
Los chancros se curan de forma espontanea dentro de los proximas 3 a 6 semanas incluso sin tratamiento. Es comun que los pacientes no hagan una consulta por la naturaleza indolora del chancro, lo que hace que la trasmision sea muchisimo mas probable dentro de esa ventana.
La infeccion por sifilis es localizada al principio pero sin tratamiento se puede transforma en una enfermedad sistemica, llegando a la Sifilis secundaria.

Sifilis Secundaria:

Dentro de las semanas o los meses (si, varia asi) luego de la aparicion del chancro, el 25% de los pacientes presenta una enfermedad sistemica que llamamos sifilis secundaria. Puede presentar una variedad de sintomas:
A partir de aca entramos en sintomas y signos que o son muy avanzados para el enfoque de este post o son indectables para el paciente (a menos que alguno de nosotros pueda examinar nuestras propias meninges).
Para resumir todo esto en algo que de verdad les sirva para el dia a dia:

Me encontre un chancro, que hago?

(Que conste que esta parte habla de lo ideal, desconozco pero es posible que en muchos hospitales por una cuestion de recursos se salten el laboratorio y te diagnostiquen basado en la clinica)
La prueba para sifilis debe hacerse en todos los pacientes que presenten sintomas de sifilis. Ademas de esto, deberia hacerse un rastreo en pacientes asintomaticos en un grupo de riesgo (Hombres que tienen sexo con hombres, mujeres y hombres que tienen relaciones sin proteccion, etc).
El CDC recomienda un examen de sangre cada tres meses para el grupo de HSH, por la alta incidencia de ETS en ese grupo.
En caso que tu test de positivo, se inicia tratamiento inmediatamente.

Tratamiento

El tratamiento de eleccion es la penicilina G. Dependiendo del estadio particular del paciente, la dosis y el tiempo de tratmiento varia. En pacientes alergicos a la penicilina, se usa un antibiotico alternativa y se lo monitorea muy de cerca para ver la evolucion.

Conclusion

Viendo todo esto parece que la sifilis es una boludes, unas inyecciones de PenG y listo no? Si, pero es un problema igual.
Como puse mas arriba, los casos de sifilis siguen creciendo, lo que significa a su vez que hay mas chances de que cualquiera de nosotros se contagie. A una persona adulta saludable es muy probable que la infeccion no le cause mucho problema, penicilina y estamos. El problema esta en pacientes que desarrollan Neurosifilis y en las embarazadas.
Sobre el segundo caso, la sifilis congenita es una enfermedad terrible que hace mierda al bebe cuando nace. Cuando una mujer esta embarazada le hacemos laboratorios para asegurarnos de que no este contagiada pero la presencia de la bacteria en la población sigue siendo un peligro.
La prevencion para sifilis es tan simple como usar preservativo. Y si saben que estan infectados, no sean garcas y diganle a su posible pareja. Es preferible no coger por una semana que contagiar a otra persona.
Solo porque sea curable no significa que haya que dejar de cuidarse.
Que tono deprimente para terminar no? El proximo voy a ver de que lo hago, me intereso lo de los mitos de la salud, si tienen ganas pongan algun consejo de abuela que de verdad creen que funciona, o cosas que hayan escuchado y no esten seguro de la veracidad. Gracias!
submitted by skyner13 to ArgentinaBenderStyle [link] [comments]


2018.06.27 06:14 J4yC1 Me hicieron una histerectomía años atrás. Hoy me di cuenta que estaba embarazada. [T]

Cuando tenía 9 años, un agresor no identificado me jaló hasta un auto, me apuñaló 12 veces, y me dejó enfrente de un hospital.
Perdí mi útero, mis ovarios, un riñón y unos cuantos metros de intestino. Han pasado 17 años. Además del Trastorno de Estrés Post-Traumático, la cosa más difícil es saber que nunca tendré hijos biológicos. He querido tener niños propios desde que tengo memoria, aunque quizá esto se deba en parte a que crecí en un hogar conservador que medía el valor de una mujer por su habilidad de traer niños al mundo.
Mi estatus de víctima despertó en mi un interés en la aplicación y cumplimiento de la ley. Me contrataron como policía pero fuera de la academia, la verdad es que era un desastre. En vez de eso, conseguí un empleo en la cárcel. Trabajo en el turno de la noche de 7PM a 7AM. Me hace más solitaria de lo que ya soy, pero me pagan un 11% más en este turno y de todos modos no tengo familia.
Vivo sola. Ni siquiera he tenido un solo novio. Aunque creo que mi cerebro trata de compensar esto porque a veces me levanto en las mañanas sabiendo que alguien está conmigo. Alguien familiar, alguien a quien amo. Sin rostro ni nombre, solo la seguridad de su presencia. Pero siempre que trato de alcanzarlo y tocarlo, nunca hay nada en su lugar.
Como sea. Fui al médico esta mañana después del trabajo. Además de mi temperatura y mi presión arterial, me tomaron una muestra de orina. No es algo inusual. El traumatismo abdominal me hace propensa a infecciones.
Después de unos cuantos minutos, el médico entró y me dijo: "Estás embarazada."
Sonreí de manera temblorosa y con dolor. Seguramente esto era una broma, aunque era una extraordinariamente de mal gusto. "No tengo útero."
Soltó una pequeña risa nasal. "¿Desde cuándo?"
"¿Desde...cuarto grado?"
Atizbos de preocupación se posaron en la cara de mi médico. Los siguientes minutos pasaron como una confusa neblina mientras me decía que mi sistema reproductivo estaba bien.
Mi corazón se aceleró. Me sentí mareada, confundida y enojada. He sido su paciente por cuatro años. ¿Cómo podía olvidar quien soy?
Finalmente me mostró mis expedientes. Años de expedientes, detallando un embarazo exitoso y una breve batalla contra el cáncer de ovario.
"No," Dije, "Debe de haber un error."
El tono de mi médico se volvió más enérgico. "¿Cómo te sientes? ¿Te has golpeado la cabeza, tomado drogas o..."
"¡No!" Me costaba mantener el control de mi voz. "¡Ésto no es mío! ¡Esa no soy yo!"
Siguió discutiendo. El corazón me pesaba. El enojo y la confusión se transformaban en pánico. Finalmente le dije "Me tengo que ir."
Intentó detenerme. - "Quizá solo estés herida o teniendo un episodio, no es seguro que..." Pero me apuré y me fui.
Una vez que llegué a mi auto, implosioné. Cada gramo de dolor, anhelo, ira y vergüenza me vinieron por la espalda, llenándome por dentro, una presión sofocante que sentía que me iba a romper las costillas.
Después de un buen rato, me calmé lo suficiente para conducir a casa.
Mis vecinos de al lados son una pareja mayor, Martin e Isabella. Son buenas personas, pero están terriblemente equivocados respecto a sus hijos. Siguen tratando de emparejarme con su hijo Conrad, quien es narcomenudista y tiene tres hijos con tres mujeres distintas. Lo evito, pero me llevo bien con su hija más joven, Sara. Es una chica salvaje y desempleada, pero tiene buen corazón. Probablemente es un poco extraña, pero me sentía cercana a ella, de la misma forma en la que me sentía cercana a mis parientes.
Sara sabe todo sobre mi (es imposible no tomarla como confidente; atrae los secretos como agujas a la piel) y tiene una memoria ridículamente buena. Mi médico podría estar fuera de si, pero Sara recordaba todo. Ella confirmaría que yo estaba cuerda.
Los autos de Isabella y Martin no estaban, pero el anticuado auto de Sara se encontraba en la curva, así que fui a la puerta. Cuando toqué, Conrad me abrió la puerta con una turbia sonrisa. "Hey."
"Hola, ¿Se encuentra Sara?"
"Ha estado con un tipo, no se ha aparecido en toda la semana." Se estiró, tratando de sacar el pecho. "¿Gustas pasar?"
Negué con la cabeza. "Dile que vine a verla."
Murmuró enojado mientras iba cruzando el patio, mirándome hasta que cerré mi puerta delantera.
Mi terrier, Jingo, enseguida se apresuró hacia mi. Está viejita y este tipo de movimientos de cachorrito son inusuales en ella, pero no le tomé importancia. Una vez que sus ánimos de mascota estuvieron satisfechos, se dirigió a la cocina. La seguí, y me congelé.
Un hombre estaba sentado frente a la mesa, con un montón de papeles frente a él. Jingo corrió hacia él, dando pequeños círculos con emoción.
"No te asustes," dijo el hombre. "Por favor."
"Sal de aquí," Susurré.
"Me imagino que tendrás muchas preguntas después de tu cita médica."
Sentí que algo me aplastaba por dentro, exprimiéndome como una esponja. "¿Cómo sa – "
"Me llamaron." Me mostró su teléfono. "Estaban muy preocupados por ti."
"Voy a llamar a la policía."
"No lo hagas," Me dijo.
"No tendría que hacerlo si no hubieses invadido mi propiedad," resollé.
Absurdamente se me acercó girándome los ojos. Había algo familiar en ello, algo que hizo que mi corazón se derritiera casi tan fuerte como el pánico que me daba que se acercara a atacarme. "Estamos juntos en el contrato de arrendamiento, no pueden hacer que me vaya."
"¡No estás en mi contrato!"
Había algo frágil en su lenguaje corporal, algo fuera de lugar. "Confía en mi. Estoy tratando de volver todo a la normalidad. Mira esto." Dobló un fajo de papeles engrapados, y con un ágil movimiento de muñeca, lo mandó girando hacia mi. Aterrizó a mis pies.
Sé que obedecer a alguien que está invadiendo tu casa es parte de una receta para el desastre. Pero mirarlo y escuchar su voz movió algo en mi, casi como un recuerdo. Me hizo pensar en todas esas veces que despertaba somnolienta pensando en la presencia de alguien que amo.
Así que recogí los papeles. Era una copia de mi contrato de arrendamiento. Mejor dicho, nuestro contrato de arrendamiento. Su nombre era Roy. Se supone que tenía 28 años, pero el hombre frente a mi era al menos diez años mayor.
Detrás del contrato de arrendamiento habían facturas de servicios públicos de ambos y un acta de matrimonio.
Los papeles se sacudieron en mis temblorosas manos. Tontamente, sentí un destello desesperado de esperanza. De alivio. Porque, ¿Saben qué? Prefiero estar mentalmente enferma, incluso hasta el punto de olvidar a mi propia familia, que estar tan sola. "¿Estoy loca?"
"No." Su rostro se torció y se secó los ojos. "Necesito que te vayas de aquí conmigo. Necesitamos estar fuera de la ciudad para el atardecer."
"¿Por qué?"
Su labio inferior empezó a temblar y lo mordió fuertemente. Jingo se acurrucó con él y brincó a sus piernas.
"Roy," dije, de forma experimental. "¿Qué sucederá al atardecer?"
"Vendré a casa con nuestra hija." Sentí como si me hubiesen golpeado. "La gente los sigue - y me sigue - hasta aquí. Y luego te matan."
Mi hija. Tenía una hija. Y un segundo hijo en camino, con el hombre sentado frente a mi. Un glorioso glitch en la matrix me había puesto lo que siempre quise en bandeja de plata. ¿Entonces por qué el padre de mis hijos estaba diciéndome que no podía tener nada de eso? "¿Por qué?"
"Porque." Tomó un buen trago de saliva. "Tiene que ver con nuestro hijo."
En ese momento, la puerta se abrió de golpe. Jingo se puso a la defensiva, ladrando, un poco antes de colapsar en un frenesí de éxtasis.
Era un segundo y más joven Roy, con los ojos bien abiertos y enojado como el infierno. Al verlo de reojo, ese ligero sentimiento de reconocerle explotó. Los recuerdos no me venían de golpe, pero sabía que lo conocía.
Se lanzó a través de la habitación. El Roy mayor lo atrapó sin mucho esfuerzo y lo aporreó contra la pared. "¿Qué estás haciendo?" preguntó de forma calmada.
Su contraparte más joven se incorporó violentamente. "¡Tú sabes que carajos estoy haciendo!"
"¿Quien te dijo que estaría aquí?" La voz de Roy se sacudió un poco. "Un Crono, ¿verdad?"
El Roy joven titubeó brevemente.
"Te han estado siguiendo hasta aquí," Dijo Roy. "Y van a matarla."
"El Crono viene por Adam." El joven se agitó de nuevo.
Roy lo tomó por el cabello y estrelló su cabeza en la pared, paralizándolo momentáneamente. "No, no pueden venir por él. La única forma de detenerlo es prevenir su existencia, lo cual hice. Tan sombrío como parezca, eso era lo mejor que podíamos hacer por ella." Su voz se quebró. "Y tú lo deshiciste."
Retrocedí con cuidado y tomé a Jingo. Ninguno de los dos hombres pareció notarlo. Me apresuré a la puerta al mismo tiempo que el joven Roy soltaba una respuesta venenosa.
Suprimiendo una enorme ola de pánico, corrí a casa de Sara. No me importaba quedarme sola con Conrad. Era mejor que quedarme en casa a esperar la muerte con ese lío de líneas temporales alternativas.
"¡Conrad!" Golpeé la puerta. "¡Conrad, déjame pasar!" El sudor goteaba por mi frente mientras el eco de Roy alzando la voz se escuchaba desde mi casa. Toqué el timbre varias veces. "¡Conrad!"
Calle abajo, escuché el ronroneo de un motor. Un coche elegantemente extraño dobló la esquina. Como si fuese una señal, el fuerte y emocional discurso de Roy finalizó con la palabra "Crono".
Era una locura. Pero hoy la locura se había vuelto mi realidad de muchas maneras, así que me agaché. Para mi sorpresa, escuché suaves y lastimosos llantos que venían de cerca - del taller del padre de Sara. Me puse de rodillas y gateé mientras ese tétrico auto se estacionó frente a mi casa.
La puerta se abrió, dejando al descubierto una suave oscuridad. Conrad se aferró al marco de la puerta. Estaba sollozando.
"¿Conrad?" Susurré. No me respondió. Ni siquiera me miró.
Ignorando el revoltijo nauseabundo en mi estómago, lo esquivé y entré al taller.
Después de una mañana tan brillante, era difícil de ver. Las sombras se fundían en una sola, cortadas únicamente por el tenue brillo de las herramientas metálicas.
Algo cambió, de forma furtiva y de alguna forma malsana. Un hedor dulcemente fétido me llegó: gaseoso, empalagoso, casi pegajoso.
Con un suave click la luz sobre mi se encendió. Me impacté.
Un cuerpo tembloroso en carne viva estaba colgado de los brazos en las vigas. Donde una vez hubieran estado los ojos y los labios, habían quedado agujeros vacíos y sangrantes. Delgadas púas sobresalían de los brazos y piernas despellejados. Me tomó un momento darme cuenta que eran alambres. Alambre para jardín, entrelazado con los músculos sangrantes como si fuesen hilos de bordar.
Solamente el cabello estaba intacto: reconocible al instante, era largo, rubio y con mechas azules.
Sara.
Conrad no dejaba de llorar.
Una figura emergió del enredo de sombras. Alto, delgado y de cabello oscuro, con facciones como las de Roy pero ojos como los míos. Me miró con atención, apreciativamente. Entonces el reconocimiento iluminó sus ojos. Me sonrió, y en mi alma, si no es que en mi mente, lo reconocí. "Adam."
Dio un paso hacia el frente con ansias y tomó mis manos. Las suyas estaban llenas de sangre seca y trozos de tejido. El me miró a la cara, analizando cada facción como si no pudiese tener suficiente. "Lo siento." Me susurró.
Detrás de mi, escuché voces. Giré. La enajenada sonrisa de Adam se convirtió en un cruel gruñido mientras la gente irrumpía en el taller.
Trazos de rayos explotaron en mi existencia, envolviéndome en una luz cegadora. La estática crepitó a lo largo de mi piel, acompañado de una punzante llamarada de calor. El miedo, la confusión y una profunda desesperación que no quería comprender me abrumaron. Me cubrí la cabeza.
Todo al mismo tiempo, se volvió silencioso y oscuro.
Después de un rato, me atreví a mirar.
Aún estaba en el taller. Estaba tranquilo, vacío y limpio, sin rastros de Sara o su asesino.
Para mi sorpresa, Jingo estaba esperándome afuera. La tomé y corrí por el jardín. Los autos de Martin e Isabella estaban en la calle. A través de una ventana, oí a Sara riéndose. El pesar en mi pecho se alivió considerablemente.
Tardé un poco en reunir el valor, pero finalmente entré a mi casa. Después de asegurarme que estaba vacía, me deslicé hasta el suelo y Jingo brincó a mi regazo.
Quiero pasar esto como locura. Un brote psicótico, quizá, o simplemente un colapso del diario. Podía aceptar el hecho de que estaba en el taller de mis vecinos. Incluso podía justificar la presencia de Jingo.
Pero no puedo explicar la sangre ni los tejidos secándose en mis manos.
Quiero una familia más que nada. Me duele inmesurablemente, y me llega hasta los adentros, tener uno con el que nunca podré estar. Pero creo que estoy mejor así.
No tener hijos es mejor que tener que matar a uno, ¿no es así?
Thanks to u/Dopabeane for letting me translate this story.
submitted by J4yC1 to nosleepenespanol [link] [comments]


2018.03.06 10:48 Razvus PSA: Uber nu mai afiseaza cand este tarif dinamic.

Salut, duminica am luat un uber pe un traseu care deobicei facea 14-16 lei din ce vad in propriul istoric. Nu scria nimic de tarif dinamic (fulger albastru), nu am fost avertizat de nimic, am comandat si am ajuns la destinatie. 28 de lei.
Ok, a fost dublu, tarif dinamic ca erau putine masini si poate am fost eu grabit si nu am observat ca era bagat asta. Cand am primit pe mail factura finala sa vad si eu un breakdown la ce si cum, constat ca scria doar "trip fare" si atat. In aplicatie cand intru la "your trips" cursa este la fel, afisata ca si cum nu a fost tarif dinamic pe ea.
Stau si scriu la uber. Pe scurt, ii voi cita pe Petrica, Catalina si Tudor de la Uber:
"Începând cu 14.02.2018, pe teritoriul României au fost introduse curse cu tarif fix. Atunci când selectezi opțiunea de vehicul dorită, tariful afișat la începutul cursei, este exact tariful care îți va fi perceput pentru aceasta. Te rugăm să ai în vedere că atunci când serviciul este suprasolicitat și se activează tariful dinamic, aplicația ține cont de asta la afișarea tarifului."
OK. Si de ce nu imi apare in mail ca breakdown sa vad si eu cat a fost tariful dinamic?:
"Odată cu implementarea tarifelor pre-afișate, sumarul detaliat al cursei nu mai este disponibil. Vă aducem la cunoștință că acesta este calculat în funcție de adresa de preluare și cea de destinație. De asemenea, după cum a fost menționat anterior, tariful dinamic este deja inclus în tariful ce este afișat de către aplicație la momentul solicitării cursei."
Mi-au dat si un link la blogul lor cu un FAQ. Haios e ca in acelasi timp tot ei spun ca pretul final oricum se poate modifica la finalul cursei daca a fost trafic mai mult sau mai putin...deci practic ca inainte. Doar ca informatia despre tariful dinamic este ascunsa mai bine. M-am uitat acum sa comand unul, apare un "i" mic si gri, si scrie undeva ca e posibil sa fie tarife mai mari pt cursa asta. Foarte misto schimbarea. Pur romaneasca. Era prea civilizat sa iti arate clar ca pt cursa X tariful este 2x cel normal, sigur accepti? Nu, acum nici la final nu stii ce ai platit si de ce.
Poate as putea trece cu vederea prima schimbare, ca nu iti afiseaza ca inainte tariful dinamic cand vrei sa comanzi. Dar nici la final sa nu iti mai explice ce si cum? Din lene au scos-o? Asta nu mai accept. Prefer sa fiu furat pe fata de un taximetrist.
Am atasat link la un fare breakdown de acum si cum era acum cateva saptamani, plus ce scrie la FAQ. blog pic 1 pic 2 pic 3
TLDR: din interpretarea mea, Uber trece printr-un proces de romanificare, incepand cu Tips si continuand cu ascunsul informatiilor legate de tarif. In opinia mea, diferenta dintre ei si taxiuri este din ce in ce mai mica. Ii felicit, integrare absoluta in ecosistemul bucurestean.
EDIT - Ca sa nu ziceci ca dezinformez, un mic fare breakdown poti sa vezi doar inainte sa comanzi uber-ul, dar la final tot nu ti se va mai explica pe ce ai dat banii. Dar ca sa nu ziceti ca sunt nebun, haideti sa urmarim pasii:
Pasul 1 Vedem ca la uberx apare un i mic. Exact, trebuie apasat pe el, clar nu? * "i"-ul din poza nu este in marime naturala, va rugam sa contactati medicul pentru dioptrii mai bune*
Pasul 2 Am dat click pe i si vedem chestiile astea. MAI AVEM INCA UN i !!
Pasul 3 Victorie, am gasit cat e km. MULT mai simplu decat inainte, cand iti arata din start ca e si tarif dinamic, asa se face frate.
Hai sa ne scoatem putin capul din propriul fund si sa vedem putin lucrurile obiectiv. E o manarie. Ok, nu e romaneasca pt ca se pare ca e la nivel global schimbarea, dar asta nu schimba nimic. Tariful este acum ascuns bine, si la final nu ti se mai explica pe ce ai dat banii. Mie personal nu mi se pare ok. Am fost rasfatat pana acum recunosc cu avertizmente gen "sigur vrei sa comanzi cu surge price boss?". Hate uber sau love it, cum vreti. Eu cel putin o sa mai incerc si alternative incepand de azi.
submitted by Razvus to Romania [link] [comments]


2017.08.10 21:57 L30R0D Registrar y legalizar título universitario en Caracas

EDIT: añadidas otras cosas gracias a los comentarios.
Todo lo que leerás a continuación es válido si te graduaste en una universidad o instituto público, en teoría los títulos de universidades privadas ya están refrendados.

Registro del Título (Nivel de paciencia necesaria: MEDIA)

El Registro principal se encuentra frente al edificio del CICPC en el centro de Caracas (MAPA)
Recomiendo que vayan temprano para evitar el despelote que se hace a partir del mediodía, pueden salir de la estación de metro de La Hoyada y subir hacia la Av Urdaneta.

Requisitos

Anexo foto (no muy buena) de lo que deben hacer: http://i.imgur.com/xFMotDa.jpg
En resumen:
1.- Llegar temprano y hacer su cola (pregunten ya que hay otras para partidas de nacimiento y apostillar).
2.- Como a las 7 am abren y poco a poco van recibiendo los títulos, para luego darles una planilla la cual deben de rellenar.
3.- A continuación tienen que ir a otra taquilla para cancelar (o al banco a depositar) y luego es que pueden hacer todas las copias que piden.
4.- Finalmente pasan por la última taquilla para entregar las copias y el Título.
5.- Al día siguiente pueden retirarlo (el proceso es una ladilla ya que no entregan por orden sino como les da la gana).
Eso es todo para registrar, yo llegué a las 6:10 am y a las 8:30 am terminé, no es tanto tiempo pero el lugar y la burocracia molestan bastante.

Legalización del Título (Nivel de paciencia necesaria: BAJA)

Antes que nada deben registrarse en el Sistema de Gestión de Trámites Universitarios (http://citavirtual.mppeuct.gob.ve/) y pedir cita (ver comentarios al final del post).
Para legalizar el sistema te permite elegir lugares como la UBV, UNEARTE y como en mi caso, la OPSU (ver MAPA), al igual que para registrar pueden bajarse en la estación de La Hoyada para llegar rápido. El procedimiento es muy simple, de hecho fui temprano, pero no creo que sea necesario.

Requisitos

http://citavirtual.mppeuct.gob.ve/index.php/autenticacion/requisitos?req_tipo_tramite=2
A la entrada del edificio hay una serie de hojas con supuestos requisitos...IGNÓRENLAS, son hojas muy viejas que no se porque no han quitado. Este trámite es gratuito, el timbre fiscal de 0,5 UT es para el apostillado (no hay timbres en Libertador, pero aceptan depósito bancario a esta cuenta: http://i.imgur.com/eGvOEjA.jpg)
De los requisitos a la final solo me pidieron el Título, la hoja de la cita y la cédula de identidad, pero mejor llévense los otros por si acaso.
A diferencia del registro, les devolverán el Título inmediatamente y les enviarán por correo la certificación de legalización.

Apostillar

No puse apostillar en el título ya que no he conseguido cita, pero lo primero que deben hacer es registrarse en esta página del Ministerio de Exteriores https://citaslegalizaciones.mppre.gob.ve/ y el día que tengan la cita deben llevar la certificación con el timbre o el depósito, además de otros requisitos que por ahora desconozco.

Nota sobre las citas

Las citas para legalizar más que todo salen en la tarde y las dan para la semana siguiente, las de apostillar al parecer para septiembre o octubre, pero no estoy seguro. El apostillado creo que también se puede hacer en el Registro municipal (por lo menos es una de las opciones que sale en la página web, aunque no haya cupo).

Cuentas de twitter de ayuda

Recomiendo seguir estas cuentas ya que hay información importante y notifican cuando hay citas disponibles: @ApostillaGTU y @PatriciaPatite
Bueno, eso es todo, por favor si creen que pueden aportar algo en los comentarios, se les agradece.
submitted by L30R0D to vzla [link] [comments]


2017.08.03 23:30 autotldr OFFICIAL: Romania will buy BELL attack helicopters. It will be manufactured in Romania.

This is the best tl;dr I could make, original reduced by 48%. (I'm a bot)
Ministrul Apararii, Adrian Tutuianu, a semnat astazi o scrisoare de intentie de pret si disponibilitate privind achizitionarea de elicoptere de atac de la Bell Helicopters si care va fi adresata guvernului SUA, anunta Guvernul.
Dupa acceptul Washingtonului, Ministerul Economiei si compania Bell ar urma sa infiinteze o firma mixta prin care elicopterele sa fie produse in Romania.
Decizia privind achizitionarea de elicoptere de atac se fundamenteaza pe planul de inzestrare aprobat recent de Consiliul Suprem de Aparare a Tarii, potrivit guvernului.
Compania americana si IAR SA au in derulare un Memorandum de intelegere semnat in noiembrie 2016 prin care cele doua parti se angajeaza la o potentiala colaborare ce ar consta in sprijin tehnic, in caz ca Romania cumpara elicopterul de atac AH-1Z Viper.
Jane's Defense cita o cere de informatii emisa de catre US Army in numele Fortelor Terestre Romane pentru achizitia de elicoptere destinate in principal misiunilor de sprijin aerian apropiat-CAS, dar care sa poate fi folosit si pentru transport de trupe si cargo sau misiuni de evacuare medicala.
Jane's Defence scria ca in specificatiile indicate de Fortele Romane s-ar putea incadra mai multe modele de elicoptere precum Airbus H145M, Airbus H215M, Airbus H225M, Bell OH-58D Kiowa Warrior, Bell 407 GT, Bell UH-1Y Venom, Boeing AH-6i sau MD 530F. Vom reveni.
Summary Source FAQ Feedback Top keywords: Bell#1 elicoptere#2 atac#3 care#4 mai#5
Post found in /europe and /Romania.
NOTICE: This thread is for discussing the submission topic. Please do not discuss the concept of the autotldr bot here.
submitted by autotldr to autotldr [link] [comments]


2016.12.14 10:39 jensfugt69 [Slovak > English] GF talk with ex, long distance relationship

I know the format is fucking up, but can someone tell me if something weird is going on
K: paradicka :) 4 január M: 04-01-2016 12:30 M: Hello K: 04-01-2016 12:31 K: Cauky :)) M: 04-01-2016 12:31 M: Jak to s tebou dnes vyzera? Mne je dost na chuja :S K: 04-01-2016 12:38 K: Nrmusime sa vidiet ked sa debilne cotis To enatoji za to ked mas byt viacej chory kvoli tomu M: 04-01-2016 12:50 M: Viac uz nebudem len kaslem dost a mamnplny nos a nebudem velmi príjemný spolocník K: 04-01-2016 13:08 K: Okej Ale mi musis slubit ze ked pridem na vikend dakedy tak sa stretneme M: 04-01-2016 13:10 M: Okej takto bude asi najlepšie a dufam že tennvikend nenadide o rok :) K: 04-01-2016 13:11 K: Nene sak teraz ked budem v prazke by som chcela prist aj castejsie M: 04-01-2016 13:11 M: No to znie hned lepšie :) 23 január M: 23-01-2016 01:03 M: http://youtu.be/mh8MIp2FOhc K: 23-01-2016 01:03 K: Ja som na ceste a dlzis mi stretko pokial si dobre pamatam :( Boooooooon ? Neviem ci nahodou nie moja najoblubenejsia od nehov M: 23-01-2016 01:04 M: :) K: 23-01-2016 01:05 K: Uz hraaa M: 23-01-2016 01:05 M: Neviem spat a mam nejaku nostalgicku chvilu K: 23-01-2016 01:05 K: Uj Mozme mat spolu Ja tiez neviem spat akosi M: 23-01-2016 01:06 M: Kde si momentalne? K: 23-01-2016 01:06 K: Ostrava? Asi Nevim ?? Ty? M: 23-01-2016 01:06 M: V posteli :D s pesom K: 23-01-2016 01:10 K: Co robis cez vikend ? M: 23-01-2016 01:10 M: Nemam ziadny extra plan Zajtra rano pojdem zaplavat a pak nevim Ty mas ake plany? K: 23-01-2016 01:34 K: Hmmm Babka Oco Vecer bodka Rada by som aj teba videla teda uz Ty nerobis tento vikend ? M: 23-01-2016 01:34 M: Ee nerobim uz vikendy Mozme vybehnut :) K: 23-01-2016 01:34 K: Nikdy? :O Preco? Odkedy? M: 23-01-2016 01:35 M: Par krat za rok mozno Som povysil :D K: 23-01-2016 01:37 K: Uuuj Aj inymi benefitmi ci volne vikendy? M: 23-01-2016 01:38 M: Aj ine :) K: 23-01-2016 01:38 K: Mas daco navyse rovit ? M: 23-01-2016 01:39 M: Porozpravam ti :) -12 je vonku Celkom som rad ze som pod perinou K: 23-01-2016 01:42 K: Okii Nechcem ti slubit ze na 100000% Ale budem sa snazit velmi velmi v nedelu okey? Alebooo O ktorej odes vlastne plavat? M: 23-01-2016 01:43 M: Do obedu K: 23-01-2016 01:43 K: Kavickaso mnou o 7am a potom kupko ale uz bezomna??? M: 23-01-2016 01:44 M: Nevstanem tak v sobotu a az o 10:00 sa otvara plavaren :P Ved ked budes mat cas sa ozvi a vybehneme M: 23-01-2016 01:44 M: K: 23-01-2016 01:45 K: Dobree:) Samko si ci s priatelkou? M: 23-01-2016 01:45 M: Sam a pesom som Chcel by som spat tak jak onbuz Len mi to nejde no K: 23-01-2016 01:46 K: Ani mne A aj unavko som Ale ta Zariem oci A Nic :(( M: 23-01-2016 01:47 M: Hm podobne Vela Myslienok mam Musim to dajak vypnut K: 23-01-2016 01:47 K: Chces mi dajaku prezradit?:)) Len dajaku nevinnu M: 23-01-2016 01:48 M: :D K: 23-01-2016 01:48 K: To ti urxie pomoze M: 23-01-2016 01:48 M: Neviem ich ani len zatriedit :A Bordel v hlave K: 23-01-2016 01:50 K: Skus zavriet oci a dychat A sustredit sa na svoje dychanie M: 23-01-2016 01:50 M: Hm skusim..ked to nepojde dam si dajaku hudbu do pozadia Idem na to Vidime sa ;) K: 23-01-2016 01:51 K: Pisem tiii:)) M: 23-01-2016 01:51 M: Oka :( :) K: 23-01-2016 01:54 K: Spi sladce 24 január K: 24-01-2016 11:22 K: co robis?? M: 24-01-2016 11:51 M: Jdu plaavat M: 24-01-2016 12:19 M: Spadol mi messenger cely :S 24 január K: 24-01-2016 15:58 K: Nestiham to uz asi ?? Teda mozno aj hej teoreticky Ale neviem ?? Ty co robis? M: 24-01-2016 16:38 M: Ehm do krasnej idem momentalne Ale vedel by som sa stavit v meste Ak by K: 24-01-2016 16:41 K: Ubabky ja son Nestiham :( M: 24-01-2016 16:41 M: Ehm.. Tak iny vikend :) Ked budes vacsia :) K: 24-01-2016 16:42 K: Ale joj ?? Rada by som ta videla uz ?? M: 24-01-2016 17:02 M: Poslem ti nejake fotky alebo co :D K: 24-01-2016 17:02 K: Posliii :)) M: 24-01-2016 17:03 M: K: 24-01-2016 17:03 K: Cauceee mravceee M: 24-01-2016 17:23 M: :D taki ame Sme K: 24-01-2016 17:57 K: haha hej hej toto ste vz "D"D :D a to v krasnej vonku ste? M: 24-01-2016 18:18 M: Tahanovce les :) 5 február M: 05-02-2016 23:15 M: Chello jaak ? K: 05-02-2016 23:16 K: Caukyyu Dobre dobre Ty co ? :)) M: 05-02-2016 23:18 M: ta posedavam si doma...dnes je na alejovej akcia korculovanie 24 hodin ta rozmyslam kde mam korcule :) K: 05-02-2016 23:22 K: Juuuuuj Isla by som :( M: 05-02-2016 23:22 M: moze to byt faaajn pocuj...preco s iv prahe ? :D K: 05-02-2016 23:22 K: Internship M: 05-02-2016 23:23 M: to na dlho ? K: 05-02-2016 23:23 K: Do konca marxa Marca Potom chcem ist do holandska Potom spat do prahy na kygo koncert A potom dansko M: 05-02-2016 23:25 M: mas to pestre teda...co je dobre :) v prahe co nove ? K: 05-02-2016 23:25 K: Nooo M: 05-02-2016 23:25 M: uz das pol roka sa chystam Tibora pozrem..akos isa nedari :S K: 05-02-2016 23:25 K: Ved prid teraz Akuratsa s nim dohadujem ze zajtra pojdeme na obed M: 05-02-2016 23:28 M: :D heeeeezky v nedelu by som mohol skusim pozret vlak dajaky :D K: 05-02-2016 23:29 K: Prid priiiiiiiid :)) V nedelu vecer Pondelok si tu Easy Tibor by mal mat kratky tyzdeb Tyzden M: 05-02-2016 23:30 M: v pondelok uz musim byt v robote...rusno mame momentalne :S K: 05-02-2016 23:31 K: Tak sadaj na najblizsi vlak a cakame ta :( M: 05-02-2016 23:46 M: hm tento vikend to nedam...aj keby som volmo chcel 10 február M:m 10-02-2016 18:44 M: Tibor na fb? Resp nemas cislo nanho? K: 10-02-2016 18:46 K: Caukyyy Ceske mam M: 10-02-2016 18:46 M: Bude stacit :) K: 10-02-2016 18:47 K: +420 735 028 166 Co treba?:$ :))) Zvedvko som ?? M: 10-02-2016 18:48 M: Cez vikend by som chcel ist do Prahy :) K: 10-02-2016 18:48 K: Neeeeeeeeeeee Dalsi az prosim prosim M: 10-02-2016 18:48 M: :D K: 10-02-2016 18:48 K: Prosiiiim az dalsiiii :(( M: 10-02-2016 18:49 M: Preco nie tento? K: 10-02-2016 18:49 K: Idem do danska v piatok Do stredyy ?? M: 10-02-2016 18:49 M: Je mozne ze az buduci pojdem :) K: 10-02-2016 18:49 K: Prosim :(( Potom budem cely vikend len vasa ?? M: 10-02-2016 18:50 M: Hh :) ok K: 10-02-2016 18:53 K: Samko prides?? Aaa aj tak myslim ze tibor robi teraz cez vikend M: 10-02-2016 18:54 M: J sam K: 10-02-2016 18:54 K: Juuuuj Budeme ta tuzobne ocakavat ?? M: 10-02-2016 18:56 M: Tesim :) Co bude v Dansku do Stredy? K: 10-02-2016 18:58 K: Stahovanie :/ M: 10-02-2016 18:58 M: Ake co kdee? K: 10-02-2016 18:59 K: Noo z mojho bytu ku kamosovi Lebo moj ex si nasiel nove byvanie M: 10-02-2016 19:00 M: Novinky nie najlepsie...postahuj co treba a hybaj spat do Prahe :) K: 10-02-2016 19:11 K: Hej ako v pohodicke To aspon nebudem musiet riesit potom M: 10-02-2016 19:31 M: No jooo Este keby pekne chcelo byt ked dojdem :) Hned by som bol postastnejsi K: 10-02-2016 19:33 K: Uz by mohlo Mali sme tu uz aj 13-15stupnov Ale myslim ze zima sa chce vratit este raz ?? M: 10-02-2016 19:33 M: Nech jebzima alebo teplo a sucho a ne toto blato tu :S Neviem co mam robit...taky som dajaky bez zivota.. K: 10-02-2016 19:42 K: My nemame blato neboj sa :) Teraz dnes myslis ? Ci vseobecne v zivote si bez zivota? ?? M: 10-02-2016 19:45 M: Dnes..posledne dni K: 10-02-2016 19:46 K: Daco sa deje ? :( M: 10-02-2016 19:46 M: Ehm ani neviem...nemam chut vyhodnocovat ani to co sa deje okolo mna... M: 10-02-2016 19:52 M: http://fearypine.tumblr.com/image/138039574957 Toto potrebujem K: 10-02-2016 19:53 K: Oj To by som aj ja brala M: 10-02-2016 20:40 M: kto by nie...klud potrebujem celkom urgentne 13 február M: 13-02-2016 09:56 M: Uz si Daanka? K: 13-02-2016 11:38 K: Jjjou M: 13-02-2016 11:40 M: Vela mas toho na stahovanie ci? K: 13-02-2016 12:45 K: Ani ne len potrebujem vozik z Ikea a nemam auto krore by ho zobralo M: 13-02-2016 14:14 M: Mas co robit dievca K: 13-02-2016 14:15 K: Hej tak radsej sedim na kave ???? M: 13-02-2016 14:15 M: Uuuu neviem ci aj ja nezbehnem na kavej Dik za tip :D K: 13-02-2016 14:15 K: Lebo neskutocne pekne je tu Haha nz ?? Zly smajl ?? M: 13-02-2016 14:16 M: V poriadku :D nespanikaril som Pekne ci "pekne" tam je? K: 13-02-2016 14:17 K: Pekne naozaj slniecko svieti M: 13-02-2016 14:18 M: Troska zavist...bo tu je na samovrazdu pocasie ci pana... K: 13-02-2016 14:20 K: Dazde? M: 13-02-2016 14:20 M: Ano ?? K: 13-02-2016 14:21 K: Oj S tibcom si hovoril? M: 13-02-2016 14:22 M: Este nie vidis...zavolam mu 13 február K: 13-02-2016 21:15 K: Okej :)) M: 13-02-2016 21:15 M: Hotovo mas? K: 13-02-2016 21:15 K: Taka som unavena ze sa az trasiem Hej ale nemam stale isty odvoz zajtra ?? M: 13-02-2016 21:17 M: Katka...bude dobre ! M: 13-02-2016 21:18 M: M: 13-02-2016 21:18 M: Pozdravujeme :) K: 13-02-2016 21:18 K: Jeeeeeeej Aj jaaaaaaa K: 13-02-2016 21:19 K: K: 13-02-2016 21:19 K: Posielam pusinkyyy M: 13-02-2016 21:22 M: Jeeeeeeee :) K: 13-02-2016 21:23 K: Take unavene Ale stale ! ?? Len vy dvaja ste !! ?? M: 13-02-2016 21:26 M: Este par znamych :) K: 13-02-2016 21:28 K: Joj sa mi to paci ze tak na pivko idete spolu M: 13-02-2016 21:29 M: Treba sem tam :) K: 13-02-2016 21:31 K: A jak sa ma mlady ? ?? Spokojne vsetko? M: 13-02-2016 21:33 M: Ale dobre celkom :) 15 február M: 15-02-2016 16:08 M: si poriesila ten odvoz nakoniec ? :) M: 15-02-2016 17:02 M: Tibco robi cez vikend :( ale ta vecer by na mna mal cas K: 15-02-2016 17:09 K: Ze by sme daco porobili cez den a pockali nanho kym skonci? Ci chces pockat do dalsieho vikendu ked bude aj on off? M: 15-02-2016 17:10 M: nechcem cakat..sibne mi doma :( K: 15-02-2016 17:11 K: Oki tak prid :))) Ved v prahe je vzdy co robit :) M: 15-02-2016 17:11 M: ani nevies jak sa tesim :) K: 15-02-2016 17:12 K: Aj jaaaaa :)) Dnes robotka? M: 15-02-2016 17:12 M: j robil som aj este dokoncujem daco K: 15-02-2016 17:12 K: Uz dom? M: 15-02-2016 17:12 M: ale uz sa mi rihat z toho chce jo jo uz od obeda som doma K: 15-02-2016 18:52 K: A to co si robil? M: 15-02-2016 18:52 M: pracoval.. cakal som postu tak som chcel bzt doma M: 15-02-2016 19:02 M: listky na vlak mam :) asi aj feri bude v prahe :D K: 15-02-2016 19:02 K: Wuut? Haha Kedy budes v praze? M: 15-02-2016 19:03 M: v sobotu skoro rano K: 15-02-2016 19:05 K: U tibca budes spinky? M: 15-02-2016 19:05 M: este som neriesil noclah K: 15-02-2016 19:05 K: Pridem pre teba na stanicu? O ktorej? M: 15-02-2016 19:06 M: katuska ja viem ze ty spinkas o takom case este :D K: 15-02-2016 19:06 K: To o ktorej je ? M: 15-02-2016 19:11 M: 06 00 M: 15-02-2016 19:17 M: budes pinkat sladko :D Mozno dojde aj Luky ci pana :D M: 15-02-2016 19:31 M: ale ja sa dost rad tulam tak ta necham vyspat :) 15 február K: 15-02-2016 22:51 K: Aj luky?? Parada! M: 15-02-2016 22:52 M: jo jo :) bude dobre :) K: 15-02-2016 22:52 K: Jou M: 15-02-2016 22:53 M: chod spat..nech vladzes K: 15-02-2016 22:53 K: Pozrite apartmany na booking M: 15-02-2016 22:53 M: pozremeee K: 15-02-2016 22:54 K: Zajtra posledny den v aalborgu V stredu rano idem spat M: 15-02-2016 22:55 M: j..smutna ci stastna ? K: 15-02-2016 23:20 K: Nechce sa mi ?? M: 15-02-2016 23:21 M: Zvladnes :) K: 15-02-2016 23:37 K: Jasne ?? A to ide rychlo hlavne Tyzdne su rychle a cez vikendy som vkuse s niekym ?? 16 február M: 16-02-2016 07:56 M: Tiez by som teraz potrboval rychly tyzden.. K: 16-02-2016 08:56 K: Prrco? A preco sa zblaznujes v kosiciach. ? :( Vela robotky? M: 16-02-2016 08:57 M: Lebo doma je miesto julky a pesa uz len neznesitelne ticho.. K: 16-02-2016 08:58 K: Definitivne? M: 16-02-2016 08:59 M: Vyzera to tak.. K: 16-02-2016 09:03 K: Ah Tak to prid na cely tyzden do prahy ?? Kym ticho odide M: 16-02-2016 09:05 M: Nepusti robota :S 17 február K: 17-02-2016 07:45 K: Nevadi aspon vikendik no :) M: 17-02-2016 08:17 M: Sprav uz vikend.. K: 17-02-2016 10:00 K: Haha prosim ta o to iste ?? Snezi tu omg Neprijemne privitanie ?? M: 17-02-2016 11:44 M: Ejhaaa K: 17-02-2016 11:58 K: Ale strasne ?? M: 17-02-2016 12:02 M: sneh ja smiem blato ne :D K: 17-02-2016 13:09 K: Sak toto ze to zachvilu bude blato ?? M: 17-02-2016 13:14 M: ticho :D K: 17-02-2016 15:02 K: jezis sa nevladzem hybat :( 17 február M: 17-02-2016 18:15 M: jak to co to ? K: 17-02-2016 18:16 K: Som sa prejedla na obed ?? M: 17-02-2016 18:16 M: ja cely den zerem pizzu hotovy som z toho K: 17-02-2016 18:16 K: Hahaha Kolko si ich uz popapal ? ?? M: 17-02-2016 18:18 M: M: 17-02-2016 18:18 M: Rano este polku inej...a prazenicu este... K: 17-02-2016 19:27 K: Omg ?? Si davas M: 17-02-2016 19:38 M: tlak... zle mi je 17 február K: 17-02-2016 23:43 K: Lubis saunu? 18 február M: 18-02-2016 04:02 M: Ehm davno som nebol 18 február K: 18-02-2016 09:14 K: Lebo chodim do takej jednej super Ktora by sa ti mohla pacit M: 18-02-2016 09:14 M: A je tam horuco? :D K: 18-02-2016 09:14 K: Tak som myslela ze by sme tam mohli zajst Pece taaam ???? M: 18-02-2016 09:15 M: Ale su take dve druhy...ze parna a sucha potom...a v jednej sa da dlhsie vydrzat K: 18-02-2016 09:19 K: Tam je len jedna Aky je meszi nimi rozdiel? ?? M: 18-02-2016 09:25 M: Neviem presne :D Ale rad tam pojdem :) K: 18-02-2016 09:26 K: Nooo 90stupnov ma A potom sa ides schladit do vltavy Ak chces no ?? K: 18-02-2016 09:36 K: Som aj rozmyslala ze by sme mohli ist na Parov stelar v sobotu Ale tak 30e vstupenka Co sa mi vobec za to tolko nechce dat ?? M: 18-02-2016 09:37 M: Ehm..napodobne :D Uz sa topiii ten sneh M: 18-02-2016 09:48 M: ? K: 18-02-2016 09:49 K: Este niee Ale uz sa na tom pracuje Krasne je tud nes Slnko svieti Takze akurat Kym prides vsetko bude ako ma byt ?? M: 18-02-2016 09:51 M: vcera ja tu bolo krasne v mikine som chodil po slunicku an balkone chill totalny... :) K: 18-02-2016 09:57 K: Oj Dufam ze aj ba vikend vyjde pekne pocasie M: 18-02-2016 11:18 M: Uvidiiime :) 19 február K: 19-02-2016 07:52 K: Kedy odchadZas z KE? M: 19-02-2016 07:53 M: 21:20 ide vlak Cca :D K: 19-02-2016 07:54 K: Hmm uz premyslam co zajtra by sme mohli robit ?? M: 19-02-2016 07:55 M: Moja zlata :D K: 19-02-2016 07:55 K: Som rozmyslala ze by sme sa mohli ist pozriet na titanic ale to som uz slubila adamovi :/ Tyyy myslisze budes spat vo vlaku ci jak dojdes este budes chciet trosku pospat? M: 19-02-2016 07:57 M: Ja spim vsade katka :) Na revenanta by som siel...si to uz videla? K: 19-02-2016 07:57 K: Uuuu Nie Mozme M: 19-02-2016 08:05 M: :) Idem do praacis pomaly K: 19-02-2016 08:29 K: Uf M: 19-02-2016 08:56 M: Ja by som mal ufkat :) K: 19-02-2016 08:56 K: Taky catering je na natacani ?? K: 19-02-2016 08:56 K: M: 19-02-2016 08:57 M: Cibulku tam vidim Dal by som si K: 19-02-2016 09:09 K: No pocuvaj Kedy v nedelu odchadzas? M: 19-02-2016 09:10 M: Veeecer K: 19-02-2016 09:10 K: Lebo nepojdeme na ten titanic? M: 19-02-2016 09:11 M: Mozme :) K: 19-02-2016 09:11 K: No super Ved mozme aj titanic aj kino M: 19-02-2016 09:12 M: Uvidime mozme :) M: 19-02-2016 09:26 M: Co ty to tam natacas za nekalosti? K: 19-02-2016 09:26 K: Na Vitanu M: 19-02-2016 09:27 M: O takej polohe som este nepocul ?? K: 19-02-2016 09:27 K: Haha Celkom zabavicka M: 19-02-2016 09:27 M: :D Verim K: 19-02-2016 09:27 K: Ale tak 20sec rklama Sa natacat 2dni ?? M: 19-02-2016 09:27 M: Fuh Celkom tlak 19 február M: 19-02-2016 16:11 M: Vsak do sauny nepotrebujem "oblecenie" ? :D K: 19-02-2016 16:12 K: not at all :D dostanes plachtu M: 19-02-2016 16:12 M: Perfect !!!! K: 19-02-2016 16:12 K: uz sa balis? M: 19-02-2016 16:13 M: M: 19-02-2016 16:13 M: Hej K: 19-02-2016 16:14 K: haha s kym si ty :D M: 19-02-2016 16:15 M: S kolegom :) K: 19-02-2016 16:15 K: ale uz si skoncil v robotke? M: 19-02-2016 16:18 M: Jou K: 19-02-2016 16:19 K: budeme chciet aj fajcit? M: 19-02-2016 16:19 M: Hm? K: 19-02-2016 16:19 K: no sak sa rozhodneme a pojdeme kupit keby daco :D M: 19-02-2016 16:19 M: :D K: 19-02-2016 16:20 K: len mozno dnes pojdem do toho baru kde kupujem tak som myslela ze uz kupim ked tam budem M: 19-02-2016 16:20 M: Oplatim :) K: 19-02-2016 16:21 K: uvidime no ved ked nepojdem dnes zajdeme zajtra aspon uvidis kam chodime nakupovat :D:D M: 19-02-2016 16:21 M: Tesim :) M: 19-02-2016 16:48 M: Sa na nakupy :D Skoda ze tibor robi do deviatej.. Bude musiet dobiehat den.. :D K: 19-02-2016 16:49 K: sak toto ze on nebude ani pit :( lebo v nedelu zase na deviatu ale povedal ze sa bude zabavt na nas :D M: 19-02-2016 16:49 M: Je to klasik :D K: 19-02-2016 16:50 K: nesklame :D K: 19-02-2016 17:06 K: pocuuuuuuuj kedy bdues doma? M: 19-02-2016 17:07 M: Uz som K: 19-02-2016 17:09 K: a kedy asi budes na stanici? M: 19-02-2016 17:10 M: Okolo deviatej K: 19-02-2016 17:11 K: lebooooooooooo asi dojde za tebou moj brat ale neviem ci domov alebo na stanicu ti da peniaze co mi donesies :D keby si bol taky laskyplny :( prosim ta pekne :( M: 19-02-2016 17:12 M: V pohode :) K: 19-02-2016 17:12 K: ake mas ciselko prosim ta M: 19-02-2016 17:12 M: 09043# K: 19-02-2016 17:13 K: dakujem :) ti bude volat Darca ze kde si alebo jak si alebo co si :D M: 19-02-2016 17:13 M: Oki Ktory brat to bude? :D K: 19-02-2016 17:13 K: branislav M: 19-02-2016 17:13 M: :) K: 19-02-2016 17:15 K: poklad siii inak neviem ci ty ze aku mas banku a ci ti je lepsie vybrat eura a tu zmenit alebo vybrat tu z bankomatu ale mam jednu dobru zmenaren bez poplatkov pri paladku M: 19-02-2016 17:16 M: Vub Netusim...chcem zmenit v auparku.. K: 19-02-2016 17:17 K: no alebo tak :) M: 19-02-2016 17:20 M: Hm nemam ciste veci :D K: 19-02-2016 17:21 K: nevadi :D mne nevadi ked si spinavy :( M: 19-02-2016 17:24 M: To sa tak krasne cita :D Napriek tomu sa osprchujem ak sa nenahnevas K: 19-02-2016 18:12 K: no ale teraz podme poriesit veci M: 19-02-2016 18:19 M: 7 minut ani s frajerkou som nevolal ked sme sa mesiav nevideli :D Co ty chces riesit? Ja uz som spal K: 19-02-2016 18:20 K: hahaha joj sak preco spis? :D zeee zajtra jak sa dostanes k tibimu resp o ktorej ta mam cakat na stanici M: 19-02-2016 18:21 M: Budem ti rano volatprv sa zlozime na intraku :) K: 19-02-2016 18:22 K: ty nejdes ku tiborovi byvat? M: 19-02-2016 18:22 M: No :) K: 19-02-2016 18:22 K: pockaj pockaj ty aj s lukym prides teda hej? M: 19-02-2016 18:22 M: Aaano K: 19-02-2016 18:22 K: som zabudlaaaaaaaaaaaa a kde na intraku budete? M: 19-02-2016 18:22 M: :D To len on vie :D Ma tam kamosku dajaku K: 19-02-2016 18:23 K: oki oki M: 19-02-2016 18:31 M: Mam pre teba tajomnu obalku :) K: 19-02-2016 18:31 K: Uuuuuuu Je v nej carovne zaklinadlo Alebo milenecky dopis? M: 19-02-2016 18:32 M: Netusiim :) Ja tak zaspim v tom vlaku ze zbohom K: 19-02-2016 18:35 K: regio idete? M: 19-02-2016 18:35 M: Jo M: 19-02-2016 19:09 M: Zhorel som v sprche K: 19-02-2016 20:09 K: Neze zaspis na vlak M: 19-02-2016 20:10 M: hore som neboj sa :) K: 19-02-2016 20:13 K: No M: 19-02-2016 20:20 M: Straaasne tu prsiii K: 19-02-2016 20:56 K: Aj tu asi bude :( M: 19-02-2016 21:14 M: Pohodkaaaa :) K: 19-02-2016 21:31 K: Uz cestujete?? M: 19-02-2016 21:32 M: Jou :) K: 19-02-2016 21:32 K: Ja sa idem trosku posaunit M: 19-02-2016 21:34 M: Bezkaj K: 19-02-2016 22:58 K: Ja lieeeeetam M: 19-02-2016 23:16 M: Ja letim spat :) K: 19-02-2016 23:17 K: Okiii Pis mi ked budes v prazke Alebo mi zaovlaj 0944947787 Nieee Este raz 0944047787 M: 19-02-2016 23:34 M: Okiiii Bru K: 19-02-2016 23:34 K: Esteeee Pocuj Nespiii Mam otazku Kolko by si bol ochotny dat za listok na parova? ?? M: 19-02-2016 23:43 M: Das 15 :D K: 19-02-2016 23:44 K: 18? ?? M: 19-02-2016 23:44 M: Mozaze K: 19-02-2016 23:44 K: Lebo je taky plan Ze pojdeme pred koncertom skusit Pred arenu Tam tipci predavaju listky lacno Niekedy M: 19-02-2016 23:47 M: Mozme to skuusit K: 19-02-2016 23:49 K: Ok! 20 február M: 20-02-2016 19:21 M: Kaaamo jak rad leziiim :) K: 20-02-2016 19:21 K: Pocuuuj Taka je vec zeee Ci nechcete ist ku tiborovi Tak do jedenastej A potom pojdeme do Crossu M: 20-02-2016 19:21 M: Moza kludne :) K: 20-02-2016 19:22 K: Oki Taaak Cakaj K: 20-02-2016 19:27 K: K: 20-02-2016 19:27 K: Mozme sa stretnut na hradcanskej Ked chcete Ok? M: 20-02-2016 19:29 M: Oki tak 21:22 sme tam :) K: 20-02-2016 19:29 K: K: 20-02-2016 19:36 K: Joj asi pojdeme do tej reality nakobiec Lebo do crossu sa plati 200kc vstup Na daco co vobec bepocuvam M: 20-02-2016 19:36 M: Ale pred tym k tiborovi ci? K: 20-02-2016 19:37 K: Eee 21:30 v realite M: 20-02-2016 19:38 M: Okiiii K: 20-02-2016 19:42 K: Pocuuuj Nemozem si nabit kredit cez tvoju kartu a ti dam cash ? M: 20-02-2016 19:43 M: Aaaaano Nemam kreditku z banky...len diners club card To pojde? K: 20-02-2016 19:43 K: Neviem co to je ?? M: 20-02-2016 19:44 M: Pozri sa tej stranke kde nabijas kredit cim sa da platit...a ked tan bude diners card tak topojde :) K: 20-02-2016 19:45 K: https://www.o2.sk/moje-o2/kredit/dobijanie-online
Dobitie kreditu cez internet Moje O2 Limity sú nastavené pre platobnú metódu. Takže aj po ich prekrocení si môžete dobit kredit na vašom telefónnom císle. Stací použit iný spôsob platby. o2.sk M: 20-02-2016 19:53 M: Za keci? K: 20-02-2016 19:54 K: 10e Ide to? M: 20-02-2016 19:54 M: Cez vub e pay :) Pojde K: 20-02-2016 19:54 K: Juuuuj Super M: 20-02-2016 19:55 M: 0944047787 ? K: 20-02-2016 19:55 K: Jou M: 20-02-2016 19:57 M: Ta to soske..skus tam len dat tvoje cislo...ci ho bere.. Bo mne ne bars K: 20-02-2016 19:57 K: Daj len 944047787 M: 20-02-2016 19:58 M: Sak som dal Bez nuly K: 20-02-2016 19:58 K: a nejde? M: 20-02-2016 19:58 M: Ee K: 20-02-2016 19:58 K: ale jak?# :D nechapem:D M: 20-02-2016 19:59 M: K: 20-02-2016 20:00 K: 7 ti chyba na konci :D M: 20-02-2016 20:00 M: Sak tam chyyyba Picky :D K: 20-02-2016 20:00 K: hahaha dikickoooo M: 20-02-2016 20:04 M: :) 21 február K: 21-02-2016 12:44 K: Hladna sooom ?? M: 21-02-2016 13:27 M: V gate sme dakde na vaclavskom namesti :) Jebne ma tu K: 21-02-2016 13:29 K: Ostate na vaclavaku M: 21-02-2016 13:30 M: Oki K: 21-02-2016 13:30 K: Uz cakam na briku M: 21-02-2016 13:30 M: Ooooo ok ok Celkom prekvapenie :D K: 21-02-2016 13:31 K: Ale jak fajne jeeee M: 21-02-2016 13:31 M: Jo :) M: 21-02-2016 13:40 M: Nakupene... Chvalabohu.. K: 21-02-2016 13:40 K: Haha Vyberte zatial restiku ?? A potrebujem servitku ?? M: 21-02-2016 13:41 M: Maaam Daleko si? K: 21-02-2016 13:47 K: Na metro idem Za 10min som na vaclavaku M: 21-02-2016 13:48
submitted by jensfugt69 to translator [link] [comments]


2016.12.04 05:28 EnciclopedistadeTlon Domingo de lectura 25: Echeverría, Wikipedia, Gaiman, Almafuerte y Aung Than

La idea es que cada domingo elijamos al azar textos del documento online en el que cargo las sugerencias de todos
Los textos de este domingo: Tirada de números.
1) Ficción breve: “El matadero” de Esteban Echeverría (PDF), sugerido por Iamnotgoingtoremembe.
Esteban Echeverría (1805-51) fue un escritor, poeta y activista político argentino, que introdujo el Romanticismo en su país y perteneció a la Generación del 37. Es una figura emblemática de la literatura argentina del siglo XIX, recordado especialmente por su cuento “El matadero” y su poema narrativo La cautiva.
 
2) No-ficción breve: Artículo “Argentina” (enlace para móvil) de Wikipedia.
Wikipedia (2001) es una enciclopedia libre, políglota y editada colaborativamente. Es administrada por la Fundación Wikimedia, una organización sin ánimo de lucro cuya financiación está basada en donaciones.
 
3) Microrrelato: “Pasteles de bebé” de Neil Gaiman, sugerido por SocotrocoVerde.
Neil Gaiman (1960) es un autor inglés de historietas, novelas, cuentos y guiones para cine y televisión. Entre sus creaciones más conocidas están la serie de comics The Sandman y las novelas Stardust, American Gods, Coraline y El libro del cementerio. Frecuenta los géneros de fantasía, terror y ciencia ficción.
 
Pasteles de bebé
Hace unos años todos los animales se fueron.
Nos despertamos una mañana y ya no estaban allí. Ni siquiera nos dejaron una nota o nos dijeron adiós. Nunca acabamos de entender adónde se habían ido.
Los echábamos de menos.
Algunos pensamos que el mundo se había acabado, pero no era así. Sencillamente, no había más animales. Ni gatos ni conejos, ni perros ni ballenas, ni peces en los mares, ni aves en los cielos.
Estábamos completamente solos.
No sabíamos qué hacer.
Vagamos perdidos un tiempo y entonces alguien señaló que, sólo porque ya no había animales, no teníamos por qué cambiar nuestras vidas. No teníamos por qué cambiar nuestras dietas o dejar de poner a prueba productos que podrían hacernos daño.
Después de todo, aún quedaban los bebes.
Los bebés no saben hablar. Apenas se pueden mover. Un bebé no es una criatura racional y pensante.
Hicimos bebés.
Y los usamos.
Algunos nos los comimos. La carne de bebé es tierna y suculenta.
Los despellejamos y nos decoramos con su piel. El cuero de bebé es suave y cómodo.
Con otros hicimos pruebas.
Les sujetamos los ojos abiertos con cinta adhesiva y vertimos detergentes y champús dentro, de gota en gota.
Los cubrimos de cicatrices y los escaldamos. Los quemamos. Los sujetamos con abrazaderas y colocamos electrodos en sus cerebros. Hicimos injertos y los congelamos e irradiamos.
Los bebés respiraban nuestro humo y en sus venas corrían nuestras medicinas y drogas, hasta que dejaban de respirar o hasta que la sangre les dejaba de correr.
Fue duro, desde luego, pero era necesario.
Nadie podía negarlo.
Si habían desaparecido los animales, ¿qué otra cosa podíamos hacer?
Algunas personas se quejaron, por supuesto. Pero la verdad es que siempre lo hacen.
Así que todo volvió a la normalidad.
Pero...
Ayer, todos los bebés habían desaparecido.
No sabemos adónde se fueron. Ni siquiera los vimos marcharse.
No sabemos qué vamos a hacer sin ellos.
Pero ya se nos ocurrirá algo. Los seres humanos son listos. Es lo que nos hace superiores a los animales y a los bebés.
Ya encontraremos una solución.
Búsqueda de Google Imágenes: Baucis Calvino.
 
4) Poesía: Siete sonetos medicinales (PDF) de Almafuerte, sugerido por satanicodrcadillac.
Pedro Bonifacio Palacios (1854-1917), alias Almafuerte, fue un maestro, periodista y poeta argentino. Exaltó a las clases humildes y despreció a los literatos. Su tono profético y agresividad impetuosa le valieron prestigio popular pero su habilidad poética fue cuestionada por los críticos. Se lo considera exponente de un Romanticismo tardío popular.
 
Pongo los dos primeros sonetos, el resto los pueden encontrar en el PDF.
 
¡Avanti!
 
Si te postran diez veces, te levantas
otras diez, otras
cien, otras quinientas...
No han de ser tus caídas tan violentas
ni tampoco por ley, han de ser tantas.
 
Con el hambre genial con que las plantas
asimilan el humus avarientas,
deglutiendo el rencor de las afrentas
se formaron los santos y las santas
 
Obsesión casi asnal para ser fuerte,
nada más necesita la criatura.
y en cualquier infeliz se me figura
que se rompen las garras de la suerte...
 
¡Todos los incurables tienen cura
cinco segundos antes de la muerte!
 
 
¡Piú avanti!
 
No te des por vencido, ni aun vencido,
no te sientas esclavo, ni aún esclavo;
trémulo de pavor, piénsate bravo,
y arremete feroz, ya mal herido.
 
Ten el tesón del clavo enmohecido,
que ya viejo y ruin vuelve a ser clavo;
no la cobarde intrepidez del pavo
que amaina su coraje al primer ruido.
 
Procede como Dios que nunca llora,
o como Lucifer que nunca reza,
o como el robledal, cuya grandeza
necesita del agua y no la implora...
 
¡que muerda y vocifere vengadora
ya rodando en el polvo tu cabeza!
 
5) Historieta: Selección de viñetas de *Zen Pencils* de Gavin Aung Than.
Gavin Aung Than es un historietista e ilustrador australiano. Es conocido por su blog ilustrado Zen Pencils, en el que adapta célebres citas inspiracionales en viñetas.
 
 
P.D.: Para la persona que comentó el thread del domingo pasado pero se quedó sin respuesta, no puedo ver tu comentario, debés estar shadowbaneado.
submitted by EnciclopedistadeTlon to argentina [link] [comments]


2016.08.15 21:34 ShaunaDorothy Il comunismo e la famiglia - L’approccio marxista alla liberazione delle donne (2 - 2)

https://archive.is/VHGvA
Vogel non pone la domanda fondamentale: se le donne verranno liberate dall’abbrutimento del lavoro domestico, dove le condurrà la loro liberazione? La riduzione del tempo speso a svolgere lavori domestici sarà forse correlata ad un aumento complementare delle ore trascorse al lavoro: due ore di meno a lavare vestiti e pavimenti, due ore di più alla catena di montaggio? Non è certo questa la concezione marxista della liberazione delle donne.
La sostituzione del lavoro domestico e della cura dei bambini con istituzioni collettive è un aspetto del cambiamento fondamentale del rapporto tra produzione e tempo di lavoro. In un’economia socialista pianificata, ogni tipo di attività economica, dalla produzione di acciaio e computer al lavaggio degli abiti, dei pavimenti e dei mobili, sarà oggetto di un rapido e costante incremento della produzione per unità di lavoro impiegato. Molto prima che si realizzi una società comunista, gran parte dei lavori domestici saranno automatizzati. Più in generale, assisteremo ad una costante diminuzione del tempo totale di lavoro necessario alla produzione e al mantenimento dei mezzi di consumo e dei mezzi di produzione.
In una società compiutamente comunista, gran parte del tempo sarà l’equivalente di quello che oggi chiamiamo “tempo libero”. Il lavoro necessario assorbirà così poco tempo ed energie, che gli individui lo offriranno volentieri alla collettività. Ognuno avrà a disposizione il tempo e le rirsorse materiali e culturali necessarie a svolgere un lavoro creativo e appagante. Nei Grundrisse (1857), Marx menzionò la composizione di musica come un esempio di lavoro veramente libero.
Nel 2005 Sharon Smith, una figura di spicco dell’Iso e sedicente teorica, scrisse un libro dal titolo Women and Socialism: Essays on Women’s Liberation (Haymarket Books), una cui riedizione rivista ed allargata dovrebbe uscire quest’anno. Un estratto della nuova edizione, “Theorizing Women’s Oppression: Domestic Labor and Women’s Oppression”, pubblicato dalla International Socialist Review (marzo 2013), delinea quello che secondo l’Iso è il suo nuovo approccio al femminismo. Le “teorie” di Smith si rifanno ampiamente al concetto di lavoro domestico non retribuito come base dell’oppressione delle donne, sviluppato da Lise Vogel.
Smith comincia col criticare Karl Marx e Friedrich Engels, passaporto indispensabile per l’ambiente femminista piccolo-borghese: “il modo in cui Marx ed Engels trattano l’oppressione delle donne contiene elementi spesso contradditori, alcuni sfidano a fondo lo status quo di genere, altri invece lo rispecchiano”. Anche più dura è la critica di Smith verso la rivoluzione bolscevica russa del 1917, un evento che i liberali, femministi o meno, considerano nel migliore dei casi un esperimento utopico e fallimentare, nel peggiore l’atto di nascita di uno Stato di polizia totalitario.
Accarezzando i pregiudizi anticomunisti, Smith sostiene che i bolscevichi appoggiassero il ruolo tradizionale delle donne, elevando la maternità al grado di supremo dovere sociale: “Nonostante le enormi realizzazioni della Rivoluzione russa del 1917, come la legalizzazione dell’aborto e del divorzio, il diritto di votare e di candidarsi a cariche pubbliche e l’abolizione delle leggi che criminalizzavano la prostituzione e l’omosessualità, essa non seppe produrre una teoria che sfidasse le norme naturali eterosessuali o la supremazia della predestinazione materna delle donne”. Smith cita poi John Riddell, uno storico di sinistra i cui scritti vengono spesso pubblicati sulla International Socialist Review dell’Iso: “In quel periodo le comuniste consideravano la gravidanza come una responsabilità sociale e cercavano di aiutare ‘le povere donne che desideravano sperimentare la maternità come gioia suprema’”.
Con una citazione fuori contesto, Smith e Riddell falsificano la dottrina e la pratica dei bolscevichi. I bolscevichi vedevano nella sostituzione della famiglia con strutture collettive, non un distante obiettivo della futura società comunista ma un programma da attuare nei fatti nello Stato operaio sovietico russo. Alexandra Kollontai, una delle dirigenti del lavoro bolscevico tra le donne, chiedeva che le istituzioni socializzate si facessero completamente carico dei bambini e del loro benessere fisico e psicologico sin dall’infanzia. Parlando di fronte al primo congresso pan-russo delle donne, nel 1918, essa affermò:
“Poco a poco la società si sta facendo carico di tutti gli impegni che prima gravavano sui genitori.... Già esistono case per i neonati, asili infantili, giardini d'infanzia, colonie e case per i bambini, infermerie e sanatori per gli infermi, ristoranti, mense per gli scolari, testi scolastici gratuiti, vestiti e scarpe per i bambini degli istituti d'istruzione. Tutto ciò non dimostra sufficientemente che il bambino esce dalla stretta cornice familiare, passando il peso della sua crescita e della sua educazione dai genitori alla collettività?” (La famiglia e lo Stato comunista, nostra traduzione)
In una società socialista, gli insegnanti e gli assistenti degli asili nido e delle scuole materne sarebbero uomini e donne. Solo così si eliminerà l’ancestrale divisione del lavoro tra uomini e donne nella cura dei bambini.
Il modo in cui Kollontai concepiva la famiglia del futuro non era insolito per i dirigenti bolscevichi. In Women, the State and Revolution: Soviet Family Policy and Social Life, 1917-1936 (Cambridge University Press, 1993), Wendy Goldman, una studiosa americana con simpatie femministe liberali, scrive che Alexander Goikhbarg, il principale autore del primo Codice legale sul matrimonio, la famiglia e la custodia, del 1918: “incoraggiava i genitori a rigettare ‘l’amore restrittivo e irrazionale per i figli’. Pensava che l’educazione dei bambini da parte dello Stato avrebbe ‘dato risultati molto migliori dell’approccio privato, individuale, antiscientifico ed irrazionale di singoli genitori ‘amorevoli’ ma ignoranti.’” I bolscevichi volevano liberare non solo le donne dall’angustia del lavoro domestico e dal dominio patriarcale, ma anche i bambini dagli effetti spesso negativi dell’autorità dei genitori.
I bolscevichi e la cura collettiva dei bambini
Riecheggiando Vogel, Smith scrive:
“Se la funzione economica della famiglia operaia, così cruciale nella riproduzione della forza-lavoro per il sistema capitalista, che allo stesso tempo costituisce la radice sociale di tutta l’oppressione delle donne, fosse eliminata, si potrebbero creare le basi materiali per la liberazione delle donne. Questo esito può iniziare a materializzarsi solo eliminando il sistema capitalista e sostituendolo con una società socialista che socializzi il lavoro domestico in precedenza assegnato alle donne.”
L’uso che fa Smith del termine “lavoro domestico” è ambiguo. Intende solo il lavoro domestico e la cura fisica dei bambini piccoli? Che dire allora del “lavoro domestico” implicato in quello che oggi chiamano l’essere genitori? Smith non lo dice. Ignora semplicemente la questione dei rapporti interpersonali tra una madre e il suo bambino: ascoltarlo e parlargli dei suoi problemi, dei suoi desideri e delle sue paure. Insegnargli le prime parole o i rudimenti dell’igiene e della sicurezza. Giocarci. Aiutarlo con i compiti. Ma non considerando queste interazioni come un terreno di azione collettiva, l’idea di socialismo di Smith è del tutto compatibile con la conservazione della famiglia, eccezion fatta per il lavoro domestico.
Perché rimanere ambigui su una materia tanto importante? L’Iso cerca di attrarre giovani idealisti della sinistra liberale, presentando loro una versione di “marxismo” ritagliata su misura per le loro idee e i loro pregiudizi. Questa organizzazione non prende quasi mai, su qualsiasi questione, una posizione che sia veramente impopolare nell’ambiente radical liberale americano. Le giovani con una mentalità femminista troverebbero molto attraente l’idea di una vita famigliare senza lavori domestici. Ma dover rinunciare alla casa di proprietà della famiglia, all’attaccamento esclusivo ai “propri” bambini? L’audience piccolo-borghese cui si rivolge Smith inorridisce di fronte al programma bolscevico di trasformazione della vita quotidiana con modi di vita collettivi. Come scrisse Kollontai:
“La lavoratrice, divenuta combattente sociale per la grande causa della liberazione dei lavoratori, deve sapere che non vi è motivo perché persistano le vecchie divisioni. Questi sono i miei figli, cui riservo tutte le mie attenzioni materne e il mio amore. Questi sono i tuoi figli, questi i figli del vicino, di loro non mi importa. Che siano pure più affamati dei miei, che abbiano più freddo, non mi importa dei figli altrui! Oggi la madre operaia consapevole deve imparare a non far distinzioni tra tuo e mio, a ricordare che sono solo i nostri figli, figli della Russia operaia, comunista”. [enfasi originali, nostra traduzione]
Ancora nel 1929, il Partito comunista russo (Pc) continuava a rivendicare l’estinzione della famiglia, nonostante l’ascesa al potere politico cinque anni prima di una casta burocratica conservatrice capeggiata da J.V. Stalin. Ma come abbiamo scritto in “La rivoluzione russa e l’emancipazione della donna” (Spartacist, edizione inglese n. 59, primavera 2006), “Nel 1936-37, quando la degenerazione del Pc russo fu completata, la dottrina stalinista sentenziò che si trattava di un ‘errore grossolano’ e chiese la ‘ricostruzione della famiglia su di una nuova base socialista!’”
La famiglia come costrutto sociale
Se Smith e Riddell sostengono falsamente che il primo regime bolscevico appoggiasse il ruolo tradizionale delle donne come principali responsabili della cura dei figli, Goldman li critica al contrario per non averlo fatto:
“I bolscevichi davano poca importanza al profondo legame emotivo tra genitori e figli. Pensavano di potere relegare a dipendenti pubblici stipendiati gran parte delle attenzioni necessarie ai bambini, anche nell’infanzia. Tendevano a sminuire l’importanza del legame affettivo tra madre e figlio per la sopravvivenza dei neonati e per il loro sviluppo durante la prima infanzia, anche se sarebbe bastata una rudimentale conoscenza del lavoro degli orfanotrofi prerivoluzionari per rivelare lo sconvolgente, bassissimo tasso di sopravvivenza dei neonati che vivevano in queste istituzioni e gli ostacoli frapposti al sano sviluppo dei bambini”.
Il paragone non ha senso. Il trattamento e la sorte dei bambini più piccoli nei miserabili orfanotrofi della Russia zarista non si può in alcun modo paragonare all’educazione collettiva dei bambini in una società rivoluzionaria. Uno Stato operaio, specialmente in un paese economicamente avanzato, avrebbe a sua disposizione le risorse umane e materiali necessarie a fornire ai bambini un’educazione migliore sotto ogni aspetto rispetto a quella di una madre nel quadro domestico di una famiglia privata.
I bolscevichi inoltre ponevano un forte accento sulla salute e sul benessere della madre e del bambino. Lo Statuto dei lavoratori del 1918 garantiva una pausa retribuita di almeno trenta minuti ogni tre ore per l’allattamento. L’assistenza alla maternità, introdotta quello stesso anno, garantiva un permesso di maternità di otto settimane a salario pieno, pause per l’allattamento e strutture per consentire alle donne di riposare sul posto di lavoro, assistenza gratuita prima e dopo il parto e sostegno finanziario. Questo programma, con la sua rete di reparti di maternità, di consultori, di luoghi di allattamento, di asili, di case per le madri e i bambini, fu tra le donne probabilmente la più popolare di tutte le innovazioni introdotte dal regime sovietico.
Le femministe, americane e non solo, condannano l’affermazione secondo cui “la biologia determina il destino”, vedendovi un’espressione di sciovinismo maschilista. Eppure Goldman da per scontato che delle donne (o degli uomini) che non hanno una relazione biologica con dei neonati o dei bambini in tenera età, non possano sviluppare sentimenti protettivi nei loro confronti simili a quelli della madre biologica. Forse i genitori di bambini adottivi sono di un’altra opinione. Ma anche le attuali procedure di adozione negli Usa si basano sull’idea che i bambini possono essere amati e curati soltanto in una “famiglia”, sia essa formata da padre e madre biologici, da genitori adottivi o da genitori gay o transgender. Lungi dall’essere una legge di natura, l’idea che l’educazione dei bambini sia possibile solo nel quadro della famiglia è un costrutto sociale.
Quando gli essere umani vivevano come cacciatori-raccoglitori (vale a dire, per la maggior parte dei 200 mila anni da cui esiste la nostra specie), l’unità fondamentale dell’esistenza umana non era la “coppia” ma la banda o la tribù. Un esempio non lontano venne raccolto dalle testimonianze dei missionari gesuiti tra il popolo cacciatore dei naskapi del Labrador. Come raccontò Eleanor Burke Leacock nella sua bella introduzione all’Origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato (International Publishers, 1972), i gesuiti si lamentavano della libertà sessuale delle donne naskapi, dicendo ad un uomo che “nemmeno lui era sicuro che suo figlio, lì presente, fosse davvero figlio suo”. La risposta del naskapi parla da sola: “Voi siete pazzi. Voi francesi amate solo i figli vostri, ma noi amiamo tutti i bambini della nostra tribù”.
La scomparsa delle classi e della proprietà privata sotto il comunismo porterebbe inevitabilmente con sé la completa libertà nelle relazioni sessuali e la scomparsa di qualsiasi concetto di legittimità o illegittimità dei figli. Ciascuno avrebbe accesso a tutti i vantaggi della società per il fatto stesso di essere un cittadino del soviet internazionale.
La famiglia, veicolo dell’ideologia borghese
Vogel e Smith limitano implicitamente alle attività fisiche la loro definizione di lavoro domestico. Smith ad esempio scrive: “Le responsabilità quotidiane della famiglia ruotano ancora attorno al cibo, al vestiario, alle pulizie e alla cura dei propri membri, una responsabilità che ricade ancora in gran parte sulle donne”. Ma la crescita dei bambini in vista del loro ingresso nel mercato del lavoro non è come l’allevamento di agnelli e vitelli per il mercato del bestiame. La riproduzione della forza-lavoro umana non ha solo carattere biologico, ma anche sociale, vale a dire ideologico. Anche portare un bambino in chiesa o al catechismo è una forma di lavoro domestico importante per il mantenimento del sistema capitalista. Così come portare un bambino a vedere un film che esalta i “valori famigliari”, il patriottismo, ecc. La famiglia è la principale istituzione tramite cui le varie forme di ideologia borghese vengono trasmesse da una generazione alla successiva.
L’Abc del comunismo (1919), scritto da due bolscevichi di primo piano, Nikolai Bukharin e Evgeny Preobrazhensky, spiegava che l’esigua minoranza dei capitalisti non può dominare la classe operaia solo con l’uso della forza fisica e della coercizione esercitata da polizia ed esercito. Il mantenimento del sistema capitalista richiede anche la forza delle idee:
“La borghesia sa bene di non poter reprimere le masse operaie colla sola forza bruta. Pensa perciò che bisogna tessere una sottile ragnatela intorno al cervello di questa gente. (...) Con questo spirito lo Stato capitalista educa tecnici, maestri di scuola e professori borghesi, preti e vescovi, scribacchini e giornalisti borghesi, perché provvedano a rincretinire e addomesticare il proletariato.”
Bukharin e Preobrazhensky indicavano tre principali istituzioni tramite cui si mantiene il dominio ideologico borghese: il sistema scolastico, la Chiesa e la stampa, che oggi include i mass media, i film, la televisione e internet.
Nei paesi capitalisti avanzati, dove i bambini sono considerati di proprietà dei genitori, la famiglia ha un rapporto diverso con ciascuna di queste istituzioni. Dall’età di cinque o sei anni i bambini hanno l’obbligo legale di frequentare la scuola (pubblica o privata) e quelli più piccoli spesso frequentano le scuole materne. Fin da piccolissimi i bambini guardano la televisione, sotto il controllo di qualche genitore, di solito la madre, che sceglie i programmi. A differenza degli insegnanti e dei produttori televisivi, i preti non hanno accesso diretto ai bambini (negli Usa, come in altri paesi, sono i genitori a decidere se i figli devono essere o meno sottoposti a indottrinamento religioso). Almeno all’inizio, questo indottrinamento viene imposto ai bambini contro il loro desiderio personale. Probabilmente non esiste un solo bambino di quattro o cinque anni sulla faccia della terra che non preferisca giocare con altri bambini piuttosto che partecipare a una cerimonia religiosa.
Prendiamo un bambino di dieci anni i cui genitori sono cattolici praticanti. Va in chiesa da quando è nato. Frequenta una scuola cattolica al posto di quella pubblica (o in aggiunta). A casa sente dire le preghiere prima dei pasti e conosce molte espressioni quotidiane di fede religiosa. É possibile che aderirà al credo e alle dottrine cattoliche, almeno fino all’età in cui sarà affrancato dall’autorità dei genitori.
Prendiamo invece un bambino di dieci anni i cui genitori non sono religiosi. La sua conoscenza della religione si limita a ciò che ha imparato a scuola e a qualche informazione dalla televisione, dai film o da discussioni con altri bambini cresciuti in un ambiente religioso. Quasi sicuramente il bambino sarà irreligioso. Ma il fatto di essere irreligioso non rende un bambino immune da altre forme, probabilmente più “progressiste” di ideologia borghese. Un bambino cresciuto da genitori che aderiscono ad un “umanismo laico” probabilmente sosterrà il liberalismo politico negli Stati Uniti o la socialdemocrazia in Europa occidentale e forse anche l’élitismo intellettuale. Esiste anche una corrente atea libertaria (associata a Ayn Rand) che glorifica l’individualismo egoista e il “libero mercato” capitalista. La religione non è l’unica forma di ideologia borghese reazionaria.
Oltre alle donne, la famiglia opprime anche i bambini e deforma parecchio la coscienza degli uomini. Questa fondamentale verità sociale è ignorata, se non negata, dalle femministe liberali e “socialiste”. Per loro, ammettere che l’oppressione dei bambini è intrinseca alla famiglia significherebbe (colmo dell’orrore!) criticare il comportamento socialmente condizionato delle donne nel loro ruolo di madri. Le sedicenti marxiste come Vogel e Smith, che diffondono la tesi per cui il lavoro domestico è la base dell’oppressione delle donne, considerano il ruolo delle madri nei confronti dei figli come esclusivamente benefico.
Contro la repressione sessuale dei bambini
Le tante femministe che condannano gli abusi fisici dei bambini, sono di fatto indifferenti agli abusi psicologici di cui questi sono vittime. Tanto per fare un esempio, i figli di genitori fondamentalisti cristiani (cattolici o protestanti poco importa) subiscono una tortura mentale per convincerli che andranno all’inferno se si comportano male.
Molto più diffusa e psicologicamente dannosa è la repressione sessuale dei bambini che si estende fino all’adolescenza. La società capitalista tende a punire le espressioni di sessualità dei bambini fin dalla nascita. Anche i genitori più aperti non possono mettere i figli al riparo dall’ideologia moralista e sessuofoba che pervade la società americana, a partire dai reparti rosa e azzurri separati di Toys “R” Us (ndr negozi di giocattoli), fino alla proibizione della nudità in pubblico e alla demonizzazione di qualsiasi attività sessuale dei bambini, compresa la masturbazione. Più dei padri sono le madri, per il ruolo principale che svolgono nell’accudire i bambini piccoli, ad iniziare il processo di repressione sessuale, insegnando ai bambini a vergognarsi dei loro corpi e a sopprimere la naturale curiosità.
Anche August Bebel, uno dei principali dirigenti della socialdemocrazia tedesca al passaggio tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo, sembra un libertario estremista sul piano sessuale a confronto delle attuali “femministe socialiste”. Ne La donna e il socialismo (1879) insisteva:
“La soddisfazione dell’istinto sessuale è questione personale di ogni individuo, precisamente come il soddisfacimento di qualunque altro istinto naturale. L’uno non deve rendere conto all’altro, e chi non vi è chiamato non ci si deve immischiare. (...) Il semplice fatto che spariranno l’alone di mistero e l’imbarazzato moralismo che oggi circondano delle faccende del tutto naturali garantirà delle relazioni tra i sessi più naturali rispetto a quelle prevalenti oggigiorno”. [enfasi originali, nostra traduzione]
Si possono leggere centinaia di pagine delle odierne “femministe socialiste” senza trovare mai scritto che la società socialista consentirà a tutti di soddisfare meglio i propri bisogni e desideri sessuali.
Il futuro comunista
Sotto il comunismo, le persone saranno veramente libere di plasmare e modificare i loro rapporti personali. Evidentemente, non si tratta di una libertà assoluta. La specie umana non può trascendere la sua costituzione biologica e i suoi rapporti con l’ambiente naturale. Anche l’uomo e la donna comunisti invecchieranno e moriranno. L’umanità comunista non può cancellare il passato e ricostruire una società totalmente nuova. L’umanità comunista erediterà l’intero patrimonio culturale accumulato nella storia della nostra specie, nel bene come nel male. Non possiamo conoscere le pratiche sessuali della società comunista, che si svilupperanno nel futuro. Qualsiasi previsione, per non dire prescrizione, porterebbe l’impronta degli atteggiamenti, dei valori e dei pregiudizi determinati da una società repressiva e dalla divisione in classi.
Una differenza fondamentale tra il marxismo e il femmismo, che si professi liberale o socialista, sta nel fatto che il nostro obiettivo ultimo non è l’eguaglianza di genere in quanto tale, ma uno sviluppo progressista dell’insieme della specie umana. L’educazione collettiva dei bambini in condizioni di abbondanza materiale e di ricchezza culturale produrrà degli esseri umani le cui capacità mentali e il cui benessere psicologico saranno molto superiori agli individui che popolano la nostra società povera, oppressiva e divisa in classi. In un discorso del 1932 sulla Rivoluzione russa, pubblicato in “In difesa dell’Ottobre” (Fourth International, luglio-agosto 1947), Leon Trotsky disse:
“É vero che più di una volta l’umanità ha generato dei giganti di pensiero e azione che svettano sui loro contemporanei. La razza umana può andar fiera dei suoi Aristotele, Shakespeare, Darwin, Beethoven, Goethe, Marx, Edison e Lenin. Ma perché sono così rari? Soprattutto perché, senza quasi eccezione, sono sorti dalle classi medie e superiori. Con qualche rara eccezione, le scintille di genio nelle profondità oppresse del popolo vengono soffocate prima di divenire fiamma. Ma anche perché il processo della creazione, dello sviluppo e dell’educazione degli esseri umani resta com’era una attività essenzialmente casuale, non illuminata dalla teoria né dalla pratica, che sfugge alla coscienza e alla volontà...
Una volta eliminate le forze anarchiche dalla società l’uomo si metterà al lavoro su sé stesso, col mortaio e il pestello del chimico. Per la prima volta l’umanità vedrà in sé stessa una materia grezza, o almeno un semilavorato fisico e psicologico. Anche in questo campo, il socialismo comporterà un balzo dal regno della necessità al regno della libertà: l’uomo contemporaneo, con tutte le sue contraddizioni e i suoi squilibri, aprirà la strada ad una razza nuova e più felice.”
(Tradotto da Workers Vanguard n.1068 e n.1069 del 15 e 29 maggio 2015)
http://www.icl-fi.org/italiano/spo/79/donne.html
submitted by ShaunaDorothy to communismo [link] [comments]


2016.08.15 21:23 ShaunaDorothy Il comunismo e la famiglia - L’approccio marxista alla liberazione delle donne (1 - 2)

https://archive.is/VHGvA
Spartaco n. 79 Aprile 2016
Il comunismo e la famiglia
L’approccio marxista alla liberazione delle donne
(Pagine di Donne e Rivoluzione)
Nella Dichiarazione di principi e alcuni elementi di programma della Lega comunista internazionale (quartinternazionalista) abbiamo esposto il nostro compito di “costruire dei partiti leninisti come sezioni nazionali di un’internazionale centralista-democratica il cui scopo è di condurre la classe operaia alla vittoria attraverso rivoluzioni socialiste in tutto il mondo” (Bollettino di supplemento a Spartaco, aprile 1998). Solo con la presa del potere, il proletariato può porre fine al sistema capitalista e aprire la strada ad un mondo senza sfruttamento né oppressione. Una componente decisiva della nostra prospettiva è la lotta per l’emancipazione delle donne, la cui oppressione risale alla nascita stessa della proprietà privata e non può essere eliminata senza l’abolizione della divisione in classi della società.
La Dichiarazione spiega che il nostro obiettivo ultimo è la creazione di una nuova società, una società comunista:
“la vittoria del proletariato a scala mondiale metterebbe al servizio dei bisogni umani un’abbondanza materiale inimmaginabile, porrebbe le basi per eliminare le classi sociali e sradicare la disuguaglianza sociale basata sul sesso e l'abolizione stessa del significato sociale di razza, nazione e etnia. Per la prima volta il genere umano prenderà in mano le redini della storia, e controllerà la sua creatura, la società, liberando potenzialità umane sinora inconcepibili, e portando ad un colossale avanzamento della civiltà. Solo allora sarà possibile realizzare il libero sviluppo di ogni individuo come condizione per il libero sviluppo di tutti”.
In passato, la maggioranza delle tendenze che si definivano marxiste condividevano l’obiettivo di una società comunista, anche quando erano in disaccordo su tutto il resto. Ma dopo il crollo dell’Unione Sovietica nel 1991-92 non è più così. La Lci è sola nel sostenere la prospettiva del comunismo a scala mondiale, nel senso spiegato per la prima volta da Karl Marx e Friedrich Engels.
Il clima ideologico della “morte del comunismo” si è tradotto nel predominio di idee false e restrittive sul significato del marxismo. Nel senso comune, il comunismo è stato ridotto al livellamento economico (l’eguaglianza a un modesto livello di redditi e consumi), basato sulla proprietà statale delle risorse economiche. Al contrario, la base materiale della realizzazione del programma marxista risiede nel superamento della penuria economica tramite l’incremento della produttività del lavoro. Perché si realizzi pienamente serviranno diverse generazioni di sviluppo socialista in un’economia collettivizzata su scala mondiale. Allora si svilupperà una società in cui lo Stato (lo speciale apparato di coercizione che difende l’ordinamento della classe dominante con dei corpi di uomini armati), si sarà estinto; in cui le appartenenze nazionali saranno scomparse e in cui l’istituzione della famiglia, la sorgente principale dell’oppressione delle donne, sarà stata sostituita da strumenti collettivi per crescere e socializzare i bambini e dalla più compiuta libertà di relazioni tra i sessi.
Il marxismo e la “natura umana”
In passato, anche quegli intellettuali che consideravano inaccettabile o irrealizzabile una simile società, sapevano tuttavia che era proprio questo che i marxisti chiamavano comunismo. Per esempio, ne Il disagio della civiltà (1930), una presentazione divulgativa della sua concezione del mondo, Sigmund Freud tratteggiò una breve critica del comunismo. Non vi sono prove che Freud avesse studiato le opere di Marx ed Engels, né quelle di Lenin e degli altri dirigenti bolscevichi. La sua comprensione (e il suo fraintendimento) del comunismo erano condivisi da molti intellettuali europei e americani dell’epoca, indipendentemente dalle convinzioni politiche.
Freud basava la sua critica del comunismo sull’idea che “la tendenza aggressiva sia nell’uomo una disposizione pulsionale originaria e indipendente”. Ne concludeva che il progetto comunista di società armonica andrebbe contro la natura umana:
“Non è affar mio la critica economica del sistema comunista; non posso sapere se l’abolizione della proprietà privata sia opportuna e proficua. Ma sono in grado di riconoscere che la sua premessa psicologica è un’illusione priva di fondamento. Con l’abolizione della proprietà privata si toglie al desiderio umano di aggressione uno dei suoi strumenti, certamente uno strumento forte ma, altrettanto certamente, non il più forte. Quanto alle differenze di potere e prestigio, che l’aggressività sfrutta a proprio uso, nulla è stato in esse mutato, nulla cambia nell’essenza dell’aggressione (...). Se si sopprime il diritto personale ai beni materiali, il privilegio rimane nelle relazioni sessuali, ove diviene inevitabilmente fonte di grandissima invidia e rabbiosa ostilità tra esseri umani che per altri rispetti sono stati messi alla pari. Se si abbattesse anche questo ostacolo giungendo alla completa liberazione della vita sessuale, se si abolisse cioè la famiglia, cellula germinale della civiltà, pur non potendosi prevedere le nuove vie che imboccherebbe l’evoluzione della civiltà una cosa sarebbe certa, che questo lato incancellabile della natura umana la seguirà anche colà.”
Freud aveva giustamente compreso che, nella visione comunista della società del futuro, la famiglia si sarebbe estinta e ci sarebbe stata una “completa liberazione della vita sessuale”. L’errore della sua concezione consisteva nel fatto che i marxisti non ritengono sia possibile la semplice aboli-zione della famiglia. Le funzioni necessarie che essa svolge, specialmente la crescita e l’educazione delle future generazioni, devono essere sostituite con dei modi socializzati per crescere i bambini e svolgere i lavori domestici.
Benché Freud non possieda più l’autorità ideologica di un tempo, resta diffusa l’idea che la “natura umana” renda impossibile un mondo comunista, anche se nella fattispecie le spiegazioni possono differire. Noi marxisti da parte nostra ribadiamo che è la penuria materiale a generare la feroce corsa al possesso di risorse insufficienti. Per questo il comunismo diverrà possibile solo in condizioni di abbondanza materiale finora sconosciute, accompagnate da un gigantesco balzo in avanti del livello culturale della società. É l’esistenza delle classi, espressa oggi nella forma dell’ordine capitalista-imperialista in decadenza, che infesta la società umana con brutalità e violenza. Come spiegò lo scrittore marxista Isaac Deutscher nel suo discorso su “L’uomo socialista” (1967), “Homo homini lupus è il grido di battaglia contro il progresso e il socialismo della gente che agita lo spettro dell’eterno lupus umano nell’interesse del lupus reale e sanguinario dell’imperialismo contemporaneo”. [enfasi originali]
Freud invece considerava la “aggressività innata” nelle relazioni tra i sessi il problema fondamentale della natura umana. E quindi? La patologia sociale associata a quella che Freud percepiva come rivalità sessuale, avrebbe poca ragion d’essere in una società comunista completamente libera, in cui la vita sessuale sarà indipendente dall’accesso al cibo, all’abitazione, all’educazione e alle comodità, indipendente dalla possibilità di soddisfare i bisogni della vita quotidiana. Quando la famiglia si sarà estinta, assieme allo Stato e alle classi sociali, sostituita dall’educazione collettiva dei bambini, una nuova psicologia e una nuova cultura si svilupperanno tra coloro che cresceranno nelle nuove condizioni. I valori sociali patriacali (“mia” moglie, i “miei” figli) scompariranno assieme al sistema oppressivo che li ha generati. Le relazioni dei bambini tra loro e con le persone che li educheranno e guideranno saranno multiformi, complesse e dinamiche. É l’istituzione della famiglia che lega il sesso e l’amore alla proprietà, conferendo il marchio del “peccato” a tutto ciò che esula dalle pastoie della monogamia eterosessuale.
Sotto il capitalismo, la famiglia, connessa da un intreccio di fili al funzionamento fondamentale del “libero mercato” economico, è il principale meccanismo dell’oppressione delle donne e dei giovani. La famiglia, lo Stato e la religione organizzata sono i tre oppressivi pilastri su cui si regge l’ordinamento capitalista. Nei paesi del terzo mondo, la povertà e un’ancestrale arretratezza, fomentate dal dominio imperialista, conducono inesorabilmente a pratiche oppressive come il velo, il prezzo delle spose e la mutilazione genitale femminile.
Si potrebbe credere che nelle società capitaliste avanzate come gli Stati Uniti, la vita personale sia più complicata, più vicina a sceneggiati tipo Modern Family o Transparent che ai telefilm degli anni Cinquanta, stile Papà ha ragione. Ma le scelte personali sono sempre condizionate dalle leggi, dai meccanismi economici e dai pregiudizi della società divisa in classi, specialmente per i lavoratori e per i poveri. La sostituzione della famiglia con istituzioni collettive è l’aspetto più radicale del programma comunista e comporterà i cambiamenti più profondi e fondamentali della vita quotidiana, anche quella dei bambini.
I nostri oppositori nella sinistra e la caccia alle streghe sessuofoba
Oggigiorno non incontriamo praticamente più la visione di una società priva dell’istituzione oppressiva della famiglia, neppure tra la maggioranza di coloro che sostengono di promuovere il marxismo, il socialismo e la liberazione delle donne. Sono decenni che gli stalinisti, abbracciando il dogma anti-marxista del “socialismo in un paese solo”, hanno abbandonato la concezione della necessità di una società socialista a scala mondiale per realizzare appieno la liberazione umana, anche per le donne. Una delle conseguenze fu la riabilitazione da parte degli stalinisti della famiglia oppressiva come baluardo “socialista”. Abbiamo approfondito questa materia in “La Rivoluzione russa e l’emancipazione delle donne” (Spartacist, edizione inglese n. 59, primavera 2006).
Altri presunti marxisti contemporanei, alcuni sedicenti trotskisti, si limitano ad accodarsi alla dottrina femminista (borghese) prevalente, quando si occupano della questione della liberazione delle donne, accettando implicitamente le istituzioni della famiglia e dello Stato capitalista. Ne troviamo un esempio nel loro odio nei confronti della Spartacist League negli Usa e della Lci, a causa della nostra difesa dei diritti della North American Man/Boy Love Association (Nambla) [Associazione nordamericana per l’amore tra uomini e ragazzi], un’organizzazione che rivendica la legalizzazione delle relazioni sessuali consensuali tra adulti e giovani, e di altri che sono stati perseguitati per simili “deviazioni” sessuali. La Lci ha coerentemente contrastato l’intervento governativo nella vita privata e rivendica la cancellazione di tutte le leggi contro i “crimini senza vittime”, attività consensuali come la prostituzione, l’uso di droghe o la pornografia.
Le invettive contro Nambla di molti radicali e femministe esprimono i “valori famigliari” propugnati dai politicanti e dai demagoghi della borghesia. Sono decenni ormai che è in atto una multiforme controffensiva sessuofoba sponsorizzata dal governo: odio verso gli omosessuali, caccia alle streghe ai danni dei lavoratori dell’educazione, divieti di distribuire anticoncenzionali e di insegnare educazione sessuale ai giovani, che culmina nell’incarcerazione dei “devianti”. Questo assalto reazionario è stato accompagnato dal terrorismo extra-legale, come gli attentati dinamitardi che hanno preso di mira le cliniche che praticano aborti. Questa persecuzione mira in gran parte a rafforzare lo Stato borghese che irreggimenta la popolazione e a diffondere il panico per allontanare l’attenzione dalla reale brutalità che è la vita in questa società contorta, bigotta e razzista.
In passato, in vari articoli, abbiamo esplorato diversi esempi di come possa essere ambigua la vita sessuale, in una società deformata dalla diseguglianza di classe e dall’oppressione razziale e sessuale, che genera brutture e sofferenze. Abbiamo sempre sostenuto che l’abuso dei bambini è un crimine crudele e orrendo, ma che molti contatti sessuali sono del tutto consensuali e innocui. Chi mescola deliberatamente tutto, dalle carezze reciproche tra fratelli al crimine efferato dello stupro di un bambino da parte di un adulto, crea un clima di isteria sessuofoba in cui i responsabili delle vere violenze sui bambini spesso se la cavano. Abbiamo evidenziato che le inclinazioni sessuali di una specie di mammiferi gregari come l’homo sapiens, si lasciano ingabbiare a fatica nella rigida monogamia eterosessuale decretata dalla morale borghese.
Per garantire un minimo di protezione dalla persecuzione statale ai giovani che vogliono fare sesso (o anche semplicemente sexting), ci opponiamo alle leggi reazionarie sulla “età del consenso”, con cui lo Stato decreta un’età arbitraria alla quale si può fare sesso (età che comunque cambia a seconda delle leggi di ciascuna epoca e paese). La nostra bussola in queste materie è l’opposizione allo Stato capitalista e ai suoi tentativi di rafforzare e mantenere l’ordinamento borghese, basato sullo sfruttamento. Concretizziamo così nelle condizioni attuali il nostro obiettivo: la completa liberazione sessuale di tutti, inclusi bambini e adolescenti, in un futuro comunista. Questo è importante soprattutto per i giovani adulti, che oggi si trovano a dover trascorrere gli anni successivi alla pubertà incatenati alla dipendenza dai genitori. Chiediamo uno stipendio pieno per tutti gli studenti, che renda i giovani davvero indipendenti dalla famiglia, come parte del nostro programma di educazione gratuita e di qualità per tutti.
In netto contrasto, l’International socialist organization (Iso) rifiuta di chiedere l’abolizione delle leggi in vigore sull’età del consenso. In un articolo intitolato “I giovani, la sessualità e la sinistra”, Sherry Wolf, un pezzo grosso dell’Iso, ha agitato il forcone contro David Thorstad, un sostenitore di Nambla, accusandolo di essere “il più rumoroso tra i vecchi difensori della pederastia nella sinistra” (socialistworker.org, 2 marzo 2010). Citando il suo libro, Sexuality and Socialism: History, Politics and Theory of LGBT Liberation (Haymarket Books, 2009) ha detto: “É impossibile che un bambino esprima un vero consenso a un uomo di 30 anni, senza lasciarsi condizionare dalla disuguaglianza di potere”. L’articolo di Wolf continua: “Nella nostra società, adulti e bambini non sono alla pari sul piano emotivo, fisico, sociale o economico. I bambini e gli adolescenti più giovani non hanno la maturità, l’esperienza o il potere di prendere decisioni davvero libere sui loro rapporti con gli adulti. Senza queste, non esiste vero consenso”.
“Decisioni davvero libere”? A questa stregua nemmeno la maggior parte delle relazioni tra adulti soddisfano questo criterio di consenso. In pratica Wolf affida tutti i minori di 18 anni e i loro partner al potere dello Stato borghese. L’unico principio guida per qualsiasi relazione sessuale dev’essere quello del consenso effettivo: vale a dire, del reciproco accordo e comprensione tra le persone coinvolte, indipendentemente dall’età, dal genere o dalle preferenze sessuali.
Il fatto che l’Iso abbandoni i giovani nelle mani dello status quo sessuale oppressivo ne riflette l’adattamento ai pregiudizi dell’ordinamento capitalista e agli atteggiamenti retrogradi della popolazione. In ultima analisi, questo deriva dalla storica opposizione dell’Iso a qualsiasi prospettiva di mobilitazione rivoluzionaria della classe operaia per la presa del potere statale, per la creazione di uno Stato operaio (la dittatura del proletariato) e per la creazione delle basi di una società comunista. Per l’Iso il socialismo è più o meno un’estensione cumulativa della “democrazia” a tutti i settori degli oppressi, di cui la classe operaia sarebbe uno dei tanti. L’Iso cerca di fare pressione sui capitalisti perché riformino il loro ordine di sfruttamento. La sua prospettiva per la liberazione delle donne riflette la stessa commovente fiducia nel potere delle riforme.
Perché i marxisti non sono femministi
É interessante notare che negli ultimi anni, l’Iso ha iniziato una discussione sulle teorie della liberazione femminile nelle pagine del suo giornale, il Socialist Worker. Sembra che ciò si debba al desiderio di abbandonare la tradizionale opposizione al femminismo in quanto ideologia borghese per appropriarsi dell’etichetta del femminismo o del “femminismo socialista”. Per esempio, durante una presentazione tenuta a Socialism, la conferenza dell’Iso del 2013 (riprodotta in “Marxismo, femminismo e lotta per la liberazione”, socialistworker.org, 10 luglio 2013), Abbie Bakan (che all’epoca era una nota esponente dei Canadian International Socialists, cugini politici dell’Iso), spiega: “La pretesa teorica secondo cui può esistere un approccio marxista coerente favorevole alla ‘liberazione delle donne’ ma contrapposto al ‘femminismo’ è priva di senso.”
La recente adozione esplicita del “femminismo socialista” da parte dell’Iso non è che un differente involucro dello stesso contenuto liberale. Ad ogni modo, ci dà la possibilità di riaffermare la storica posizione marxista sulla famiglia e di sottolineare quanto l’emancipazione delle donne sia fondamentale e inseparabile dalla rivoluzione socialista. Contrariamente a quanto sostiene l’ideologia femminista, la piena eguaglianza legale non può trascendere l’oppressione delle donne, le cui radici si trovano nella famiglia e nella proprietà privata.
Noi abbiamo sempre insistito sul fatto che marxismo e femminismo sono storicamente nemici politici. Questa affermazione richiede una spiegazione. Negli Stati Uniti e in altri paesi, è comune usare il termine “femminista” come sinonimo dell’idea che uomini e donne dovrebbero essere uguali. Ma il femminismo, nell’opporsi alla diseguaglianza, accetta i confini della società capitalista attuale. Come ideologia il femminismo nacque alla fine del diciannovesimo secolo, come riflesso delle aspirazioni di uno strato di donne della borghesia e della piccola borghesia, che reclamavano l’accesso alle prerogative della loro classe: la proprietà e la trasmissione ereditaria, le professioni e il diritto di voto. I marxisti vogliono molto di più di quest’idea restrittiva della “uguaglianza di genere”.
Noi marxisti sappiamo che la liberazione delle donne non può avvenire senza la liberazione dell’intera specie umana dallo sfruttamento e dall’oppressione: questo è il nostro obiettivo. Esso venne ben formulato più di un secolo fa in La donna e il socialismo (1879), un classico del marxismo scritto da August Bebel, venerato dirigente del Partito socialdemocratico tedesco. Nelle sue varie edizioni, quest’opera fu letta da generazioni di milioni di operai fino alla Prima guerra mondiale. Non troverete una simile ricchezza visionaria in nessuno degli scritti dell’Iso su questo argomento:
“La donna sceglierà la sua attività lavorativa in quel campo che meglio risponde alle sue inclinazioni, al suo talento e ai suoi desideri, e lavorerà in condizioni identiche a quelle dell’uomo. Operaia in qualche industria o mestiere, di lì ad un’ora essa diventa educatrice e maestra, per esercitare subito dopo qualche arte od occuparsi di qualche scienza. Per compiere dopo ancora qualche funzione amministrativa” (La donna e il socialismo, nostra traduzione).
La descrizione di Bebel della natura appagante del lavoro in una società socialista, è importante specialmente perche vale sia per le donne sia per gli uomini. Questo fa capire la ragione essenziale per cui marxismo e femminismo si escludono e sono anzi antitetici. Le femministe considerano come fondamentale la divisione della società in donne e uomini, mentre i socialisti sanno che gli operai, uomini e donne, devono lottare insieme per porre fine all’oppressione e al comune sfruttamento da parte della classe capitalista.
Falsificazione del pensiero di Marx
Nel quadro della svolta teorica verso il “femminismo socialista”, l’Iso promuove il libro di Lise Vogel, Marxism and the Oppression of Women: Toward a Unitary Theory (Haymarket Books, 2013). Pubblicata nel 1983, quest’opera è stata ristampata nell’ambito della Serie Historical Materialism con l’introduzione elogiativa di due accademici sostenitori dell’ultra-riformista New Socialist Group. L’audience “socialista femminista” cui si rivolgeva Vogel era già praticamente svanita trent’anni fa. Ma poiché Vogel si presenta come la rappresentante del polo marxista tra gli intellettuali o nel movimento “socialista femminista”, pubblicarne il libro oggi è in sintonia con la politica dell’Iso.
Nel capitolo introduttivo, Vogel prende una posizione di equidistanza tanto dalle femministe non marxiste quanto dai marxisti non femministi. Si pone come obiettivo principale l’analisi della natura dell’oppressione delle donne nel quadro della struttura e delle dinamiche del sistema economico capitalista. La sua presentazione delle idee di Marx ed Engels è confusa, pomposa e contraddittoria. Si concentra principalmente sul rapporto tra il lavoro domestico, casalingo e la riproduzione generazionale della forza-lavoro. Per Vogel, l’oppressione delle donne è basata strettamente sul lavoro domestico (non retribuito) delle donne. Affermando che “la categoria di ‘famiglia’... è carente come punto di partenza analitico”, dimostra di ignorare le questioni più ampie sul ruolo della famiglia nell’oppressione delle donne e dei bambini e la sua importanza come pilastro fondamentale dell’ordinamento capitalista. La famiglia serve ad atomizzare la classe operaia, a diffondere l’individualismo borghese che fa da barriera alla solidarietà di classe.
Mentre lei stessa presenta una visione restrittiva dell’oppressione delle donne, Vogel accusa falsamente Engels di essere un “determinista economico”, limitandosi ad ignorare il lato culturale e sociale della ricca argomentazione di Engels ne L’origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato (1884). Tanto per fare un esempio, si lamenta per il fatto che Engels “non lega chiaramente lo sviluppo di una sfera speciale associata alla riproduzione della forza-lavoro all’emergere della società di classe, o almeno della società capitalista”. Qui sembra intendere che Engels non dimostra come lo sviluppo della società di classe abbia condizionato il ruolo delle donne nella crescita dei bambini. Ma questo è semplicemente falso.
Ne L’origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato, Engels descrive lo sviluppo della famiglia a partire dall’originaria divisione in classi della società nell’epoca neolitica. Basandosi sulle informazioni allora disponibili, Engels fece ampio uso della ricerca pionieristica condotta da Lewis Henry Morgan tra gli irochesi dello Stato di New York, per capire le antiche società pre-classiste. Engels descrisse come l’invenzione dell’agricoltura abbia creato un surplus sociale che per la prima volta consentì lo sviluppo di una classe dirigente oziosa che viveva del lavoro altrui. La famiglia, e in particolare la monogamia delle donne, era necessaria per garantire l’ordinato passaggio della proprietà e del potere agli eredi del patriarca, alle generazioni successive della classe dominante. Se è vero che oggi si sa molto di più sui primi periodi della società umana rispetto all’epoca di Engels, la sua concezione ha fondamentalmente superato la prova del tempo.
Vogel non analizza il ruolo sociale della famiglia per la classe operaia sotto il capitalismo, che consiste nel crescere le nuove generazioni di schiavi salariati. Nel Capitale Marx spiegò che il costo della forza-lavoro è determinato dal costo del mantenimento e della riproduzione dell’operaio: le spese per la sua vita quotidiana, il costo del suo addestramento e del mantenimento della moglie e dei figli. Per accrescere i propri profitti il capitalista cerca di ridurre il costo del lavoro: non solo il salario del lavoratore, ma anche i servizi come la pubblica istruzione e la sanità, necessari al mantenimento del proletariato.
A volte le femministe criticano alcuni aspetti della famiglia, ma solo per lamentarsi dei “ruoli di genere”, come se il problema nascesse da chi deve lavare i piatti o dare il biberon al bambino. É l’istituzione della famiglia che, fin dall’infanzia, socializza le persone in modo che si comportino secondo norme precise, rispettino l’autorità e si abituino all’obbedienza e alla deferenza, abitudini molto utili ai profitti dei capitalisti. La famiglia è insostituibile per la borghesia come serbatoio della piccola proprietà privata e in alcuni casi della piccola produzione e fa da freno ideologico alla presa di coscienza sociale. Vogel ignora tutte queste questioni e si concentra solo sul “lavoro domestico” non retribuito delle donne.
L’obiettivo ultimo
Ancor più debole è la posizione di Vogel per quanto riguarda l’obiettivo ultimo della liberazione delle donne. Lo si capisce specialmente da ciò che omette. Vogel separa l’emancipazione delle donne dal superamento della scarsità economica e dalla sostituzione del lavoro alienato (nella fabbrica come nella casa) col lavoro creativo fonte di soddisfacimento. L’obiettivo ultimo di una società comunista e i mezzi per realizzarla sfuggono dai confini intellettuali del “femminismo socialista” di Vogel.
Nello spiegare la loro adesione ad una concezione materialista della società e del cambiamento sociale, Marx ed Engels non si riferivano solo al capitalismo e alle società classiste che lo avevano preceduto (come il feudalesimo). Fornirono anche la concezione materialista di una futura società senza classi. In effetti, fu proprio questa la loro divergenza fondamentale con le principali correnti socialiste dell’inizio del diciannovesimo secolo, cioè gli owenisti, i fourieristi e i saint-simoniani, riassunte da Engels ne Il socialismo dall’utopia alla scienza (che in origine faceva parte della sua polemica del 1878, Anti-Dühring). Marx ed Engels capivano che una società socialista, concepita come stadio iniziale del comunismo, richiede un livello di produttività del lavoro molto più elevata persino di quella degli attuali paesi capitalisti più avanzati. Ciò richiede una continua espansione delle conoscenze scientifiche e delle applicazioni tecnologiche.
Vogel non ha questa concezione. Lo si vede specialmente da come parla della Russia sovietica delle origini. Esprimendo grande apprezzamento per la concezione e per l’impegno di Lenin verso il superamento dell’oppressione delle donne, ne cita con approvazione il discorso del 1919, “I compiti del movimento operaio femminile nella repubblica dei Soviet”:
“Voi tutte sapete che, anche quando esiste una piena eguaglianza di diritti, quest’oppressione della donna continua in effetti a sussistere, perché sulla donna cade tutto il peso del lavoro domestico che, nella maggior parte dei casi, è il lavoro meno produttivo, più pesante, più barbaro. É un lavoro estremamente meschino che non può, neanche in minima misura, contribuire allo sviluppo della donna.
Perseguendo l’ideale socialista, noi vogliamo lottare per la completa realizzazione del socialismo e qui un vasto campo di lavoro si apre dinanzi alle donne. Oggi ci prepariamo seriamente a sbarazzare il terreno su cui edificare il socialismo, ma l’edificazione del socialismo comincerà soltanto quando, dopo aver realizzato l’uguaglianza completa della donna, ci accingeremo al nuovo lavoro insieme alla donna, liberata da un’attività meschina, degradante, improduttiva.”
Vogel sostiene erroneamente che quella di Lenin era una voce che gridava nel deserto. Afferma che il principale ostacolo al superamento dell’oppressione delle donne nell’originaria Russia sovietica era ideologico: i valori patriarcali prevalenti tra gli uomini, operai e contadini, e una presunta indifferenza alla liberazione delle donne da parte dei quadri, in maggioranza uomini, del partito bolscevico. Scrive Vogel:
“Le osservazioni di Lenin sullo sciovinismo maschilista non acquistarono mai forma programmatica e la campagna contro l’arretratezza ideologica maschile restò nel migliore dei casi un tema di secondo piano nella pratica bolscevica. Ciononostante, le sue affermazioni sul problema furono una testimonianza molto rara della sua serietà: i contributi teorici di Lenin non riuscirono a lasciare un’impressione durevole”.
In verità, il governo sovietico mise in campo sforzi enormi per sollevare le donne della classe operaia dal peso dei lavori domestici e dalla cura dei figli, istituendo cucine, lavanderie, asili e altre strutture collettive. Sia i bolscevichi che l’Internazionale comunista costituirono degli speciali dipartimenti per il lavoro tra le donne. Nell’originario Stato operaio sovietico, lo Zhenotdel era attivo sia nelle regioni europee che in quelle dell’Asia centrale.
I limiti delle politiche emancipazioniste del governo comunista di V.I. Lenin e Leon Trotsky non erano ideologici ma nascevano dalle condizioni oggettive: la povertà di risorse materiali aggravata da anni di guerra imperialista e di guerra civile. In un articolo del 1923 intitolato “Dalla vecchia famiglia alla nuova”, che nel 1924 fu incluso nella raccolta Rivoluzione e vita quotidiana (un’opera che Vogel non menziona neppure), Trotsky spiegò:
“La preparazione fisica per le condizioni della vita e della famiglia nuova non possono anche in questo caso essere separate essenzialmente dal lavoro più generale della costruzione del socialismo. Lo Stato operaio deve diventare più ricco in modo da affrontare seriamente il problema dell’educazione pubblica dei ragazzi, della liberazione della famiglia dal fardello della cucina e dell’educazione pubblica dei bambini; cio è impensabile, inconcepibile senza un miglioramento sensibile di tutta la nostra economia. Abbiamo bisogno di fare grandi passi avanti in campo economico e solo se riusciamo a farli potremo liberare la famiglia dalle funzioni e dei lavori che ora la opprimono e la disintegrano. Il bucato dev’essere fatto in una lavanderia pubblica, i pasti debbono essere consumati in ristoranti pubblici, e le riparazione dei vestiti debbono esser fatte in laboratori pubblici. I figli debbano essere educati da buoni insegnanti che abbiano una vocazione reale per questo lavoro”.
La povertà era la sorgente di un’altra importante area di diseguaglianza tra uomini e donne nella prima Russia sovietica (cosa vera, peraltro, in ogni Stato operaio economicamente arretrato). Parliamo della mancanza di manodopera altamente qualificata, dotata di conoscenze avanzate e capacità tecniche. Gli operai qualificati dell’industria e i membri dell’intelligencja tecnica (ingegneri, architetti, ecc.) dovevano essere pagati di più degli operai non qualificati, anche se le differenze salariali erano molto inferiori che nei paesi capitalisti. Questo strato meglio retribuito della forza-lavoro, eredità del minuscolo settore capitalista moderno della Russia zarista, era formato in prevalenza da uomini. Anche se lo Stato operaio delle origini si sforzò di correggere questo problema, gli mancavano le risorse materiali per educare e addestrare come conduttrici di macchine o ingegneri un numero di donne sufficiente ad ovviare al predominio maschile nel settore.
Vogel conclude il suo libro con una previsione su come avverrà la transizione al comunismo dopo il rovesciamento del capitalismo:
“Di fronte alla terribile realtà dell’oppressione delle donne, i socialisti utopisti del diciannovesimo secolo invocarono l’abolizione della famiglia. La loro drastica rivendicazione continua tutt’ora a trovare dei sostenitori tra i socialisti. Al suo posto, il materialismo storico pone invece il difficile compito di ridurre e simultaneamente redistribuire il lavoro domestico, rendendolo parte integrante della produzione sociale della società comunista. Come lo Stato non viene ‘abolito’, ma si estingue, così deve estinguersi il lavoro domestico. La corretta gestione del lavoro domestico e del lavoro femminile durante la transizione al comunismo è dunque un problema decisivo per la società socialista, non fosse altro perché solo così si possono stabilire e conservare le condizioni economiche, politiche ed ideologiche di un’autentica liberazione delle donne. In questo processo, anche la famiglia, nella sua particolare forma storica di unità sociale consanguinea volta alla riproduzione di forza-lavoro da sfruttare in seno alla società divisa in classi, è destinata ad estinguersi, e con essa scompariranno sia i rapporti famigliari patriarcali, sia l’oppressione delle donne.” [enfasi nell’originale]
Ma come si potrà realizzare la riduzione e redistribuzione del lavoro domestico? Nel corso della transizione dalla dittatura del proletariato al comunismo compiuto, la trasformazione della famiglia sarà un corollario dell’espansione della produzione e della maggior abbondanza. La sua estinzione, o disintegrazione, è frutto del successo economico. In questo processo, essa verrà rimpiazzata da nuovi modi di vita che saranno incomparabilmente più ricchi, più umani e più appaganti. Ci sarà senz’altro bisogno di sviluppare alcune regole nel corso di questa trasformazione, man mano che le persone sperimenteranno modi di vita nuovi. Nel periodo di transizione, sarà compito del collettivo democratico degli operai, il soviet, sviluppare delle alternative e guidare il processo.
http://www.icl-fi.org/italiano/spo/79/donne.html
submitted by ShaunaDorothy to communismo [link] [comments]


como Sacar cita ccss costa rica 2019  Tutorial Solicitar Cita SAT para FIEL o RFC otro ... Solicitud de cita (SAT) - YouTube SOLICITAR CITA SAT 2018 Como Hacer Cita en Linea Para Sacar Tu DUI  El Salvador ... Hacer una cita en el SAT facil y rapido 2020 - YouTube Top 3 cita za Samp ¿Como sacar citas en Internet en el sistema de la CCSS ... COMO SACAR UNA CITA EN EL SAT - YouTube Citas Web

edus citas web

  1. como Sacar cita ccss costa rica 2019
  2. Tutorial Solicitar Cita SAT para FIEL o RFC otro ...
  3. Solicitud de cita (SAT) - YouTube
  4. SOLICITAR CITA SAT 2018
  5. Como Hacer Cita en Linea Para Sacar Tu DUI El Salvador ...
  6. Hacer una cita en el SAT facil y rapido 2020 - YouTube
  7. Top 3 cita za Samp
  8. ¿Como sacar citas en Internet en el sistema de la CCSS ...
  9. COMO SACAR UNA CITA EN EL SAT - YouTube
  10. Citas Web

SAT anuncia nuevo sistema de citas a contribuyente 🌟 SUSCRIBETE https://bit.ly/3guTpss Aprende a hacer tu Cita Para retirar Tu DUI, para no hacer largas colas en los Dui Centros de El Salvador... Suscríbete ... Ingresamos a www.sat.gob.mx para crear nuestra cita y así poder hacer nuestro tramite, a veces no es necesario ir al SAT para realizar nuestro tramite. Suscr... CCSS anuncia sistema para sacar citas por internet con solo registrarse - Duration: 2:30. Repretel Costa Rica Recommended for you Ahora podrá sacar cita para sacar pasaporte por medio de Internet - Duration: 3:33. repretel multimedia 59,704 views. 3:33. Como hacer cita o consulta medica por Internet IMSS - Duration: 4:25. Si deseas que tus tramites ante el SAT sean más rapidos te recomiendo saques previamente UNA CITA. Aqui te dejo un video que te muestra como sacar citas ante... ***ASESORÍAS WHATSAPP: 55-44-86-68-60 CONTADOR PUBLICO RICARDO SÁNCHEZ ***DONACIONES: https://www.paypal.me/contafiscalasesorias Link Citas SAT : https://cit... Haz tu cita en el siguiente link : https://citas.sat.gob.mx/citasat/home.aspx Znaci kako ubaciti ova 3 cita!! Prvo sto trebate da uradite jest da skinete cleo bilo koji kada ga skinete i instalirajte ga u folder Gta sa eh kada ste to uradili sad skinete ova 3 cita i sva 3 ... Aprende a sacar citas facil y rapido Enlaces CCSS: https://edus.ccss.sa.cr/eduscitasweb/registro/login.jsf Creación de correo: https://login.live.com/login.s...